Mamma Sto Bene!
dantista bimbi img

Dentini e prima visita dal dentista dei bambini

Crescere è una cosa bellissima ma spesso una mamma non sa come e quando fare delle cose che sono vere e proprie tappe fisse per assicurarsi che un bambino cresca bene: oggi parliamo di prima visita dentista.

Quando dovresti portare il tuo bambino da un dentista per la prima volta?

Ovviamente non esistono date e tempi uguali per tutti, ma in linea di massima possiamo dirti che dovresti portare il tuo piccolo dal dentista entro sei mesi dalla nascita del primo dentino o entro 12 mesi.

Se hai un bambino più piccolo e sei una mamma che vuole sempre essere sicura di tutto, sappi che prima dei sei mesi il dentista può fornirti informazioni su:

  • Carie del biberon
  • Pratiche di alimentazione infantile
  • Pulizia della bocca
  • Dentizione
  • Abitudine del ciuccio

Prepara tuo figlio alla prima visita dentista

No, non sarà una passeggiata. Sì, puoi farcela senza troppe tragedie. Se possibile, ti consigliamo di programmare gli appuntamenti mattutini in modo che i bambini piccoli siano vigili e freschi.

Preparare un bambino in età prescolare o un bambino più grande per la visita non è semplice, ma vogliamo dirti un segreto: i bambini hanno paura di quello che non conoscono (anche gli adulti a dire il vero). Tu puoi aiutarlo dandogli un’idea generale di cosa aspettarsi.

Spiega perché è importante andare dal dentista con esempi divertenti e che restino impressi, puoi anche permetterti di esagerare un po’. Cerca di creare eccitazione e comprensione della necessità di andare dal dentista e il tuo piccolo sarà preparato e pronto per questa nuova esperienza di vita.

Anche la mamma deve prepararsi!

Siamo esseri umani e questo significa che nessuno conosce tutte le cose, anche tu mamma avrai i tuoi dubbi e le tue domande. Quindi non vergognarti di fare domani e condividere i tuoi dubbi con il dentista. Ricorda che le tue emozioni nei confronti delle visite dentistiche possono essere molto diversi da quelli di tuo figlio. Sii onesta e non trattenerti. Se hai ansie o paure, fai attenzione a non passarle a tuo figlio. I genitori hanno bisogno di fornire supporto morale rimanendo calmi mentre si trovano nella sala degli esami dentistici. I bambini possono infatti letteralmente raccogliere le ansie dei genitori e diventare loro stessi ansiosi.

Il dentista deve sapere tutto

Alla prima visita ricordati che devi dare al dentista la storia clinica di tuo figlio. E’ infatti essenziale dire al dentista se il bambino tende a essere testardo, provocatorio, ansioso o impaurito in altre situazioni.

La prima visita dal dentista non è semplice. E proprio per questo motivo devi osservare attentamente come reagisce tuo figlio. Molti genitori sono in grado di indovinare come risponderà il loro bambino e dovrebbero dirlo al dentista.

Alcuni comportamenti possono essere facilmente prevedibili in base all’età del bambino:

10-24 mesi. Alcuni bambini possono arrabbiarsi se portati dai loro genitori per un esame dentistico soprattutto quando li posizioni sulla poltrona e li tieni fermi per l’osservazione del professionista.

2-3 anni. Un bambino di 2 anni tende a dire “no” molto spesso, evita di forzarlo ma cerca di aggirare i suoi categorici rifiuti con dolcezza e eventuali ricompense per essere stato bravo durante la visita.

3 anni. I bambini di tre anni non sono ancora maturi ma hanno molta forza fisica che tendono ad usare nel momento in cui si sentono pressati e si trovano in situazioni che non vogliono affrontare. Quindi attenzione, i bimbi sono imprevedibili e possono rischiare di farsi male.

4 anni. La maggior parte dei bambini dovrebbe essere in grado di stare lontano dai genitori per gli esami dentali e le procedure di trattamento, ricorda eventuali fobie del piccolo al dentista e vedrai che andrà tutto bene.

Prima visita dentista

La prima visita dentale di tuo figlio serve per aiutare il bambino a sentirsi a proprio agio con il dentista e dovrebbe avvenire entro i 12 mesi di età o entro 6 mesi dall’arrivo del primo dente. La durata di questo primo incontro va dai 30 ai 45 minuti. A seconda dell’età del bambino, la visita può includere anche un esame completo di denti, mascella, gengive e tessuti orali per verificare la crescita e lo sviluppo.

Se necessario, il bambino può ricevere anche avere una pulizia delicata. Ciò include la lucidatura dei denti e la rimozione di qualsiasi placca, tartaro e macchie. Il dentista può mostrare a te e al tuo bambino una corretta pulizia da eseguire a casa con il filo interdentale e consigliarvi sulla necessità di fluoro. I denti da latte cadono, quindi gli esami con i raggi X non vengono generalmente eseguiti.

Ma il dentista di tuo figlio può raccomandare i raggi X per diagnosticare la carie, a seconda dell’età del bambino. I raggi X sono anche usati per vedere se la radice di un dente malato può colpire il dente che crescerà in seguito. In generale, è meglio che i bambini piccoli non facciano radiografie dentali a meno che non siano strettamente necessarie.

Proprio come gli adulti, i bambini dovrebbero vedere il dentista ogni 6 mesi. Alcuni dentisti possono programmare visite più spesso, ad esempio ogni 3 mesi. Al di là del costo economico, questa può essere davvero un’ottima idea per creare fiducia nel bambino. Visite più frequenti possono anche aiutare a tenere d’occhio un problema di sviluppo.

I consigli del dentista per una routine a casa

Ecco alcuni suggerimenti per proteggere i denti dei tuoi figli:

  1. Quando sono piccolini e ancora non hanno denti, pulisci le gengive con un panno pulito e umido.
  2. Inizia a spazzolare con uno spazzolino a setole morbide e una quantità molto piccola di dentifricio (la dimensione di un chicco di riso) quando appare il primo dente del bambino. Usa un pezzettino di dentifricio fluorurato di dimensioni pari a un fagiolo quando ha 3 anni. Quando il bambino è abbastanza grande da sputare il dentifricio dopo la spazzolatura puoi aumentare la dose.
  3. Prevenire la carie dei biberon. Non dare ai bambini una bottiglia di latte, succo o liquido zuccherato al momento di coricarsi o quando gli fai fare il pisolino.
  4. Limitare il tempo in cui il bambino beve dal biberon. Il bambino deve svuotare il biberon in 5-6 minuti o meno.
  5. Aiuta il tuo bambino a lavarsi i denti fino a 7 o 8 anni. Chiedi al bambino di guardarti mentre ti lavi e segui lo stesso schema di spazzolatura per pulire tutte le zone della bocca.
  6. Limitare gli alimenti e gli snack dolci che aumentano la carie. Ciò include caramelle, cioccolatini, bevande e succhi zuccherati. Le buone abitudini iniziano fin da piccolini: fai mangiare tanta frutta e insegna al tuo bambino che la frutta è buona, dolce e fa bene. La fibra nella frutta tende a raschiare i denti puliti.

Qual è la differenza tra un dentista pediatrico e un dentista normale?

Un dentista pediatrico ha almeno altri due anni di formazione oltre la scuola dentale. La formazione aggiuntiva si concentra sulla gestione e il trattamento dei denti in via di sviluppo del bambino, il comportamento del bambino, la crescita e lo sviluppo fisico e le esigenze speciali dell’odontoiatria infantile.

Sebbene entrambi i tipi di dentista siano in grado di soddisfare le esigenze di assistenza orale del bambino, un dentista pediatrico, il suo personale e persino l’arredamento dell’ufficio sono tutti orientati a prendersi cura dei bambini e a metterli a proprio agio. Se il bambino ha esigenze particolari, è necessario prendere in considerazione l’assistenza di un dentista pediatrico. Chiedi al tuo dentista o al medico di tuo figlio cosa raccomanda a tuo figlio.

Letto dalle mamme