Mamma Sto Bene!
motivazione bambini

Come mantenere i tuoi bambini motivati

Convincere i tuoi figli a fare cose che non vogliono fare può essere una sfida. E farli smettere di fare le cose che non vuoi che facciano possono essere ancora più complicati.

Abbiamo chiesto agli esperti che hanno decifrato il codice di ciò che fa (e cosa no) spinge i bambini a migliorare il loro comportamento per condividere la loro saggezza.

Riconsiderare i premi

Ovviamente, dare dei premi ai bambini a volte può essere temporaneamente utile per far fare loro qualcosa come imparare i problemi di matematica o imparare ad usare il vasino. È vero che i premi motiveranno le persone a svolgere attività, affermano gli esperti, ma quello che succede è che il comportamento diventa dipendente dalle ricompense e si fermerà quando i premi si fermeranno. Gli adulti vanno al lavoro per essere pagati, ma se la paga si fermasse, smetterebbero di andare al lavoro.

Questo è vero anche se un’attività è piacevole. I ricercatori del settore hanno scoperto che quando i bambini che si divertivano a disegnare con i pennarelli venivano pagati per farlo, smettevano di usarli quando non erano più pagati. In altre parole, la ricompensa ha in qualche modo spento la loro passione.

Mentre usare dei premi per compiti a breve termine non è dannoso per cose come impedire a tuo figlio di smettere di fare i capricci su un aereo, i premi esterni non costruiranno il carattere di tuo figlio o daranno il valore di tenere la sua stanza organizzata, per esempio, o di addormentarsi in un ora decente. Cosa fa? Incoraggiandolo a seguire la direzione di ciò che lo fa sentire bene dentro di sé – come la soddisfazione in un’abilità appena appreso o un lavoro ben fatto. Non ha solo più successo a lungo termine, ma rende anche il nostro bambino felice lungo la strada dell’apprendimento ed ispirato. Quando un bambino impara ad andare in bicicletta, di solito è così elettrizzato dalla sua nuova abilità e desideroso di farlo, può essere difficile convincerlo a smettere. Quella sensazione di maestria è tremendamente motivante.

Avere conversazioni significative con loro

Le conversazioni individuali con tuo figlio sono fondamentali per attingere alla motivazione intrinseca di un bambino, afferma l’esperto. I bambini sono naturalmente curiosi e ciò li invita a capire perché qualcosa ha un senso, e questo tipo di motivazioni può fare appello al loro intelletto.

Paola, che ci scrive da Napoli, dice che spesso corrompe i suoi figli a comportarsi mentre fa la spesa con la promessa di un giocattolo della sezione dei giochini economici (quelli ad 1€, per intenderci), “perché funziona”. Ma confessa che i bambini di solito si comportano molto meglio con suo marito, Bruno, che non li corrompe ma invece fa di tutto una lezione di vita. Dopo che i bambini hanno ripulito la loro stanza, Bruno fa sempre notare quanto è bello, dice Paola, e quanto sarà importante per loro da adulti sapere come mantenere le loro cose pulite e organizzate.

Se i tuoi figli non si preoccupano del compito da svolgere sin dall’inizio, si consiglia ai genitori di cominciare a vederlo dal punto di vista di tuo figlio. Quindi parla dell’importanza dell’attività in modo rispettoso. Se tuo figlio non vuole pulire la sua stanza perché è stanco della pratica del calcio, dì: “Perché non ti riposi e dopo cena puoi riassettare la tua stanza in modo da poter trovare tutto il necessario per fare i compiti? ” Astenersi dall’usare un linguaggio come “dovresti” e “devi”, consiglia l’esperto, e offrire di essere lì per aiutare i bambini quando ne hanno veramente bisogno.

Chiedere a tuo figlio come ci si sente a svolgere un compito particolare mentre lo sta facendo può anche contribuire al tipo di atmosfera felice che fa desiderare ai bambini di collaborare. Domande come “Cosa pensi di fare i compiti da solo?” e “Come ti fa sentire aver finito quel compito adesso?” può portare i bambini a intuizioni che non avrebbero potuto avere altrimenti sulle loro realizzazioni. Un’altra strategia efficace per far sì che i bambini trasformino una cattiva abitudine in una buona: mostra empatia chiedendo come puoi aiutare. Mette il genitore e il bambino dalla stessa parte contro il comportamento problematico, piuttosto che avviare una battaglia.

Esprimere apprezzamento

Diciamo che tuo figlio si è svegliato quando è scattata la sveglia e si è preparato per la scuola da solo. Oppure è rimasto a letto tutta la notte invece di svegliarti alle 3 del mattino e saltellare sul tuo letto. Assicurati di fargli sapere quanto apprezzi i suoi sforzi e non dimenticare di aggiungere quanto è bello andare con lui a scuola senza sentirsi affrettato, o quanto ti senti riposato da quel sonno notturno ininterrotto.

I bambini vogliono compiacere i loro genitori, in quanto quel senso di connessione è fortemente motivante. Lodate i vostri figli quando lo intendete, ma state attenti a come lo fate; concentrarsi sullo sforzo e sulla crescita più che sul risultato. Inoltre, quando raggiungono degli obiettivi importanti o sono i protagonisti ad esempio della recita scolastica, fai attenzione che il tuo piacere non li sommerga, dice. Vogliamo che l’eccitazione sia la loro, quindi non riguarda solo noi.

Domande frequenti

Qual è il malinteso più comune sui bambini e sulla motivazione?

Fino a poco tempo fa, i ricercatori ritenevano che il fattore principale nel successo di un bambino fossero le capacità cognitive, il tipo di intelligenza che viene misurata sui test del QI, comprese le abilità di riconoscere lettere e parole. Ma nelle visite con psicologi, dottori ed economisti in tutto il paese, abbiamo appreso che hanno identificato le qualità più importanti che conducono al successo: persistenza, autocontrollo, curiosità, grinta, coscienziosità, fiducia in se stessi e ottimismo.

Come possiamo aiutare i bambini ad acquisire queste abilità?

Avere una relazione forte con il tuo bambino potrebbe essere ancora più importante di quanto pensiamo. Gli studi dimostrano che i bambini con un attaccamento sicuro ai loro genitori, anche di 3 e 4 anni, hanno una maggiore capacità di recupero e sono più autosufficienti. È anche importante ricordare che i punti di forza del personaggio come la curiosità e l’autocontrollo possono essere insegnati. Non appaiono magicamente come risultato di buoni geni. C’è molto che possiamo fare per influenzare il loro sviluppo nei bambini.

Hai riferito che i bambini hanno bisogno di incontrare il fallimento. Perché?

Hanno bisogno di sperimentare il processo di sbagliare e fallire, e poi di rimbalzare e riprendersi. Man mano che cresceranno, saranno molto più bravi ad affrontare battute d’arresto. Ho imparato che è possibile lasciare che i ragazzi falliscano, ma devono comunque essere emotivamente presenti per loro. È un equilibrio difficile da raggiungere, ma è esattamente ciò di cui i bambini hanno bisogno.

Letto dalle mamme