Mamma Sto Bene!
fidanzatini

Fidanzatini e fidanzatine, cosa c’è da sapere

Hai iniziato a notare qualcosa di diverso in tuo figlio? Tua figlia si comporta in modo nuovo? Anche i bambini crescono, diventano adolescenti e ad un certo punto si innamorano. Le prime uscite pomeridiane, e poi anche gli appuntamenti serali, in falò estivi in spiaggia e i primi baci rubati agli angoli delle strade.

Non ti devi preoccupare, perchè questa è cosa assolutamente naturale e prima o poi una mamma deve fare i conti con i fidanzatini e le fidanzatine.

Il primo amore di tuo figlio o di tua figlia

Da mamma hai notato qualcosa di diverso nel comportamento di tuo figlio e di tua figlia, poi hai finalmente capito che si tratta del primo amore e tu non sai proprio come comportarti. Che cosa fare? La regola numero uno è quella di mantenere la calma e non pensare che stia succedendo qualcosa di grave perchè è tutto assolutamente normale, il naturale percorso di crescita e formazione di un ragazzo o di una ragazza.

All’inizio della loro adolescenza, i ragazzi cominciano a rapportarsi ai loro coetanei e ad esplorare i loro sentimenti. Te ne sarai accorta sicuramente dai loro sorrisi, dalle ore passate al telefono, dalle porte delle stanze chiuse mentre ascoltano musica romantica o bisbigliano con le loro amiche o i loro amici. E poi c’è un dettaglio fondamentale: escono più spesso e non vogliono dirti subito con chi. Non ti preoccupare, va bene così.

È semplice quindi per le mamme arrivare alla conclusione che i loro piccoli sono in quel momento delicato del primo amore, ed è importante comprendere che questi attimi non li scorderanno mai tra batticuore e lacrime.

Come comportarsi con il primo amore di un figlio

I genitori, soprattutto le mamme, spesso non sanno come devono comportarsi e vivono questo evento con difficoltà. Per mamma e papà non è semplice accettare questi cambiamenti, ma bisogna capire che i bambini crescono e non restano bambini per sempre. Altre volte capita che una mamma o un papà vorrebbe e pretende di poter entrare nella vita del figlio o della figlia innamorata anche quando gli stessi ragazzi lanciano chiari segnali e fanno capire che preferiscono tenere per sé il primo amore della loro vita.

Vorresti che tuo figlio o tua figlia si confidi con te e condivida le sue emozioni?

Se vuoi le confidenze, allora devi evitare di avere alcuni comportamenti_

  • non spiarli
  • non ascoltare di nascosto le telefonate
  • non guardare il loro cellulare
  • non forzarli a dire nulla

Infatti è importante imparare ad aspettare il momento in cui saranno loro ad avvicinarsi a te.

Se le tue preoccupazioni sono legittime, almeno all’inizio evita di tempestare il ragazzo o la ragazza con mille domande e di voler conoscere a tutti i costi il fidanzatino o fidanzatina. Ci sarà sempre tempo per questo. Se vuoi puoi proporre una pizza a casa con tutti gli amici di tuo figlio o di tua figlia (se lei o lui sono d’accordo) e sperare che il fidanzatino o la fidanzatina sia presente tra gli invitati. In questo caso è meglio evitare pettegolezzi e battutine che potrebbero mettere in imbarazzo tuo figlio o tua figlia.

La cosa più importante da fare è non sottovalutare mai i sentimenti dei figli, le emozioni non vanno sminuite in nessun caso. Anche se fosse solo una cotta passeggera, non sono gli adulti a stabilire il valore delle emozioni altrui.

Imparare a comunicare con gli adolescenti

Le basi della comunicazione, del rispetto e delle regole di comportamento sono un grande valore da dare e insegnare fin dalla prima infanzia in modo che nel momento in cui tuo figlio diventa un ragazzo e arriva all’adolescenza i genitori possono interagire nel migliore dei modi.

Ma come comportarsi con il primo amore dei figli? È importante che i ragazzi capiscano che quando ci si innamora è una cosa bellissima, ma questo non deve significare che si è liberi di dimenticarsi di tutto il resto. Non vanno trascurati infatti gli amici, i propri interessi, la scuola e lo sport. Infatti anche se è chiaro che adesso nasceranno priorità differenti rispetto a prima, le relazioni esclusive non sono dei rapporti sani né da adulti né da ragazzi.

Rispetta sempre le varie emozioni del ragazzo. Se tuo figlio o tua figlia torna a casa arrabbiato e si chiude in camera sua, rispetta il suo stato emozionale e quindi aspetta che sia lui ad uscire fuori e a comunicare. Se vuoi tendergli la mano e stabilire una connessione con lui o con lei, puoi semplicemente dire  “quando vuoi sai dove trovarci” invece di tempestarlo con troppe.

Nel momento in cui i figli si aprono e mostrano interesse al dialogo con te, ricordati di evitare frasi come ad esempio “te lo avevo detto”, “non fare questo” o “devi fare così”. Impara ad aiutarlo nella riflessione, dagli modo di mettersi nei panni dell’altro e a contestualizzare le varie situazioni della vita senza mai imporre comportamenti o cose da dire. Dai a tuo figlio o a tua figlia gli strumenti per superare il problema e trovare quindi la soluzione.

Cosa fare quando la storia finisce?

Può succedere che il primo amore finisca e tuo figlio ci stia malissimo. In questo caso mamma e papà non devono assolutamente sminuire quanto è successo, né minimizzare dicendo frasi scontate come “morto un papa se ne farà un altro”. Invece è importante far capire che stare male quando finisce un amore è normale.

Quello stato d’animo è infatti una reazione del tutto normale e comprensibile, un’esperienza comune a molte persone e da cui si può uscire, il tempo guarisce ogni cosa. Stare male dopo una rottura è capitato anche a te quando eri più piccola e sai bene quanto è brutto stare così male.

Come si può guarire? Dedicandosi ai propri amici, uscendo, concentrandosi su sport e scuola.

Con il tempo passerà. Un altro consiglio? Evita di insultare l’ex fidanzatino o la ex fidanzatina perchè probabilmente i sentimenti che tuo figlio o tua figlia provavano sono ancora lì e questo potrebbe davvero infastidirli. Inoltre insultare qualcuno dopo una rottura non è un atteggiamento maturo e insegna valori sbagliati.

Quando parlare di sesso con i ragazzi e le ragazze

Con l’arrivo dei primi fidanzati e delle prime fidanzate, un genitore si rende conto che forse è arrivato il momento di fare il famoso discorso sul sesso. Questo spesso risulta un momento terrificante. In realtà, una mamma dovrebbe preoccuparsi invece di non sapere quale sia la fonte e l’autorevolezza delle informazioni con cui un ragazzo o una ragazza riceve le delicate informazioni sul sesso.

Gli adolescenti hanno sempre tante domande sul sesso, ma la maggior parte di loro non se la sente e prova imbarazzo a parlarne con i suoi genitori. Quindi affrontare la questione nel modo giusto ha numerosi vantaggi per tutti. Parlare di sesso a tuo figlio significa favorire la consapevolezza riguardo ai rischi fisici ed emozionali e dargli degli strumenti importanti con cui iniziare l’esplorazione della propria sessualità in sicurezza.

Se i ragazzi imparano a parlare abitualmente con gli adulti di argomenti delicati come la loro sessualità, saranno poi in grado di farlo anche con i loro compagni e partner. Questo li porterà a costruire relazioni sane e oneste rafforzando allo stesso tempo l’autostima e rendendoli meno vulnerabili.

Letto dalle mamme