Mamma Sto Bene!
cucinare con bambini

Cucinare insieme con i bambini: perchè fa bene

I bambini dovrebbero imparare a cucinare. Dopotutto, è un’abilità di base per la vita e sentirsi a proprio agio in cucina è una cosa estremamente salutare. Se hai bambini molto piccoli permettergli di aiutarti a cucinare può essere un grande motivo di orgoglio. I bambini possono così infatti imparare cosa significa prendersi cura di sé stessi e degli altri assumendosi delle responsabilità e imitando la vita degli adulti che li circondano.

In cucina con i più piccoli

Ci sono tanti buoni motivi per incoraggiare i bambini a stare in cucina a qualsiasi età. Far cucinare i bambini secondo i pediatri è un’attività davvero importante e divertente che diventa un ottimo stimolo e un’occasione di crescita. Inoltre cucinare insieme ai bambini diventa un momento importante anche per gli adulti perchè rappresenta la possibilità di ritrovare l’entusiasmo nella routine giornaliera domestica e di fare qualcosa di piacevole con i propri figli.

Non tutti sanno che il gusto dei bambini inizia a svilupparsi nei primi anni di vita e quindi proporre a tuo figlio o tua figlia delle attività in cucina con mattarello e pentole lo aiuterà ad aprirsi verso nuovi orizzonti culinari e verso sapori da scoprire ogni giorno.

Quando i bambini preparano un piatto con le loro mani, avranno poi più piacere nel gustarlo e potrebbero persino decidersi ad assaggiare qualcosa di cui fino a quel momento non volevano sentir parlare. E’ inoltre importante capire che conoscere il cibo dal punto di vista nutrizionale e sensoriale è il primo importante passo verso sane abitudini alimentari.

Cucinare con i bambini fa bene

Tutti i bambini pensano che la cucina sia un posto magico dove gli ingredienti si trasformano in fantastici piatti di pasta, torte al cioccolato fatte in casa e dove tutto sia veramente possibile. Cosa c’è di più magico di un panetto di pizza che può lievitare e diventare una gustosa teglia di pizza filante?

Farina, uova, burro e latte singolarmente non suscitano mai grande entusiasmo, ma una volta diventati dei deliziosi biscottini avranno tutto un altro effetto. Per i bambini, infatti, creare qualcosa dalla materia grezza, impastare e dare forma a qualcosa che poi possono anche mangiare è un’attività estremamente gratificante e proprio per questo motivo è importante che gli adulti consentano ai più piccoli di dare spazio alla fantasia facendoli anche sentire liberi di sbagliare. Gli incidenti di percorso li aiuteranno a pensare e realizzare una soluzione stimolando allo stesso tempo la creatività e la loro capacità di affrontare le paure generate dagli errori. Questa straordinaria capacità aiuterà i bambini ad avere più fiducia in sé stessi superando la paura dello sbaglio.

Far cucinare i bambini significa favorire il loro naturale percorso di ricerca dell’autonomia. Infatti affrontano in modo attivo il passaggio dall’essere passivamente nutriti al preparare qualcosa per sé e a farlo anche per gli altri con dei benefici importanti per la propria autostima e la gestione delle relazioni umane.

Una grande occasione di crescita

Preparare una torta alle mele per la festa del papà o aiutare la mamma a pulire i fagiolini crea tra adulto e bambino un favorevole clima di confidenza e interazione che si basa su un’atmosfera serena e rilassata. In questi momenti potete creare infatti delle situazioni di dialogo e confidenze. In questo modo cucinare insieme può rivelarsi un momento di sereno confronto e un’occasione unica per arricchire il vocabolario dei bambini, i quali incuriositi dalla novità, riusciranno ad apprendere molto più rapidamente e con estrema facilità.

Imparare in cucina con i bambini

Cucinare insieme e scoprire come vengono preparati i piatti aiuta i bambini ad essere meno diffidenti verso il cibo e fa nascere in loro il desiderio di assaggiare e a sviluppare curiosità verso i vari ingredienti utilizzati. Questa diventa la base fondamentale per acquisire la consapevolezza che porta a buone abitudini alimentari.

Cucinare insieme può diventare anche un eccellente modo per dare delle lezioni di sostenibilità ai più piccoli. Questa può infatti diventare l’occasione per insegnare il rispetto delle risorse alimentari, dell’ambiente e dell’ecologia. Acqua, cibo ed energia sono beni preziosi da non sprecare e sono importanti nella vita di tutti i giorni.

Gioco mercato per bambini

La cucina e i cibi possono diventare l’ispirazione ideale per fare delle divertenti attività insieme come il gioco attività per bambini dedicato al mercato e a tutto quello che è possibile comprare.

Iniziate prendendo un cartoncino bianco e disegnate una tabella con i vari mesi raggruppati per stagione. Poi disegnate le varie verdure e i frutti di stagione e ritagliatele. Ogni volta che al mercato trovare un frutto di stagione incollatelo nella tabella e assaggiatelo preparando qualcosa. E’ tempo di arance? Preparate una fantastica insalata di arance e cipolle. Al mercato sono arrivati i carciofi? Potete preparare con i bambini dei carciofi ripieni con mollica e formaggio.

Prendete del tempo da dedicare ai bambini per fare un giro al mercato, se avete un orto provate a coltivare qualcosa a casa!

Al mercato fate due chiacchiere con i venditori e lasciate che i bambini osservino da vicino la frutta e la verdura sui banchi, insegnategli a riconoscere i vari frutti e a divertitevi insieme a fare la spesa in modo consapevole.

Ricette da fare insieme ai bambini

Ma che cosa si può preparare con i bambini? Che si tratti di merenda, pranzo o cena, ecco due idee divertenti per delle ricette da fare con i bambini.

Mini tartufi colorati

Questa è una ricetta senza cottura per delle golose palline di tartufino da mangiare insieme a merenda o dopo la cena con tutta la famiglia. I bambini saranno orgogliosi di mostrare quello che sono stati capaci di preparare al papà e agli altri membri della famiglia. Inoltre questa gustosa ricetta ti consentirà di sfruttare tutti quei pezzetti di biscotti che restano ogni volta sul fondo della scatola o della biscottiera.

Ingredienti

  • 150 g di biscotti secchi
  • 110 g di mascarpone
  • 70 g di burro
  • 130 g di zucchero a velo
  • 4 cucchiai di ricotta
  • 75 g di cacao
  • granella di zucchero colorata

Procedimento

  1. Schiacciare i biscotti riducendoli quasi in polvere come una farina, se l’avete in casa potete ricorrere all’uso di un minipimer. Se non ce lo avete potete metterli in un canovaccio e frantumarli quindi con un matterello.
  2. In una ciotola mescolate il mascarpone e il burro amalgamandoli bene fino a quando non avrete ottenuto un composto omogeneo, aggiungere lo zucchero a velo e la ricotta continuando a mescolare.
  3. Lavorare l’impasto per 15 minuti girandolo a mano con un cucchiaio di legno
  4. Aggiungere cacao e biscotti secchi sbriciolati. L’impasto deve diventare denso.
  5. Prendere un cucchiaino di impasto e creare una pallina con le mani.
  6. Dopo aver creato tante palline, farle passare sulla granella di zucchero colorata in un piatto piano.
  7. Sistemare le palline in un vassoio per dolci e lasciarle quindi riposare in frigo per un paio di ore per far rassodare l’impasto.
  8. Servire a temperatura ambiente insieme ad un bicchiere di succo di frutta.

Ciambellone della mamma

Qual’è la più classica delle merende fatte in casa da tutte le mamme? Il ciambellone ovviamente. Questo dolce è infatti una merenda rapida da preparare e i bambini possono aiutarvi nelle varie fasi. Potete darlo ai piccoli da portare a scuola come merenda per la ricreazione o usarlo per una colazione domenicale gustosa con tutta la famiglia. Attenzione: inzuppato nel latte è buonissimo!

Ingredienti 

  • 360 g di farina
  • 1 bicchiere da 200 ml di olio di semi di girasole
  • 1 bicchiere da 300 g di zucchero
  • un bicchiere di latte
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 4 tuorli
  • scorza di limone (o fialetta di aroma di limone)

Procedimento

Potete preparare questa merenda in modo veloce con un robot da cucina o la planetaria versando gli ingredienti un po’ alla volta. Se a casa non avete questi strumenti potete sempre impastare a mano in una ciotola capiente. 

  1. Sbattere le uova con lo zucchero creando un impasto spumoso e senza granelli.
  2. Aggiungere l’olio senza smettere di mescolare.
  3. Aggiungere la farina un cucchiaio alla volta.
  4. Sciogliere il lievito in mezzo bicchiere di latte e aggiungerlo molto lentamente.
  5. Se l’impasto dovesse essere troppo denso è possibile aggiungere mezzo bicchiere di latte. Se l’impasto è liscio è pronto per essere infornato.
  6. Accendere il forno a 180° e portarlo a temperatura.
  7. Versare l’impasto in uno stampo da forno con foro al centro dopo averlo oliato e infarinato. Un’alternativa è utilizzare la carta da forno.
  8. E’ possibile fare il ciambellone bicolore versando nella teglia solo metà dell’impasto. L’altra metà nell’impastatrice diventerà la parte al cacao, basta aggiungere 5 cucchiai di cacao amaro e mescolare bene. Quando l’impasto sarà nero versarlo sopra a quello bianco nello stampo. Se si formano bolle d’aria si può battere leggermente lo stampo sul tavolo.
  9. Se i vostri bambini amano il ciambellone con una crosticina croccante sopra, allora basta spargere un paio di cucchiai di zucchero sulla superficie dell’impasto.
  10. Infornare il ciambellone per 40 minuti.
  11. Fate raffreddare e ricordare che se il ciambellone viene tagliato quando è ancora troppo caldo, allora il ciambellone si sbriciolerà.

 

Letto dalle mamme