Mamma Sto Bene!
radio

Radio per cameretta dei bambini

Hai mai sentito parlare di radio per cameretta bambini?

Sei una mamma multitasking che vuole avere tutto sotto controllo? Queste utilissime radioline sono proprio quello che ti serve!

Questi dispositivi ti permettono di ascoltare il tuo bebè mentre ti trovi in un’altra parte della casa. Alcuni di essi incorporano anche la comunicazione bidirezionale pertanto potrai anche parlare con il tuo piccolo a distanza.

Comprare una radio per bambini può dare più tranquillità alle nostre giornate. Durante le faccende quotidiane, che ci vedono impegnate nella crescita del nostro piccolo non saremo costrette ad andare sempre nella sua cameretta per controllare come sta.

Come scegliere una radiolina per bambini

Nel mercato esiste una moltitudine di modelli e marche di walkie talkie per neonati, tanto che è difficile per i genitori sapere quale si adatta meglio alle loro esigenze. Vediamo quali sono le caratteristiche su cui ci dobbiamo soffermare.

  1. Comunicazione bidirezionale

    Se stiamo cercando una buona radiolina per neonati, una delle caratteristiche più importanti è questa. Ci permetterà non solo di ascoltare ma anche di parlare a distanza con il nostro piccolo quando vediamo che sta piangendo, al fine di calmarlo.

  2. Qualità dell’audio (interferenze)

    Per avere una totale tranquillità il nostro interfono per bambini deve trasmettere l’audio con la massima qualità, solo in questo modo potremo ascoltare chiaramente nostro figlio e prestargli l’attenzione di cui ha bisogno.

    È importante sapere che molte volte questi dispositivi possono avere interferenze nel suono prodotte da altri apparecchi elettronici che abbiamo in casa. Per garantire la sicurezza del bebè è importante sceglierne uno che disponga di vari canali o con un tipo di tecnologia che eviti queste fastidiose interruzioni del suono.

  3. Modalità di Funzionamento

    Esistono molte modalità di funzionamento. La più raccomandata è la modalità VOX / ECO nella quale la radiolina si attiva solo quando rileva che il bebè sta emettendo dei suoni. In questo modo oltre a risparmiare energia, evitiamo che stia sempre tramettendo suoni, visto che in certi modelli si produce un rumore un po’ fastidioso quando il dispositivo rimane sempre accesso.

  4. Distanza

    È importante sapere a che distanza possiamo separarci dall’interfono del nostro piccolo.

    Dobbiamo assicurarci che abbia abbastanza potenza di trasmissione per arrivare in tutte le stanze della nostra casa. Nella maggior parte dei casi una distanza di 150 metri in spazi aperti di solito è sufficiente, anche se ci sono anche modelli che arrivano ai 300.

    Vogliamo ricordare che questa caratteristica si misura sempre in spazi aperti. Negli spazi chiusi, a causa delle pareti o dei mobili di solito si riduce abbastanza.

  5. Modalità di alimentazione (batteria)

    Sia l’unità del bebè sia l’unità dei genitori hanno bisogno della corrente elettrica per funzionare. Esistono però dei modelli che hanno incorporata una batteria o pile per poter usare l’interfono per neonati senza fili, cosa che risulta molto comoda soprattutto nell’unità dei genitori visto che potrai portarlo con te in qualsiasi parte della casa senza dover cercare sempre una presa.

    Una cosa importante se il dispositivo incorpora una batteria è conoscere più o meno la durata di quest’ultima. Esistono modelli che possono arrivare fino a 7 o 8 ore però altri tuttavia non oltrepassano le 2 ore.

    In questo ultimo caso è imprescindibile che l’apparecchio disponga di un qualche tipo di allarme di batteria bassa per non perdere la comunicazione con il nostro piccolo senza saperlo.

  6. Altre funzioni

    Esiste un’altra serie di caratteristiche che possono risultare molto utili nel nostro dispositivo audio per controllo neonati:

    • Ninna Nanne: è molto utile per facilitare il sogno del bebè. La cosa ideale è che si possano riprodurre a distanza dall’unità dei genitori, ciò ti farà risparmiare sicuramente più di un viaggio nella stanza del tuo piccolo.
    • Sensore della temperatura e umidità/allarme: per conoscere la temperatura del luogo dove si trova il bebè. È anche interessante sapere se presenta allarmi per quando si superano i valori minimi o massimi.
    • Fissaggio della radiolina: molte volte, a seconda delle caratteristiche della stanza o della culla può essere difficile collocare l’apparecchio vicino al bambino. In questo caso sono molto utili i kit che incorporano certi modelli per poterli fissare alla culla o al mobile.

Le migliori radioline per bambini

La radiolina sorvegliabebè è una bella comodità per mamme e papà: trasmette a distanza pianti e rumori del bambino e così i genitori possono tenerlo sotto controllo anche quando sono in un’altra stanza, sul terrazzo o in giardino.

Ma quali sono i migliori modelli di radio per bambini?

Availand Follow Baby

Availand Follow Baby è dotato di telecamera motorizzata capace di seguire il movimento del bambino. È possibile orientare lo schermo LCD da 3,5 pollici anche manualmente, con rotazione fino a 360°. Grazie alla comunicazione bidirezionale, è possibile ascoltare il bambino, ma anche parlargli. Grazie ad una funzione apposita, le immagini sono visibili nitidamente anche di notte. Il baby monitor Availand offre la possibilità di scegliere tra 3 diverse melodie da utilizzare come ninna nanna e attivabili anche a distanza e programmare l’orario delle poppate. Misura 22 x 11 x 21 centimetri. È dotato di batterie con autonomia di 7 ore, ma può essere alimentato anche a corrente.

Distanza di trasmissione: 300 metri

Pro: questo baby monitor garantisce il massimo della sicurezza. Infatti, lo schermo si illumina al minimo rumore del bambino, e vi avverte anche quando la temperatura nella stanza non è ottimale.

Contro: alcuni utenti sostengono che la linguetta preposta per fissare il baby monitor sia poco resistente per una parete, ma perfetta per il lettino.

Motorola MBP 16

Baby Monitor con clip da cintura per l’unità genitore, con melodie e tecnologia DECT per evitare interferenze.

Motorola MBP8 è consigliato perchè provvisto della modalità eco, grazie alla quale permette di ridurre il consumo di energia, mantenendo la potenza della trasmissione. La tecnologia DECT, con microfono ad alta sensibilità, consente un audio senza interferenze e un collegamento totalmente sicuro e privato. Dispone di luce notturna integrata, per rassicurare il bambino durante la notte e consentirgli di riposare serenamente. Funziona tramite corrente elettrica. Ha dimensioni compatte e non occupa molto spazio, misura 8,5 x 5,5 x 11,5 centimetri. Per questo motivo, è possibile portarlo anche in viaggio.

Distanza di trasmissione: 50 metri

Pro: questo baby monitor è ideale per chi ha bisogno di un prodotto di medio livello, con un buon audio e trasportabile ovunque.

Contro: questo modello di baby monitor è provvisto solo di audio e non ha funzionalità accessorie. Per questo motivo è consigliato come dispositivo da portare in vacanza.

Chicco Smart 260

Chicco Smart 260 è tra i più richiesti dagli utenti. Questo modello è dotato di telecamera funzionante anche nelle ore notturne, grazie alla presenza degli infrarossi. Le immagini sono visualizzabili nitidamente sullo schermo da 2,4 pollici. Misura 23 x 9,5 x 18,5 centimetri e non occupa molto spazio. Grazie alla base sufficientemente larga, è possibile posizionarlo ovunque. È alimentabile tramite corrente elettrica, ma anche tramite batteria a litio, con la quale ha un’autonomia di 3 ore circa. È dotato di sensore di temperatura. È possibile attivare 5 diverse melodie da utilizzare come ninna nanna e, se necessario, accendere una piccola luce notturna regolabile secondo due intensità.

Distanza di trasmissione: 160 metri

Pro: grazie alla funzione infrarossi, il bambino sarà sempre sotto stretta sorveglianza, anche al buio. Inoltre, le batterie consentono di utilizzare il dispositivo anche nelle situazioni di emergenza, come il black out.

Contro: nella confezione non è presente un kit per fissare il dispositivo alla culla o alla parete, ma può essere acquistato a parte.

Philips Avent

Philips Avent è realizzato con Tecnologia A-FHSS. È dotato di schermo a colori 3,5 pollici. È possibile ingrandire l’immagine tramite lo zoom 2X per avere una visuale più dettagliata. Grazie agli infrarossi, le immagini saranno nitide anche di notte. Inoltre, grazie alla comunicazione a 2 vie, è possibile sentire la voce del bambino, ma anche parlargli. Per garantire la serenità del bambino, inoltre, è possibile azionare una ninna nanna a scelta tra 5 melodie e la luce notturna. Misura 22,4 x 18,8 x 10,8 centimetri. Una vibrazione avvisa in caso di temperatura non idonea all’ambiente o di assenza di segnale. In caso di black out, è possibile utilizzare la batteria con autonomia di 10 ore, ricaricabile tramite USB e attivabile con risparmio energetico.

Distanza di trasmissione: 300 metri

Pro: grazie alle numerose funzionalità tecnologiche, questo baby monitor è estremamente sicuro e affidabile. In effetti, è tra i più richiesti al momento.

Contro: il prezzo di questo baby monitor è più elevato degli altri, ma è giustificato dall’alta tecnologia di cui dispone.

Baby Monitor per bambini e neonati

I baby monitor sono apparecchi utili a controllare un bambino a distanza. Capita spesso di rimanere soli in casa con un neonato e dover conciliare il controllare il proprio bambino e pulire casa. Il baby monitor vi permette di allontanarvi dalla stanza dove si trova vostro figlio senza perderlo di vista. Può aiutarvi a controllarne solo il respiro e la voce o addirittura a guardare cosa sta facendo in ogni momento. Così, mentre lui o lei dorme o sta giocando, voi potrete dedicarvi alla casa o rilassarvi sul divano.

Per sapere quale modello scegliere, dovete tenere conto di quali sono le vostre esigenze e qual è il grado di sicurezza che volete raggiungere, oltre che della distanza da dover coprire e della portata di segnale di cui avete bisogno. Può essere sufficiente un baby monitor audio, potreste aver bisogno della funzione video o, addirittura, potrebbe essere necessario avere un baby monitor wireless, se avete bisogno di monitorare la situazione a grande distanza. In alcuni casi, questo strumento potrebbe rivelarsi utile anche per permettere ai nonni lontani di vedere il loro nipotino, ad esempio. Qualsiasi sarà la vostra scelta, comunque, vi sarà facile essere accontentati. Vi basta dare un’occhiata alla categoria “baby monitor” proposta da Amazon per avere un’idea di quanto vasta sia la scelta a vostra disposizione.

E se vi state domandando come si utilizza un baby monitor, tranquilli, è davvero molto semplice. Una volta collegata la base alla corrente elettrica, vi basterà accendere il display del dispositivo e seguire le istruzioni che compariranno sullo schermo. In pochi secondi, il dispositivo sarà pronto all’uso e, se possibile, connesso ad internet.