Mamma Sto Bene!
orecchie

Come capire se il nostro bimbo ha un’infezione all’orecchio

Lo sapevate? Le infezioni alle orecchie sono molto più comuni nei bambini rispetto agli adulti e sono difficili da rilevare poiché le orecchie sono ancora nascoste. Infezioni dell’orecchio abbastanza spesso portano il bambino a sentire dolore, e talvolta può esserci una perdita di liquido putrescente. Quindi come si gestisce la situazione?

Niente paura, mamme! Spiegheremo qui subito i vari motivi, sintomi e trattamenti per le infezioni dell’orecchio nei bambini. Conosciamo anche le numerose precauzioni da prendere per prevenire un’infezione, pertanto non vi resta che sedervi e non farvi prendere dal panico.

Cos’è un’infezione alle orecchie?

L’orecchio umano è segmentato in tre sezioni cioè: orecchio esterno, medio e interno. L’orecchio medio è collegato alla cavità nasale attraverso un tubo chiamato tromba di Eustachio. Il tubo è stretto all’inizio ma si allarga quando raggiunge l’orecchio medio. È per la maggior parte chiuso ma si apre una volta ogni tanto per uniformare la pressione dell’aria nell’orecchio medio e drenare i liquidi secreti dall’orecchio medio. Questo espone l’orecchio medio a virus e batteri dalla cavità sinonasale, rendendo la regione il principale centro di infezioni dell’orecchio.

Le infezioni dell’orecchio sono principalmente di tre tipi:

  • Otite media acuta (OMA)
  • Otite media con effusione (OME)
  • Otite media cronica con versamento (COME):

L’OMA è il caso in cui l’orecchio medio soffre di un’infezione batterica, causando dolore e disagio severi. L’OME viene anche chiamato orecchio di colla ed è causato da un accumulo di fluido nell’orecchio medio che alla fine viene infettato dai batteri. Quando questa condizione si verifica ripetutamente con o senza un’infezione, allora si chiama otite media cronica con versamento (COME).

Quando il bambino sviluppa un’infezione in entrambe le orecchie, allora è un caso di infezione dell’orecchio bilaterale. In ogni caso, il bambino mostrerà disagio a causa di una reazione infiammatoria della membrana timpanica, noto anche come timpano.

Perché i bambini sono più inclini alle infezioni dell’orecchio?

Secondo gli esperti del settore, le infezioni alle orecchie sono il secondo disturbo più comune tra i bambini dopo il raffreddore comune. I bambini sono soggetti a infezioni all’orecchio principalmente a causa dei seguenti motivi:

1. Sistema immunitario sottosviluppato

I bambini hanno un sistema immunitario sottosviluppato. Ciò significa invariabilmente che hanno meno resistenza a combattere gli agenti patogeni e impiegano più tempo a combattere un’infezione.

2. Sviluppo delle trombe di Eustachio

Come molte altre parti del loro corpo, anche le trombe di Eustachio sono ancora in via di sviluppo. Questi tubi sono più corti, più stretti e orizzontali nei bambini. Questo rende più facile il movimento del muco e dei liquidi dalla cavità nasale all’orecchio medio, ma è difficile per il drenaggio. Man mano che il bambino cresce, il tubo di Eustachio diventerà lentamente più lungo e più verticale.

In breve, il corpo in via di sviluppo di un bambino lo rende vulnerabile alle infezioni alle orecchie. Ma potresti voler conoscere le cause dell’infezione all’orecchio nei bambini in modo da poter stare attento.

Che cosa causa l’infezione all’orecchio?

L’infezione all’orecchio può essere il risultato di diversi fattori, dal freddo alle allergie. Ecco alcuni motivi comuni per l’infezione all’orecchio:

1. Freddo

Il freddo è la principale causa di infezione all’orecchio nei bambini. I batteri freddi possono viaggiare convenientemente nell’orecchio medio attraverso il tubo corto di Eustachio e causare un rigonfiamento dei tubi e dell’orecchio medio. Il gonfiore intrappola le secrezioni naturali simili a fluidi dell’orecchio medio, che potrebbero presto diventare un sito di nutrimento per la crescita batterica, portando a infezioni.

2. Allergia

L’allergia generale nei confronti di un determinato alimento o sostanze irritanti presenti nell’aria (anche il più banale polline) può portare a un’infiammazione della cavità sinonasale. Ciò può creare pressione sul tubo di Eustachio restringendolo fino al punto di non poter più permettere il passaggio dei fluidi dall’orecchio medio alla cavità nasale. Questo può portare a infezioni nel liquido raccolto nell’orecchio medio.

3. Infezione sinonasale

La sinusite, l’infezione dei seni nasali, fa gonfiare il tubo di Eustachio, creando così una pressione sull’orecchio medio. I batteri possono infettare il rivestimento interno del tubo di Eustachio facendolo gonfiare. Ad ogni modo, porta a un’infezione all’orecchio a causa dell’invasione di batteri nel fluido secreto dall’orecchio medio.

4. Infezione delle adenoidi

Le adenoidi sono una coppia di tessuti linfatico, abbastanza simile alle tonsille, situata proprio sopra l’estremità posteriore della cavità nasale. Proprio come le tonsille, sono noti per svolgere un ruolo nel mantenimento dell’immunità del corpo. Quando le adenoidi si infiammano, a causa dell’infezione batterica o virale, possono esercitare pressione sul tubo di Eustachio che è piccolo e orizzontale nei bambini. I bambini hanno le adenoidi più grandi rispetto agli adulti rendendoli più inclini a tubi di eustachio bloccati a causa di adenoidi gonfi.

5. Accumulo di latte nella provetta di Eustachio

I bambini allattati artificialmente e bevono latte sulla schiena corrono un rischio maggiore di avere una tuba di eustachio infiammata mentre il latte rotola dalla bocca alle orecchie mentre si alimenta. Le cavità orale e nasale sono collegate e bevute mentre sul dorso possono far passare il latte nella cavità nasale. Da qui il latte può spostarsi verso l’orecchio medio passando attraverso i tubi orizzontali di Eustachio del bambino. Qui il latte può accumularsi con i batteri del latte naturale causando infezioni e infiammazioni.

Ci sono fattori di rischio?

Ci sono alcune condizioni che possono mettere il tuo bambino a più alto rischio di contrarre un’infezione all’orecchio. Di seguito sono riportati i fattori di rischio comuni per le infezioni all’orecchio:

  • Bambini prematuri: i bambini prematuri nascono con un sistema immunitario immensamente sottosviluppato. Hanno anche una prima linea di difesa poco sviluppata, come la pelle e le mucose, che aiutano a tenere a bada i batteri.
  • I bambini che hanno sofferto di una grave malattia nelle prime fasi della vita: quelli affetti da una malattia nei primi mesi della loro vita possono avere un sistema immunitario indebolito. Tali bambini sono soggetti a infezioni all’orecchio.
  • I bambini costantemente esposti a sostanze inquinanti: gli inquinanti possono essere generici come il fumo di sigaretta. Possono danneggiare lo sviluppo immunitario del bambino, rendendolo eventualmente incline a varie infezioni.

Segni e sintomi di infezione all’orecchio

Il tuo bambino non può parlare. L’unico modo in cui riesce a comunicare è attraverso i vagiti. Ma il suo pianto può significare molte cose, quindi come puoi capire che sta piangendo a causa dell’infezione all’orecchio? Riconosci i sintomi:

1. Emissione di fluido dall’orecchio

È il segno fondamentale di un’infezione all’orecchio. Se noti un liquido rosso chiaro o giallastro che fuoriesce dalle orecchie del tuo bambino, significa sicuramente che qualcosa non va. Un timpano perforato potrebbe perdere il liquido accumulato e infetto dall’orecchio medio del bambino. La natura giallastra del fluido è dovuta all’accumulo di pus (ossia un’aggregazione di globuli bianchi che attaccano i patogeni. È quindi un indicatore preciso di un’infezione in corso e non deve essere sottovalutata).

2. Odore sgradevole proveniente dall’orecchio del bambino

Se si può notare un odore sgradevole proveniente dall’orecchio del bambino anche quando è pulito, allora ciò può voler dire che qualcosa non va. L’odore è diverso da quello del cerume e dura per giorni e giorni. L’odore di solito deriva dal ristagno di liquido infetto che si trova dietro il timpano.

3. Il bimbo tira le orecchie mentre piange

Il bambino potrebbe strattonarsi le orecchie soprattutto durante i suoi scoppi cronici di pianto. È un segno di disagio in quella parte del corpo. Il bambino può tirare o pizzicare gravemente quando è sdraiato o sta dormendo. Poiché i bambini piccoli non possono parlare, tirare l’orecchio è il loro modo di comunicare una sensazione di disagio.

4. Febbre

Un’infezione all’orecchio può causare febbre alta per diversi giorni senza alcuna malattia visibile. Questo significa che il bambino non avrà un raffreddore o altre infezioni, ma la sua temperatura sarà superiore ai 37,5°.

A volte, il bambino potrebbe non avere la febbre ma potrebbe comunque avere un’infezione all’orecchio.

5. Ritardo o mancanza di risposta ai suoni

Un’infezione all’orecchio può essere una delle numerose ragioni alla base della mancanza di risposta del bambino ai suoni. Quando il fluido si accumula nell’orecchio medio, rallenta il passaggio del suono verso l’orecchio interno. L’infezione rende il liquido più denso, impedendo così il movimento degli impulsi sonori dall’orecchio esterno all’orecchio interno. Significa che il tuo bambino avrà problemi a rispondere a suoni e voci.

6. Il bambino ha un appetito ridotto

Le tube di Eustachio si allargano naturalmente durante la deglutizione. Durante un’infezione all’orecchio, dunque, le pareti del tubo si gonfiano rendendo così il loro allargamento piuttosto doloroso. Per questo motivo, il bambino potrebbe voler evitare di mangiare o mangiare molto meno. Può diventare anche molto irritabile quando viene convinto a nutrirsi e fermarsi a metà strada. In alcuni casi, il bambino può avere un senso di soffocamento o tosse a causa del dolore causato dall’infezione.

7. Perdita di equilibrio

Se il tuo bambino è abbastanza grande da gattonare o camminare qualche passo da solo, allora potrebbe perdere l’equilibrio. La sua camminata può essere instabile. Potrebbe anche strisciare in uno schema a zig-zag. Ciò potrebbe significare che l’accumulo di liquidi nell’orecchio medio è talmente intenso che ora esercita una pressione sul labirinto – la parte dell’orecchio interno è responsabile anche del mantenimento dell’equilibrio del corpo. Nel peggiore dei casi, potrebbe significare che l’infezione è scesa fino all’orecchio interno.

8. Irritabilità generale

Il bambino può mostrare segni di irritabilità generale, specialmente quando viene tenuto o sdraiato. Significa che il bambino si sente a disagio, che è un indicatore di un’infezione all’orecchio.

A volte i sintomi dell’infezione all’orecchio sono fuorvianti. Potrebbero in realtà puntare a qualche altra condizione, mentre sei impegnato a trovare una cura per l’infezione all’orecchio.

Infezione dell’orecchio o dentizione?

Ci possono essere situazioni in cui il bambino non ha un’infezione all’orecchio, ma può comunque essere irritabile e tirare le orecchie. Se è in buona salute, può darsi che il bambino senta dolore alle gengive a causa della dentizione. Ecco come puoi distinguere tra i sintomi dell’infezione all’orecchio e la dentizione:

  • I primi denti ad emergere sono gli incisivi centrali inferiori che sono presenti sulla mascella inferiore. Poiché la mascella inferiore è incernierata al cranio in un punto abbastanza vicino alle orecchie, il dolore della mascella inferiore può irradiarsi alle orecchie. Se il tuo bambino sta tirando l’orecchio intorno al momento in cui sta mordendo la parte inferiore, considera anche questo punto.
  • I primi denti possono apparire in qualsiasi momento da quattro a sette mesi. Pertanto il dolore all’orecchio dovuto alla dentizione è possibile solo dopo i quattro mesi di età.
  • Durante la dentizione del dolore all’orecchio, il bambino non mostrerà sintomi generali di infezione all’orecchio e molto probabilmente si sentirà irritabile solo se nutrito.
  • Non ci sarà febbre perché non c’è infezione. Anche se il bambino sviluppa la febbre, non sarà maggiore di 37°.
  • La dentizione non causa il raffreddore o il naso che cola (come nelle infezioni all’orecchio) ma provoca salivazione eccessiva.
  • Mentre il dolore alle infezioni dellorecchio si aggrava quando il bambino viene posto sulla schiena, il dolore della dentizione non dipende dalla posizione del bambino. Pertanto, il bambino può piangere spontaneamente in qualsiasi momento e in qualsiasi posizione.
  • Di solito, quando i bambini piangono a causa della dentizione, possono essere cullati. Ma in un’infezione all’orecchio, il bambino può essere costantemente nervoso e non lasciarsi nemmeno cullare.
  • Osservare i sintomi del tuo bambino e imparando di più sull’infezione dell’orecchio ti aiuterà a distinguere tra un’infezione all’orecchio e un mal d’orecchi durante la dentizione. È sempre sicuro portare il bambino dal medico quando si è in dubbio.

Quando si affermano i sintomi dell’infezione all’orecchio, è necessario portare il bambino da un medico.

Come avviene la diagnosi dell’infezione all’orecchio?

Un pediatra può diagnosticare le condizioni del tuo bambino attraverso uno o più di questi metodi:

1. Chiedi i sintomi

Il pediatra chiederà i sintomi che hai notato nel tuo bambino. Si informerà anche sulla sua storia medica passata e se ha sofferto di infezione da raffreddore o alla gola nel recente passato. Questo aiuterà il medico a concludere l’infezione dell’orecchio del bambino.

2. Uso dell’otoscopio

Il pediatra osserverà le orecchie del bambino usando uno strumento illuminato simile a una macchina fotografica chiamato otoscopio. L’otoscopio aiuterà il medico a vedere meglio il timpano. Un timpano infiammato o arrossato indica la presenza di un’infezione. Il medico userà anche un otoscopio pneumatico che invia un soffio d’aria nel condotto uditivo. Un normale timpano si muoverà avanti e indietro a causa dell’aria. Ma un timpano con fluido infetto dietro di esso non può muoversi liberamente.

3. Timpanometria

La timpanometria prevede il posizionamento di un piccolo altoparlante con un sensore all’interno dell’orecchio del bambino. È collegato a un dispositivo che emette suoni a frequenze diverse. Il sensore misura quindi il movimento del timpano alle varie frequenze rilevando il cambiamento della pressione dell’aria nel condotto uditivo. Un movimento alterato del timpano mostrerà cambiamenti anormali nella pressione dell’aria, che possono aiutare il medico a rilevare la presenza di un’infezione all’orecchio.

Trattamento delle infezioni dell’orecchio

Una volta che il pediatra ha fatto una diagnosi della presenza di un’infezione all’orecchio, molto probabilmente prenderà il seguente corso di rimedio:

1. Prescrizione di antibiotici

Il medico prescriverà un ciclo di antibiotici per curare l’infezione e prevenirne il ripetersi. Questi antibiotici sono per lo più somministrati sotto forma di gocce da applicare sulla zona. Può anche prescrivere antibiotici per via orale a seconda dell’età del bambino. Il pediatra può anche prescrivere alcuni farmaci antidolorifici per alleviare il dolore e aiutare il bambino a dormire e nutrirsi in modo più confortevole.

2. Timpanocentesi

Se l’accumulo del fluido nell’orecchio medio è troppo grave, il medico può raccomandarne il drenaggio attraverso un processo chiamato timpanocentesi. Questo è un passo successivo, tuttavia, che viene preso solo se il trattamento antibiotico ha fallito o le condizioni del bambino sono peggiorate. In questo processo, il medico punterà il timpano con un ago sottile per drenare il fluido dell’orecchio medio. Oltre a fornire un sollievo immediato, il liquido drenato può essere inviato per analisi di laboratorio per determinare l’effettiva causa dell’infezione.

3. Uso di tubi per la timpanostomia

Le provette vengono utilizzate quando il bambino soffre di un’aggregazione cronica di fluido nell’orecchio medio, portando infine a ripetute infezioni dell’orecchio. I tubi per la timpanostomia sono piccoli tubi di plastica aperti da 1 a 1,5 mm su entrambe le estremità. Il medico inserisce il tubo nel timpano e rimane lì per 6-12 mesi. Alla fine cade da solo mentre il timpano cresce e si espande. In alcuni casi estremi, potrebbe essere utilizzato un tubo di durata più lunga. Questo rimarrà nell’orecchio per oltre tre anni o più a seconda della gravità del caso.

Lo scopo del tubo timpanostomico è di mantenere l’equilibrio nella pressione dell’aria all’esterno e all’interno dell’orecchio medio. Questo aiuta a mantenere l’orecchio medio ventilato facilitando così l’evaporazione del fluido nell’orecchio del bambino che si accumula nella regione. Se c’è un accumulo di liquido o muco nell’orecchio medio, allora semplicemente cola lungo il canale uditivo attraverso il foro nel tubo della timpanostomia.

4. Rimozione delle adenoidi

Se il tuo bambino mostra un’infezione all’orecchio cronica come conseguenza diretta della ripetuta infezione adenoidea, allora il medico può raccomandare una rimozione chirurgica delle adenoidi. È una procedura invasiva ed è raccomandata quando le adenoidi sono la causa del problema e nessun altro farmaco mostra risultati soddisfacenti.

Suggerimenti per alleviare il mal d’orecchio del bambino

Ricorda che non devi mai tentare di curare l’infezione all’orecchio del tuo bambino da solo. Al massimo, puoi mirare ad alleviare l’intensità del dolore.

Non mettere mai oli di qualsiasi genere o cotton fioc per ispezionare o attenuare il dolore all’orecchio del bambino. Ma passiamo ora alla pratica. Cosa puoi fare per alleviare il suo dolore?

1. Dormire con l’orecchio dolorante, cosa fare

Lascia che il tuo bambino dorma con l’orecchio infetto rivolto verso lalto. Ciò causerà alla gravità di spostare il fluido nell’orecchio medio verso il basso, eventualmente drenandolo verso la cavità nasale da dove può uscire dalle narici.

2. Tieni il naso del tuo bambino pulito

Pulisci e asciuga il naso del tuo bambino di tanto in tanto. Come accennato nel punto precedente, il fluido dell’orecchio medio può trovare la sua strada verso le narici per lo scarico del fluido. Una narice libera e pulita può aiutare a facilitare il movimento del fluido. Inoltre impedisce il movimento del muco verso l’alto attraverso il tubo di Eustachio verso l’orecchio medio.

3. Muovi le orecchie

Secondo il famoso pediatra americano, il dottor William Sears, agitare le orecchie del bambino può aiutare a ridurre la pressione dell’orecchio facendo scorrere lentamente il liquido dell’orecchio medio verso il basso dalla tuba di Eustachio. Pizzicare delicatamente i lobi delle orecchie del bambino e spostarlo lateralmente. Non tirare l’orecchio piuttosto spostarlo delicatamente nello stesso punto.

4. Utilizzare impacco caldo

Immergere un panno morbido in acqua tiepida e spremere l’acqua in eccesso. Posiziona il panno caldo sull’orecchio interessato del bambino. Questo può aiutare ad alleviare l’irritazione causata dall’infezione all’orecchio e fornire sollievo al bambino.

Il mal d’orecchie è insopportabile anche per un adulto. Immagina quanto sarebbe difficile per un bambino che non riesce a esprimere il suo dolore con le parole. Invece di agire dopo che l’orecchio è stato infettato, prendi alcune precauzioni per evitare il problema.

Prevenzione dell’infezione dell’orecchio

Ecco alcuni semplici modi per prevenire l’insorgenza di un’infezione all’orecchio nel tuo piccolo:

1. Mantenere l’igiene di base

L’igiene di base è il primo passo per garantire che il bambino non sia esposto in modo troppo diretto a una serie di infezioni che il suo sistema immunitario non è ancora pronto ad affrontare. Regala ai tuoi bambini i bagni regolari e lava loro periodicamente le mani poiché i bambini tendono a metterli in bocca. Inoltre, assicurati che il bambino sia gestito da persone di cui ti puoi fidare per la loro salute e igiene dal momento che il raffreddore si diffonde comunemente attraverso il contatto con individui infetti. Tenere puliti i giocattoli e le bottiglie del bambino disinfettandoli regolarmente.

2. Allatta il tuo bambino

Il latte materno è il cibo migliore per il tuo bambino non solo in termini di nutrizione, ma anche per aiutarlo a costruire l’immunità. Il latte materno è ricco di anticorpi che possono fornire al tuo piccolo la necessaria resistenza contro i vari agenti patogeni. Infatti, uno studio condotto dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) e la Food and Drug Administration (FDA) hanno dimostrato che i bambini allattati al seno per i primi sei mesi di vita hanno meno probabilità di sviluppare un’infezione all’orecchio.

3. Immunizza il tuo bambino

I pediatri raccomandano diverse vaccinazioni subito dopo la nascita del bambino e durante i primi 12 mesi di vita. Queste vaccinazioni includono quelle per influenza e polmonite, che in un modo o nell’altro influenzano la tromba di Eustachio.

4. Evitare gli asili nido

I centri di assistenza all’infanzia possono essere terreno fertile per i batteri in quanto vi sono molti altri bambini nella struttura. Il tuo bambino potrebbe entrare in contatto con bambini infetti o assistenti diurni, causando un’infezione all’orecchio.

5. Non esporre il bambino al fumo di sigaretta

Il fumo di tabacco paralizza le minuscole strutture simili ai capelli presenti nel tubo di Eustachio che sono responsabili della pulizia del tubo. Ciò aumenta il rischio di accumulo di liquidi e muco. Studi diversi hanno dimostrato che i bambini esposti al fumo di sigaretta passivo sono soggetti a infezioni all’orecchio.

6. Sii attenta riguardo alle allergie del tuo bambino

Assicurati di portare tutte le allergie del tuo bambino sotto pronta attenzione medica. La prevenzione o il trattamento delle allergie fa sì che ci siano meno possibilità di infezione all’orecchio.

8. Infezione dell’orecchio del bambino e viaggi in aereo

Molti genitori hanno delle riserve sul viaggiare in aereo quando un bambino ha un’infezione all’orecchio. È comprensibile dal momento che viaggiare in aereo può causare fluttuazioni nella pressione atmosferica nasale. Si verifica a causa della differenza tra la pressione dell’aria all’interno dell’aeromobile (bassa pressione) e l’orecchio medio (alta pressione). Questa differenza di pressione fa sì che il tubo di Eustachio si apra ampiamente per equalizzare la pressione. Tuttavia, può essere un processo doloroso per i bambini che soffrono di infezione all’orecchio.

Se il bambino ha una grave infezione all’orecchio, durante il volo potrebbe rompersi il timpano a causa degli squilibri di pressione. Tuttavia, accade raramente e puoi dare qualcosa da bere al tuo bambino una volta che l’aereo raggiunge un’altitudine stabile e la pressione della cabina inizia a scendere. È possibile conoscere il calo della pressione mentre le orecchie fanno scattare il suono durante la deglutizione. La deglutizione è un processo che provoca l’apertura di tubi di Eustachio. Nutrire il bambino in volo può aiutare ad alleviare la pressione prima dell’inizio naturale dell’alta pressione all’interno dell’orecchio medio.

Paola Accardi

Sono una mamma non a tempo pieno. Sono anche un'insegnante laureata in Scienze della Formazione Primaria. Dedico la mia vita ai bambini, non solo quelli miei, e per questo ho scelto di contribuire al progetto di MammaStoBene.com per aiutare tutte le mamme alle prese con le mille necessità che i bambini richiedono e fornire utili e pratici consigli riguardanti la cura e salute dei più piccoli.
Ho collaborato per anni come OSS in reparti di pediatria e neonatologia, entrando in contatto con la realtà sanitaria che riguarda i più piccoli; intrapresi gli studi per diventare infermiera pediatrica, poi sospesi per dedicarmi al lavoro. Grazie a queste esperienze ho conosciuto fantastiche persone che collaborano con me alla realizzazione degli articoli di questo sito e partecipano a un processo di informazione valida e affidabile per chiunque abbia perplessità su questo delicato argomento.