Mamma Sto Bene!

Prendere il treno con i bambini

Viaggi in treno con bambini: si può fare?

Il viaggio in treno rappresenta per i bambini un’esperienza interessante e divertente, ma se non si scelgono il giusto itinerario e i comfort adeguati può diventare faticoso sia per i grandi che per i piccoli. Trenitalia ha certamente pensato, negli ultimi anni, a rinnovare la sua offerta per le famiglie, ampliando i servizi a bordo per i più bambini, per rendere l’esperienza del viaggio su binari sempre più piacevole e confortevole per i piccoli viaggiatori.

Itinerari in treno con bambini

Il viaggio in treno può essere piacevole, soprattutto se ci si diverte con colori, disegni, puzzle, giochi da viaggio, wifi libero e film, ma vi sconsigliamo di affrontare lunghi viaggi su rotaie perché in fondo i bambini dopo troppe ore costretti sui seggiolini possono cominciare a diventare irritabili e snervanti. Ecco qualche itinerario consigliato in treno per regalare a se stessi e ai bambini una piacevole esperienza di viaggio e scoperta.

  1. Treno della Bernina: un percorso di circa 2 ore che dall’Italia arriva in Svizzera (da Tirano a St Moritz) lungo la tratta chiamata “Ferrovia Retica” immersa tra le montagne e scorci meravigliosi. I bimbi fino a 6 anni possono caricare a bordo la loro bicicletta gratuitamente.
  2. Trenino storico Genova Casella: un percorso lungo 25 chilometri fatto lentamente che parte da una minuscola stazione di Genova per raggiungere Casella, un piccolo paesino dell’entroterra.
  3. Treno Natura in Val D’Orcia: uno storico e meraviglioso treno d’epoca a vapore a bordo del quale scoprire le meraviglie della Val D’Orcia e raggiungere borghi e colline.

Sai che esistono tanti treni d’epoca bellissimi per un viaggio con i tuoi bambini?

Sui treni a carbone, o a gasolio, i ricchi passeggeri di un tempo consideravano il massimo del lusso viaggiare il più lontano possibile dalla ciminiera della locomotiva, chi dovesse prenotare un viaggio di questo tipo con i bambini, tenga presente che qualche carrozza di differenza può allontanare dal fumo e rendere ancora più godibile l’intera esperienza.

La ferrovia Vigezzina o Delle Cento Valli Inaugurata nel 1923, 52 km di linea. Il treno parte da Domodossola e arriva fino a Locarno in Svizzera, cittadina sulla riva Nord del Lago Maggiore. Per il tratto italiano il treno attraversa la Valle Vigezzo mentre dal tratto svizzero attraversa l’area Centovalli. Il percorso è tranquillo e non prevede particolari sballottamenti vista la bassa velocità, pensata proprio per il turismo. La Ferrovia Vigezzina è Il treno giusto per chi cerca un mezzo di trasporto per ammirare il paesaggio in tutta serenità. Durante l’autunno il percorso diventa magico: tutta la zona si tinge dei colori splendidi del foglie, cosicché il treno è diventato famoso come il treno del foilage.

Nei dintorni del Lago d’Iseo ci sono alcuni itinerari adatti agli amanti dei treni e della natura, noti come Ferrovia del Lago o ferrovia del Basso Sebino , sono sia itinerari fatti con il treno elettrico storico sia con un treno a vapore, A novembre e dicembre lo stesso ente organizza le corse sui treni elettrici storici verso il Mercatino di Natale di Trento e a febbraio quelle verso il Carnevale di Venezia.

Viaggiare in treno con bambini

Uno dei disagi maggiori quando si viaggia con i bambini è rappresentato dagli sposta-menti, perché oltre ai bambini devi provvedere al trasporto dei bagagli, che rendono il compito spesso molto arduo. Per avere più libertà di movimento, e prestare maggiore attenzione ai bimbi, ti consigliamo di utilizzare dei bagagli a spalla, uno per te e uno per il tuo partner, un borsone a tracolla, da sistemare sul manico del passeggino, e al massimo un trolley, di quelli con 4 rotelle (in grado di essere trascinato facilmente).

Per quanto riguarda il passeggino, opta per uno di quelli con chiusura ad ombrello, ma-gari dotato di sacca per il trasporto a spalla. Avere un passeggino leggero, che si chiuda anche solo con una mano, e che occupi poco spazio, è un enorme vantaggio, che dovresti sfruttare. Se il bambino ha dai 6 ai 12 mesi, potresti considerare l’idea di acquistare un marsupio che lascia un’ampia possibilità di azione e movimento.

Quando viaggi in treno, e in generale quando usi i mezzi di trasporto pubblici, devi tenere conto anche degli altri passeggeri, che non necessariamente sono disposti a sopportare la confusione ed i disagi generati dai tuoi bambini. Per ridurre al minimo il disagio e le tensioni cerca di tenere occupati i tuoi pargoletti, portando con te un album da colorare, un tablet con il quale mostrare i cartoni animati, o qualsiasi altro gioco e passatempo che funzioni con loro. Il viaggio stesso può diventare un gioco, semplicemente invitando i tuoi figli a contare gli alberi, oppure le gallerie, le stazioni in cui il treno effettuerà delle fermate.

I treni moderni, in particolare quelli che viaggiano sulla linea dell’alta velocità, sono dotati di tutti i comfort, dai servizi igienici a quelli di ristorazione, il che sulla lunga percorrenza è un grosso vantaggio. Se, ad esempio, devi riscaldare il latte da dare al bambino, puoi chiedere agli addetti al servizio ristorazione tale cortesia, e lo stesso vale se devi scaldare la pastina. Se i tuoi bambini sono ancora in età da pannolino, verifica che il treno abbia il bagno con fasciatoio.