Mamma Sto Bene!
cattivi voti a scuola

Bambini e brutti voti a scuola, come comportarsi

Tuo figlio non va bene a scuola e prende brutti voti? Rimanere positivi e trovare il tempo per aiutare potrebbe ispirare l’amore per l’apprendimento. Qui ti diamo tante idee interessanti per supportarlo e aiutarlo a migliorare.

“Ho studiato così tanto, Mamma!” tuo figlio di sette anni piange, tirando fuori un brutto compito dal suo zaino. Il suo voto? Un misero cinque e mezzo. “Odio la scuola!”.

Come dovrebbe rispondere una mamma in queste situazioni?

I genitori e i piccoli studenti dovrebbero imparare a vedere i voti come semplici commenti e annotazioni di percorso. L’approccio al voto al giorno d’oggi è più strategico di un tempo, volto a valutare come uno studente sta progredendo con gli obiettivi di apprendimento stabiliti nel curriculum. Una mamma dovrebbe aiutare i bambini a identificare ciò che stanno facendo bene e ciò che richiede più lavoro, piuttosto che enfatizzare le risposte giuste e sbagliate.

Questo non significa che non ci saranno consequenze. I voti in lettere o numeri sono usati su pagelle e compiti, ma devono essere visti come parte di uno schema più ampio, un’istantanea dei progressi degli studenti in quel particolare momento.

Un bambino che sta ottenendo voti deludenti potrebbe aver bisogno di supporto extra per l’apprendimento.

Cosa fare se tuo figlio prende brutti voti

Resta nel giro della classe. Molti insegnanti usano e-mail, newsletter, pagine Web e riviste di apprendimento per tenere i genitori aggiornati su ciò che sta accadendo in classe. Assicurati di leggere tutto questo materiale e porre domande quando è necessario. I genitori sono sempre invitati a chiamare o inviare annotazioni per osservare, dare una mano o fare una chiacchierata con le maestre.

I bambini non dovrebbero avere molti compiti a casa, ma ci possono essere momenti in cui una pratica extra li aiuterà a capire un nuovo concetto. Se tua figlia ha difficoltà a capire come funzionano i soldi e il conteggio di euro e centesimi, potreste giocare al negozio o ad un gioco da tavolo che prevede il conteggio di denaro.

Bambini che vanno male a scuola

Se la lingua è il problema, trova il tempo per leggere ogni giorno e parla di ciò che stai leggendo. Questo può essere stimolante con un lettore riluttante, invece se tuo figlio ama già leggere puoi regalargli un libro relativo ad un’attività preferita  per offrire incoraggiamento. Il segreto è rendere la scuola divertente e dinamica.

Puoi cercare buoni giochi e programmi online che aiutino con l’alfabetizzazione e la matematica. È importante lavorare attraverso queste attività con i tuoi figli per assicurarsi che le abilità vengano rafforzate.

Se sei preoccupato per i progressi di tuo figlio, la scuola può aiutarti. L’insegnante potrebbe consigliare delle lezioni private o un buon doposcuola.

Insegna ai bambini che si impara dai nostri errori e la capacità di riprendersi e andare avanti dopo il fallimento è un’abilità di cui tutti i bambini hanno bisogno. I genitori devono essere buoni allenatori, in modo che i bambini imparino a sopravvivere a un brutto voto, a imparare da esso e a migliorare.

Chiedi cosa è andato storto. Questo incoraggia i bambini ad autovalutarsi. Il più delle volte sanno dove sono inciampati.

Quindi chiedi: “Come posso aiutare la prossima volta? Di cosa hai bisogno per renderlo migliore? “

Coltiva altri talenti

È importante che gli studenti che lottano per riuscire in classe possano sperimentare il successo in altre parti della loro vita – imparare a suonare il tamburo, giocare a calcio o a tennis. La spinta della fiducia può riversarsi poi in altre aree, inclusa la scuola.

Parla delle cose che gli piacciono. Questo aiuta l’autostima dei bambini  e sapere che stanno eccellendo in altri aspetti della vita gli consente di celebrare cose come condividere, dare una mano, avere un atteggiamento positivo, essere educato. Queste abilità di vita aiuteranno il tuo bambino mentre cresce.

Infine, è importante mantenere le cose in prospettiva. Lo strano punteggio basso non dovrebbe mai essere un motivo per mettere a terra o punire un bambino. Riconosci lo sforzo del bambino, poi mettilo via e vai avanti.

Brutti voti a scuola

Un bambino intelligente non si traduce sempre in una buona pagella. Sembra una logica distorta, ma in realtà ci sono molti bambini “intelligenti” che non ottengono i voti che i genitori si aspetterebbero.

Cosa sta succedendo?

Molti genitori non sono sicuri di come aiutare quando i voti dei loro figli iniziano a scivolare, specialmente se in passato hanno ottenuto buoni voti. Quando ciò accade, sapere come riportare il bambino in carreggiata può essere difficile – dopo tutto, ci sono una serie di ragioni per cui gli studenti possono ricevere voti scadenti.

I cattivi voti non sono sempre perché tuo figlio non capisce la lezionee. In alcuni casi, quando gli studenti non sono sufficientemente sfidati dalla materia e dal modo di affrontarla della maestra, ciò può effettivamente portare a voti scadenti. Se tuo figlio non è stato stimolato abbastanza, potrebbe trovarsi noioso in classe. Ciò può portare a problemi di attenzione in classe che si traducono in prestazioni scadenti e voti in calo.

Perchè i bambini vanno male a scuola

Le aule sono piene di distrazioni che possono rendere difficile per gli studenti concentrarsi su ciò che stanno imparando. Per alcuni studenti, queste distrazioni sono difficili da mettere a punto, il che può portare alla perdita di informazioni importanti che dovranno conoscere in futuro per test imminenti o concetti avanzati.

Alcuni studenti semplicemente non testano bene, non importa quanto siano intelligenti. Molti di questi studenti soffrono di quella che viene chiamata ansia da test. Anche se conoscono la lezione, il pensiero di un test provoca una travolgente sensazione di stress che rende difficile per loro esibirsi nel miglior modo possibile.

Per molti studenti, il problema dei voti bassi si riduce a abitudini di studio inefficaci. Sia che stia aspettando l’ultimo minuto per studiare o che non comprenda adeguatamente la lezione le cattive abitudini di studio hanno un grande impatto sul rendimento degli studenti.

Molti studenti intelligenti tendono anche ad essere perfezionisti perchè vogliono sempre esibirsi al meglio. Ma esercitare così tanta pressione su se stessi può portare a stress e scarsa fiducia in se stessi. Di conseguenza, possono partecipare meno in classe e procrastinare quando si tratta di completare i compiti: una ricetta per più stress, meno tempo e voti più bassi.

Alcuni studenti hanno difficoltà a tradurre i loro pensieri in parole, sia che parlino ad alta voce o che li scrivano. Il tuo bambino potrebbe avere una forte conoscenza del materiale che semplicemente non si traduce correttamente nei suoi compiti e compiti scolastici.

Scarse capacità organizzative possono portare a una maggiore frustrazione, a livelli più elevati di stress e a voti più bassi. Senza buone capacità organizzative, anche i bambini più intelligenti avranno difficoltà a pianificare e prepararsi adeguatamente per i prossimi test e incarichi. Il risultato? Hai indovinato, voti scadenti.

Raggiungere buoni voti richiede tempo e fatica. Molti studenti hanno difficoltà con i voti bassi nei test perché semplicemente non si sono presi il tempo per prepararsi correttamente. Il problema di base qui è di solito scarsa capacità di gestione del tempo. Man mano che avanzano attraverso la scuola per affrontare materie più difficili e un carico di lavoro maggiore, anche i bravi studenti possono iniziare a vedere i loro voti scivolare a causa della mancanza di una corretta gestione del tempo e della preparazione.

Molti studenti molto brillanti lottano con qualche tipo di difficoltà di apprendimento, sia nella scrittura, nella lettura, in matematica o in un’altra area. Scarsi voti in una determinata area non significano necessariamente che tuo figlio abbia difficoltà di apprendimento. Ma se lui o lei lottano costantemente e non hanno visto miglioramenti, una difficoltà di apprendimento potrebbe essere parte del problema.