Mamma Sto Bene!
ragazza con skateboard

Giocattoli per bambini di nove anni

Quali sono i migliori giocattoli per bambini di nove anni?

A 9 anni, i bambini sono sempre più autonomi e passano volentieri la maggior parte del loro tempo libero con gli amici.
Cercano la loro approvazione e chiedono in regalo spesso quello che vedono nel loro gruppetto.

Ciò nonostante passano anche volentieri il tempo giocando con genitori, fratelli o parenti, per esempio con un bel gioco di società da fare tutti insieme.

Si sa anche che i bambini di nove anni sono in grado di comunicare i loro pensieri e le loro abilità linguistiche sono potenziate sia dall’interazione sia dalle maggiori capacità di lettura.

E’ importante quindi dare ai bambini di 9 anni giocattoli che aiutano ad espandere il loro vocabolario e che consentono loro di impegnarsi in giochi cooperativi per migliorare le loro abilità sociali.

Quali giocattoli si usano a nove anni

Tra i 9 e i 12 anni è il momento in cui il gioco diviene veicolo di socializzazione più duratura e quindi è l’epoca dei giochi di società e degli esperimenti scientifici condivisi. L’ambiente e le amicizie divengono decisive nella scelta e la concorrenza dei videogiochi è sempre più” spietata”. I giochi per bambini fra i 9 e i 12 anni favoriscono la socializzazione, la sfida intellettuale e la scoperta. È dai 12 ai 14 anni che muta il rapporto con il gioco, che si trasforma impercettibilmente in apprendimento di ”tecniche” e abilità sempre nuove. È importante che i ragazzi vengano posti in condizione di poter mediare tra le mode da un lato e le loro reali esigenze di gioco dall’altro. I giochi per ragazzi fra i 12 e i 14 anni sono studiati per soddisfare la voglia di scoperta scientifica e per allenare in modo divertente le capacità di ragionamento.

Questa è l’età in cui giocare si confonde col fare esperimenti. Dalla dinamo alle cellule solari, i ragazzi impareranno a produrre energia senza ricorrere alla presa elettrica: un’ottima palestra per affrontare l’attuale allarme ecologico. E questa è solo una parte delle sperimentazioni a sfondo scientifico possibili a quest’età: talvolta mascherate da semplici passatempi o da giochi di abilità manuale.

Al largo con lo yatch di mattoncini

Ogni più piccolo dettaglio è così curato e realistico che sembra davvero di navigare a bordo di una lussuosissima imbarcazione! Gli interni riproducono alla perfezione la zona giorno, quella notte, l’area bar. Non manca nulla per liberare la fantasia inventando mille avventure sul mare con le protagoniste di questa nuova scatola, le mini-doll Mia, Maya e Andrew. E poi, Lego Friends è certamente una bella sfida per esercitare l’arte della costruzione, tra precisione e concentrazione.

Un amico a 4 zampe fatto di tasselli

Il classico puzzle rappresenta una validissima proposta di gioco perché aiuta a sviluppare il pensiero logico, la pazienza e l’intuizione. Naturalmente, il numero di pezzi deve cambiare in base alla fascia d’età e alle capacità di ogni bambino. Una simpatica idea per i bambini di nove anni è questa scatola da 300 tasselli che raffigura un dolcissimo cucciolo.

l sottomarino di Leonardo

Un’attività divertente che allena attenzione, pazienza e precisione è utilissima anche per chi frequenta il penultimo anno della scuola primaria. Un’idea divertente potrebbe essere questo modellino in plastica di una delle macchine di Leonardo, il sottomarino meccanico. Ed è anche una simpatica occasione per scoprire qualcosa su questo genio visionario, lontano dai banchi di scuola.

LEGO Technic – Aereo Antincendio LEGO

L’aereo antincendio della Lego è uno dei migliori per quanto riguarda il rapporto qualità prezzo. 578 pezzi, un’apertura alare di 33 cm e una lunghezza di 44 cm lo rendono un imponente modello di aeroplano perfetto in ogni dettaglio. Ricordiamo che con gli stessi pezzi è possibile costruire un jet lungo 38 cm, nel caso si preferisse all’aereo antincendio.

LEGO Friends – La piscina all’aperto di Heartlake

Perfetto per le amanti dei giochi acquatici!Nella piscina di Heartlake si avranno a disposizione ben 589 mattoncini, che permettono di costruire una piscina con scivolo, vasca idromassaggio, scivolo, trampolino, salvagente, materassino, acquario, doccia, TV a schermo piatto, due altoparlanti, fontana, bar, e tanto altro! E’ un titolo ben curato e che si presta perfettamente a tutte coloro che sono particolarmente amanti dei giochi o degli sport acquatici.

Giocattoli per bambini a nove anni

A nove anni i bambini stanno diventando sempre più indipendenti. Stanno costruendo amicizie durature e stanno affrontando sfide più accademiche. Ormai, la loro capacità di attenzione è aumentata e stanno facendo più domande.

Da tenere a mente: A questa età, la memoria si sta sviluppando a un ritmo rapido. Il bambino può concentrarsi su una singola attività per periodi di tempo prolungati. Le conseguenze del cattivo comportamento sono ora comprese e sono in grado di esprimere i loro pensieri e opinioni su una varietà di argomenti.

La lettura gioca un ruolo importante nella vita di tuo figlio a questa età. Stimola la loro immaginazione, abilità comunicative e vocabolario. I giocattoli per la risoluzione dei problemi sono ideali a questa età e possono tenerli intrattenuti per ore. Alcuni giocattoli che hanno queste caratteristiche sono:

  • Puzzle 3D
  • Storia di giochi da tavolo
  • Attrezzatura sportiva
  • Dizionari elettronici
  • Riviste
  • Piste da corsa
  • Libri divertenti
  • Giocattoli meccanici
  • Set di carte
  • Fumetti

Indipendentemente dall’età del bambino, è sempre bello procurargli dei giocattoli che miglioreranno le sue capacità motorie e sensoriali. Lo tengono attento e desideroso di imparare nuove cose.

Giochi all’aria aperta per bambini di nove anni

Giocare all’aria aperta è un delle attività migliori per una sana crescita dei bambini. Camminare, correre ed esplorare la natura favorisce il loro sviluppo.

Il gioco è essenziale nella vita di ogni bambino, ma quelli che vivono nelle grandi città, purtroppo, non sempre hanno la possibilità di giocare all’aria aperta. E questo rappresenta un grave problema nel quadro della loro evoluzione mentale e fisica.

I bambini trascorrono la maggior parte del tempo libero davanti alla televisione, giocando con i videogiochi o guardando video su internet. Sono tutti stratagemmi che permettono ai genitori, spesso sovraccarichi di lavoro, di tenere occupati i figli senza doverli seguire ogni istante. I pomeriggi passati con papà e mamma a giocare all’aria aperta sono un vero miraggio per molti di loro.

Oltre alla mancanza di contatto con la natura, aumenta la dipendenza dai dispositivi elettronici, con una pericolosa riduzione delle ore di esposizione al sole e all’aria fresca. Anche se può essere complicato trovare un’area verde attrezzata per i piccoli di casa, i genitori hanno la responsabilità di portare fuori e far giocare i bambini all’aperto, lontano dallo schermo di un computer o un tablet.

Lancia la palla-goria

È possibile giocare anche solo in due ma se il numero dei partecipanti è maggiore, è più divertente.Mettetevi di fronte se siete in due o formate un cerchio nel caso di un gruppetto in modo che ognuno possa tirare comodamente la palla (decidete come) a un compagno. Per prima cosa, occorre stabilire una categoria: fiori, animali, film, cartoni animati, Paesi, Stati e così via. Una volta compiuta la scelta, per esempio animali, chi inizia dice il primo nome, “Dromedario” e lancia la palla (che non deve cadere) a un altro giocatore. Chi sbaglia e ripete un nome già detto, al terzo errore, viene sospeso dal gioco e deve scrivere su un foglio tutti i nomi che gli vengono in mente di quella stessa categoria. Ecco un’attività “intelligente” che offre molti stimoli a livello cognitivo: il concetto di categoria/gruppo, per noi scontato, non lo è affatto così tanto per i bambini di questa fascia di età. In più, il gioco aiuta a migliorare le capacità di ascolto e mnemoniche.

Fisarmonica

La mamma può proporre questo gioco a un gruppo di ragazzini in cerchio, magari per una festa di compleanno. E non dimenticate carta e penna per tutti. L’adulto fa una domanda alla volta e, per ognuna, ogni bambino scrive una risposta fantasiosa, piega il foglio e lo passa al vicino. La stessa operazione si ripete per la seconda domanda e via di seguito: alla fine, ogni giocatore ha un foglio in mano piegato a fisarmonica, dove ci sarà una frase per piega. Non resta che leggere le storielle nate su tutte le “fisarmoniche”. Un premio alla più bizzarra, le risate sono garantite e pensate anche all’esercizio di creatività, scrittura, lettura.

Waterball

Procuratevi dei palloncini gonfiabili, e riempiteli di acqua, e asciugamani da spiaggia per questa attività perfetta per una giornata calda. Tracciate una linea sul terreno di 4-5 metri e create due squadre di numero pari (quindi, minimo 2 ragazzini per squadra, o 4, 8 etc) che si mettono una di fronte all’altra. Ogni coppia tiene l’asciugamano aperto e lo usa per ricevere e lanciare il palloncino pieno d’acqua alla squadra avversaria. Chi fa cadere la “waterball”, non riesce a buttarla oltre la riga, o la fa scoppiare riceve un punto: a quota 3 la coppia viene eliminata. Si procede così con finali e semifinali come nelle “vere” gare.

Carovana

Ecco una sfida simpatica per due squadre che mette alla prova tante capacità: attenzione, ascolto, orientamento, riflessi… I componenti di ogni gruppo si dispongono in fila indiana, con le mani sulle spalle di chi li precede, tutti bendati, a esclusione dell’ultimo bambino. Al momento del via, le due squadre devono andare avanti in modo parallelo per raggiungere un obiettivo (tipo albero, muretto, qualcosa di grosso) seguendo le indicazioni del giocatore non bendato. Sembra facile? Non lo è affatto perché il ragazzino-guida non può parlare! Deve infatti indirizzare il bimbo davanti a lui con dei colpetti sulle spalle e questo, a sua volta, cercherà di “passare” l’indicazione silenziosa a chi lo precede fino ad arrivare al ragazzino in testa alla fila. Vince il gruppo che si avvicina per primo al traguardo fissato.

Letto dalle mamme