Mamma Sto Bene!
bambini riciclo img

Insegnare ai bambini l’importanza del riciclo dei rifiuti

Tutto quello che ruota intorno all’importanza del riciclo non è facilmente assimilabile dai bambini, vero?

La parola “riciclaggio” non ha infatti molte connotazioni divertenti, non c’è nulla di particolarmente colorato al riguardo e non è né avventuroso né parte di un gioco noto. Ciò può rendere abbastanza difficile coinvolgere i bambini nel processo di riciclaggio, dal momento che per loro c’è ben poco. Tuttavia, proprio come qualsiasi compito banale che i bambini non amano fare – come lavarsi i denti o mettere in ordine i loro giocattoli – ci sono modi per renderlo più attraente.

Dai al bambino qualche responsabilità

Ciò non significa incaricarli di mettersi in contatto con il consiglio comunale per organizzare la raccolta differenziata, ma puoi assicurarti che i tuoi figli si sentano coinvolti in questo processo dando loro un ruolo. Ad esempio puoi nominare il più piccolo il “sorvegliante domestico del riciclaggio” responsabile di andare in giro e assicurarsi che tutti in casa stiano mettendo la spazzatura nei secchi giusti.

Forse i tuoi figli potrebbero fare un mini progetto domestico sugli oggetti che usi in casa e su dove vanno quegli oggetti quando vengono riciclati. In alternativa, puoi fare qualcosa di semplice come creare disegni per i diversi contenitori della differenziata.

La mamma deve essere un esempio

I bambini sono estremamente attenti e pochi seguiranno un’indicazione come “fai come dico io e non come faccio”. Le parole sono importanti, ma le azioni lo sono ancora di più. Se non ti preoccupi di riciclare l’imballaggio e i contenitori che usi, non puoi essere certa che tuo figlio lo farà.

Infatti i bambini tendono a copiare il comportamento dei loro genitori, e se tu sei il primo a non fare la raccolta differenziata e a non riciclare nulla, è probabile che anche tuo figlio si comporterà così da adulto. Quando sono piccoli è molto facile convincere i bambini a copiare il tuo comportamento “buono”. Enfatizza questi gesti in modo che vengano notati dai piccoli di casa e probabilmente scoprirai che i tuoi piccoli seguiranno l’esempio.

Mostra ai bambini come fare qualcosa di pratico

Questa è la parte del riciclaggio che può essere facilmente trasformata in un gioco, mentre allo stesso tempo trasmette un messaggio importante. Se ai tuoi bambini piace fare le cose (e ammettiamolo, la maggior parte dei bambini lo adorano) allora prova a mostrare praticamente il processo di riciclaggio trasformando vecchi imballaggi e cartoni in qualcosa di nuovo.

L’educazione al riciclo inizia da bambini:

  • Coinvolgili facendoli sentire grandi facendo sembrare la gestione dei rifiuti domestici una questione rilevante e riservata soprattutto ai grandi
  • Racconta come si trasformano gli oggetti
  • Dagli modo di sperimentare: fai toccare ai bambini i vari materiali, carta, vetro e plastica, facendo loro scoprire diverse consistenze al tatto

Puoi usare le scatole delle uova per creare castelli giocattolo, giornali per confezionare scatole di origami per contenere piccoli giocattoli e i vasetti di marmellata come portapenne e pastelli. L’altro aspetto di questo è trasformare il riciclaggio stesso in un gioco, che può essere poi divertente per tutta la famiglia. Se sei un musicista, allora perché non inventare una canzone che puoi cantare mentre fai il riciclo, fai una gara i tuoi figli per vedere chi è il più veloce a fare la differenziata con il proprio mucchio di spazzatura o, per i bambini più grandi, provare i quiz domestici su fatti di riciclaggio facili e premi per i vincitori esperti.

Spiegare il riciclo ai bambini

I bambini non vogliono annoiarsi e quindi non dovresti utilizzare parole troppo difficili per spiegare che cosa è il riciclo e perchè è importante fare la raccolta differenziata. Usa parole semplici facendo esempi pratici e aiutandosi con disegni ed illustrazioni. Se parli della carta puoi raccontare che un boscaiolo va nel bosco a tagliare la legna con la quale, in fabbrica, vengono realizzati dei fogli di carta. Non è bello tagliare un albero per procurarsi la carta, vero? Il riciclo serve appunto per evitare questa operazione.

La carta può essere riutilizzata e trasformata in carta nuova da usare tantissime volte. Per quanto riguarda il vetro racconta che ci vogliono molte persone, molta energia e molto denaro per produrre il vetro. Tanti operai raccolgono della sabbia che viene trasferita in una grande fabbrica che usa molta energia per realizzare il vetro, ma se invece noi ricicliamo le bottiglie e i barattoli di vetro dopo averli utilizzati questi verranno lavorati per essere trasformati in vetro nuovo.

Sai che puoi inoltre inventare tanti giochi divertenti sul tema del riciclo?

Per aiutare i bambini a capire in che modo i materiali usati possono servire ancora dopo il loro primo utilizzo, puoi coinvolgerli direttamente nella creazione di giochi con oggetti di recupero: invece di buttarli tu e i tuoi piccoli potete prenderli per costruire piccoli giocattoli o oggetti utili con il riciclo creativo. Ad esempio le vaschette di alluminio e le bottiglie di plastica possono diventare vasetti dove far crescere piccole piantine come il basilico o il prezzemolo.