Mamma Sto Bene!
lettino

Box da gioco e recinti per bambini da comprare

Hai mai pensato di comprare un box o i recinti per bambini?

Crescere è proprio un’esperienza meravigliosa e ogni bambino ama esplorare e fare le proprie esperienze alla ricerca di sempre maggiore conoscenza del mondo esterno e soprattutto autonomia. La crescita di tuo figlio ha un punto di svolta davvero importante e possiamo ritrovarla nel momento in cui il piccolo impara a gestire il suo peso e trova l’equilibrio per mantenere la posizione seduta. In questo specifico momento il bambino capisce che intorno a lui c’è un mondo intero da esplorare, osservare, capire e toccare. Proprio per questo motivo il bambino desidera ardentemente muoversi da solo e come ogni genitore sa è proprio questo il momento in cui si cerca di farlo giocare senza incorrere in pericoli e incidenti. I bambini sono molto curiosi a questa età e il mondo li ispira a cercare di toccare e a fare sempre cose nuove. Sicuramente un bambino che cerca di fare cose da solo e osserva oggetti nuovi fa sempre molta simpatia, ma questo implica anche alcuni pericoli per lui.

Ecco dunque che è bene essere sicuri di avere una casa 100% a prova di bambino con saponi e detersivi al sicuro in un armadietto alto o chiuso con lucchetto, oggetti di uso domestico giornaliero ben lontani dal piccolo e protezioni in tutte le zone più pericolose come gli spigoli del tavolo e le prese elettriche ad esempio.
Per tutte queste ragioni i recinti per bambini sono un’ottima soluzione per tutti i genitori che vogliono tenere il loro piccolo al sicuro..

I box per bambini sono costituiti da recinzioni di varia dimensione che possono essere posizionati in qualsiasi zona della casa. I recinti per bambini possono essere i tradizionali box composti da una rete e una superficie rialzata in cui i bambini possono giocare oppure possono essere de veri e propri recinti. Questi ultimi sono costituiti da pezzi di varia dimensione combinabili tra loro, potete attaccarli e staccarli in base alla forma che volete dare al recinto. Mentre il piccolo sta nel recinto la mamma può dedicarsi alle faccende di casa, sbrigare faccende, leggere, guardare la tv o qualsiasi altra attività mentre il bebè interagisce in uno spazio sicuro. Ecco dunque che grazie al recinto potete anche stare sicuri, il bambino non andrà a mettere le mani nella presa della corrente né gattonerà fino allo sportello con la candeggina. Potete iniziare ad usare il recinto quando i piccoli iniziano a gattonare, potete solleticare il loro interesse inserendo uno alla volta degli oggetti che possono toccare, guardare, mettere in bocca.

Il recinto per bambino è un dispositivo molto utili per far svagare i bambini in completa sicurezza mentre voi vi riposate senza l’ansia di dover controllare costantemente che il piccolo non si faccia male.

I migliori box e recinti per bambini

Esistono tantissimi modelli di recinto per bambini e ovviamente i brand più famosi come ad esempio Chicco, Cam, Inglesina, Foppapedretti e molti altri sono sicuramente una sorta di vera e propria garanzia per la sicurezza del bambino. Inoltre questi brand producono recinti per bambini sicuri, resistenti e che resisteranno a lungo nel tempo. Nei maggiori ecommerce online di prodotti per bambini potrete direttamente confrontare i vari modelli e leggere anche gli utilissimi commenti e feedback di chi ha già comprato e usa quel determinato prodotto per neonato che volete acquistare.

I recinti e i box per bambini sono sempre più utilizzati, anche se spesso possono essere oggetto di pareri anche molto diversi tra lodo. Infatti anche se alcuni lo ritengono un prodotto che “obbliga” il bambino a stare in un luogo con costrizione, è anche vero che al giorno d’oggi i recinti per bambini sono delle soluzioni comode e funzionali per tenere al sicuro il proprio bebè in un ambiente per lui stimolante e confortevole.

Tutte le opinioni sono da rispettare, sia che si tratti di un genitore che è contrario all’uso del recinto, sia che invece la mamma o il papà sia a favore dell’uso di questi dispositivi per bambini. 

Anche se la parola “recinto” non possiede certamente una connotazione positiva e magari tende a evocare delle immagini non di certo consone per un bambino, c’è da dire che al di là della terminologia i recinti sono veramente utili e se utilizzato per un periodo di tempo ragionevole e nei modi più opportuni è un ottimo supporto alla vita domestica nelle famiglie con figli molto piccoli.

Arriva infatti sempre durante la crescita il momento in cui i bambini sentono una forte spinta verso l’esplorazione e l’autonomia del movimento e per quanto la vostra casa possa essere un luogo sicuro, ci sono sicuramente dei momenti in cui sapere che il proprio piccolo è al sicuro all’interno di un recinto a giocare è un grande sollievo mentre magari ci si può dedicare ad altro ma senza mai perdere l’attenzione verso quel che succede all’interno del recinto per bambino.

È quindi bene ideare e costruire il recinto come uno spazio di libertà e un nido sicuro in cui il bambino può esplorare e dare sfogo alla sua curiosità, non come una gabbia dove rinchiuderlo quando non si ha voglia di stare con lui o lei.

Vi consigliamo pertanto di organizzare l’area all’interno in modo funzionale per avere la certezza che il piccolo abbia lo spazio di cui ha bisogno per muoversi e giocare, al suo interno potere inserire qualche gioco ma senza esagerare o non potrà muoversi e non saprà verso cosa indirizzare la sua attenzione. Meglio dargli un gioco alla volta da toccare e conoscere bene.

Quando volete mettere il bimbo nell’area delimitata dal recinto per bambini vi consigliamo di farlo molto lentamente e dandogli tante tranquillizazioni e rassicurazioni sul fatto che la mamma non lo sta abbandonando ma che il recinto è uno spazio divertente e tutto suo. Una volta all’interno parlategli in modo affettuoso e lui starà benissimo.

Alcuni bambini tendono ad agitarsi quando non vedono più la loro mamma, è sempre bene quindi restare all’interno del loro campo visivo. Inoltre questo vi permetterà di gettare un occhio alla situazione ed essere sicure che stia andando tutto per il meglio.

Se la vostra casa include un giardino o una terrazza potete montare il recinto all’esterno quando ci sono belle giornate soleggiate, il piccolo ne sarà felice.

Se utilizzate il recinto in giardino, in balcone o sul vostro terrazzo potrete dare modo al bambino di prendere un po’ d’aria e fargli conoscere alcune prime piccole cose della natura come ad esempio i fiori, le piante, gli uccellini e le farfalle. Se il bambino è più grandicello potreste anche mettere sulla superficie di fondo della sabbia e farlo giocare così: vedrete che si divertirà tantissimo.

È meglio il box o il recinto per bambini?

Anche se le funzioni sono pressoché le stesse, possiamo comunque dire che il recinto offre maggiori possibilità di personalizzazione e si adatta meglio a tutte le vostre esigenze. Potete infatti modulare il recinto combinando le varie parti in forme differenti in base allo spazio che avete a disposizione in quello specifico giorno. Con un box questo è praticamente impossibile perché si tratta di una struttura unica e fissa che non si può smontare.

Il grande vantaggio del box è che questo possiede una morbida superficie di appoggio completamente a sé stante, isolata dalle mattonelle o dal pavimento di casa. Il bambino starà comodissimo su questa pedana in gommapiuma qui potrà sedersi comodamente, sdraiarsi, gattonare e giocare come meglio vorrà. Il recinto per bambini viene invece appoggiato direttamente sul vostro pavimento di casa e quindi consigliamo di utilizzare un bel tappeto morbido e igienizzato. Attenzione sempre alla pulizia del tappeto, può ospitare spesso gli acari, polvere e sporcizia: per questo è sempre bene pulirlo attentamente e igienizzarlo con il napisan o prodotti per la sanificazione dei tessuti .

Molte mamme usano invece una coperta al posto del tappeto, ma anche questa deve essere lavata frequentemente e rispetto al tappeto potrebbe risultare più scomoda per il bambino che muovendosi la può spostare, rigirare e accartocciare  

Il recinto rispetto al box per bambini ha anche un notevole vantaggio a livello psicologico che non bisogna assolutamente sottovalutare. Tutti i recinti sono infatti dotati di un simpatico cancelletto che la mamma o il papà possono aprire e chiudere. Questo fa sì che il bambino non percepisca il recinto come uno spazio di completo isolamento dal mondo esterno (come invece può succedere con il box), a che lo veda in connessione con tutto quel che lo circonda.

Scegliere box e recinti per bambini

Se dovete scegliere il miglior recinto per bambini ci sono alcuni elementi su cui vi consigliamo di riflettere prima di iniziare a guardare i vari modelli e confrontare le varie caratteristiche dei recinti per bebè:

  • il recinto deve essere sicuro in ogni sua parte
  • lo spazio deve essere ampio per il piccolo
  • non deve essere difficile da usare
  • il recinto deve essere robusto e resistente agli urti
  • deve avere un’ottima stabilità
  • i materiali in cui è realizzato non devono essere tossici

Il primo fattore da tenere assolutamente in considerazione riguarda le certificazioni europee in materia di sicurezza: il recinto per bambini che volete acquistare deve essere assolutamente in linea con le attuali normative in termini sicurezza. Vi consigliamo inoltre di optare per un modello costituito da componenti modulari, in questo modo potrete creare lo spazio migliore basandovi sulle vostre esigenze allargando l’area di gioco o allungando e restringendo in base alle necessità e allo spazio che avete a disposizione in quel dato momento.

Senza ombra di dubbio il grande beneficio di comprare un recinto per bimbi è la facilità con cui lo si smonta e rimonta ogni volta. Inoltre quando non lo state usando potete semplicemente impilare i vari moduli che lo compongono e metterli in un angolo di casa, non occuperanno molto spazio e saranno pronti ad essere usati quando volete voi.

In linea di massima i recinti per bambini sono fatti in legno o in plastica dura: vi consigliamo tuttavia di verificare sempre che le vernici usate non siano tossiche, proprio per questo motivo è bene affidarsi sempre alle migliori marche di prodotti per bambini.

Il cancelletto del recinto non deve essere apribile dal piccolo, ma allo stesso tempo dovete poter aprirlo facilmente in poche mosse. Fate attenzione, il blocco di chiusura deve stare all’esterno del cancellato, in questo modo il bambino non potrà aprirlo neanche accidentalmente.

I componenti del recinti devono essere sicuri, solidi e stabili perché devono garantire equilibrio anche se il bambino prova a buttarli giù. Verificate attentamente che non siano presenti angoli pericolosi e spigoli vivi, né ovviamente parti taglienti con cui il piccolo si potrebbe ferire e tagliare.

Spesso i moderni recinti sono in tanti colori diversi, soluzioni ideali per stimolare la fantasia e il pensiero di un bambino così piccolo. Molti modelli mettono a disposizione nel kit anche delle morbide forme da toccare e piccoli giochini adatti a quell’età.

Con i recinti modulari potrete costruire per il vostro bambino piccolo uno spazio molto sicuro, largo il giusto per farlo muovere autonomamente e in questo modo potrà iniziare ad esprimere sé stesso giocando e esplorando il suo piccolo mondo. Inoltre se capite che avete bisogno di uno spazio più grande potrete ampliare il recinto, sono molte le marche che vendono moduli extra  per dare maggiore spazio al piccolo a mano a mano che cresce e ha bisogno di più spazio.