Mamma Sto Bene!
bimbo concentrato

Come migliorare la concentrazione dei bambini!

Il tuo bimbo è sempre poco attento a ciò che studia? Oppure credi che possa avere una soglia dell’attenzione piuttosto bassa?

La mancanza di concentrazione è un problema diffuso nei bambini. La loro attenzione è talmente breve che persino i nuovi giocattoli attirano il loro interesse per poche ore.

Le cose peggiorano quando gli fai fare attività come compiti a casa che richiedono una presenza mentale attiva e concentrazione. Ma non è sempre l’ADHD.

Qui ti spieghiamo perché alcuni bambini mancano di concentrazione, come puoi migliorare questa condizione e le attività che potresti utilizzare per tale scopo. Per prima cosa, controlla se tuo figlio manca di attenzione ed accertati che non abbia altri problemi più seri a riguardo.

Segni di scarsa concentrazione nei bambini

Se tuo figlio ha difficoltà di attenzione e concentrazione, potresti notare alcuni di questi segni nel loro comportamento:

  • Non riesce a star seduto e si distrae facilmente
  • Perde spesso le cose
  • non sa organizzarsi
  • Ha difficoltà a imparare e ricordare
  • Non può concentrarsi sui compiti
  • Sembra costantemente sognare ad occhi aperti
  • Scarsa grafia rispetto ai bambini della stessa età
  • A volte si mostra aggressivo o lunatico
  • Mostra cattive abilità motorie come correre o saltare quando dovrebbe fare tutt’altro!

Cause della mancanza di concentrazione nei bambini

  • Mancanza di sonno sufficiente: i bambini hanno bisogno di otto-dieci ore di sonno al giorno a seconda della loro età. Se hanno l’abitudine di dormire fino a tardi, cambia il ciclo di sonno/veglia ed imposta una routine da rispettare. Aiutali a dormire presto in modo che possano dormire più a lungo.
  • Stress familiare: quale stress può attraversare un bambino? Può essere qualsiasi cosa, dalla loro educazione alla spiacevolezza di alcune situazioni vissute in famiglia. L’indebita pressione sul bambino per esibirsi bene nei propri studi o hobby, frequenti discussioni e litigi tra i loro genitori, o la mancanza di cure adeguate e l’attenzione risultano nello stress. Riduci la loro pressione per ottenere buoni risultati ed evita discussioni o discussioni davanti a tuo figlio.
  • Dieta sbagliata: una scarsa alimentazione è un fattore significativo per la mancanza di concentrazione. Dieta ad alto contenuto di zuccheri e grassi senza nutrizione influenzerà le capacità di focalizzazione del bambino. Uova, pane integrale, latte, pollo, carne, salmone e pancetta sono buone scelte alimentari per un bambino. Evita la caffeina, le bevande energetiche e il cibo spazzatura.
  • Compiti difficili: la tendenza generale di un bambino è quella di astenersi da compiti che sembrano difficili. Un compito può essere difficile in base all’età del bambino. Pertanto, non caricarli con un sacco di lavoro allo stesso tempo o dare loro qualcosa di troppo difficile per la loro età e comprensione.

Rilassamento, dieta equilibrata e sonno possono risolvere il problema in una certa misura.

Come migliorare la concentrazione nei bambini

Ecco alcuni altri modi in cui puoi provare a rendere il tuo bambino più concentrato:

1. Osserva il tuo bambino:

Siediti lontano da tuoi figlio e osservalo mentre gioca, parla o legge un libro. Leggi le sue espressioni e cerca di capire cosa sta trattenendo il loro interesse.

Parlate con il loro insegnante per un consiglio in più. Poiché l’insegnante lavora a stretto contatto con il bambino, dovrebbe essere in grado di darti alcuni input utili.

Sii paziente, sensibile e capisci il tuo bambino invece di rimproverarlo.

2. Ridurre al minimo le distrazioni:

I bambini non sono bravi a filtrare il rumore per rimanere focalizzati su ciò che stanno facendo. Pertanto, dai al bambino la giusta atmosfera per concentrarsi.

Se tuo figlio sta facendo qualche attività, non sederti vicino a loro a parlare con qualcuno (o magari al telefono) o guardare la televisione mentre stanno studiando.

Come genitore, diventa un esempio per tuo figlio. Questo li incoraggerà a fare meglio il loro lavoro.

3. Ridurre il tempo passato vicino a dispositivi tecnologici:

Invece di dare ai tuoi giochi elettronici per bambini  con cui giocare, dai loro giochi tradizionali e fisici.

Compra loro cose che spingono la creatività e il pensiero divertendosi.

Cerca di limitare un determinato periodo di tempo da passare col pc, il cellulare o la televisione. In questo modo, il tempo per le distrazioni in un certo senso rimarrà sotto controllo.

Sii un esempio e guarda meno la televisione e usa il cellulare il minor tempo possibile.

4. Imposta degli obiettivi:

Gli obiettivi devono essere raggiungibili. Dividiamo il tempo dello studio dalle altre attività, ed inseriamo degli obiettivi più piccoli nel mezzo.

Prepara un orario per tutte le loro attività come il tempo per il gioco, il tempo per lo studio studio, il tempo libero da utilizzare a suo piacimento, ecc.

Premiali con doni simbolici quando finiscono tutti i compiti in una settimana o un mese.

5. Dare responsabilità quotidiane:

Le semplici attività quotidiane che richiedono l’ordine e la disciplina possono aiutare a migliorare.

A seconda dell’età di tuo figlio, dagli delle responsabilità come preparare la tavola, fare un sandwich con te, ordinare la credenza e simili.

Se hai una collezione di libri, chiedi a tuo figlio di ordinarli in ordine alfabetico.

Cambiare le attività su base regolare in modo che il bambino non perda interesse.

6. Seziona i compiti più grandi in compiti più piccoli:

A volte fare un’attività in un colpo solo è travolgente per i bambini.

Diventa più facile per loro quando le attività che richiedono tempo o quelle difficili sono divise in quelle più piccole.

Un bambino non si sente oppresso quando fa qualcosa che richiede meno tempo. Se stanno leggendo un capitolo e sembrano persi, invitali a leggerlo in pagine o in piccoli paragrafi.

7. Apprezzalo e ricompensalo:

I bambini devono sentirsi motivati ​​mentre svolgono un compito.

Devono sentirsi realizzati quando completano un compito. Questo aiuta i bambini a rimanere motivati ​​e concentrati a eseguire di più e meglio.

Quando vedi il tuo bambino migliorare e fare le cose meglio, dare loro una pacca o un regalo premuroso.

8. Chiedi aiuto ai consulenti scolastici:

Chiedi aiuto ai consulenti scolastici. Verifica se la scuola di tuo figlio può insegnare a tuo figlio a migliorare la concentrazione, prima e dopo la scuola. Puoi anche unirti alle lezioni per ottenere un’esperienza di prima mano.

9. Se non sei convinta, contatta un medico:

Prenota un appuntamento con uno psichiatra o un consulente per diagnosticare il problema.

La diagnosi ti aiuterà a capire il motivo alla base della scarsa concentrazione, perché non tutti i bambini privi di concentrazione hanno una condizione come il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD).

Alcuni bambini hanno bisogno di farmaci, altri hanno bisogno di consulenza, mentre alcuni potrebbero aver bisogno solo di un intervento positivo.

10. Tenerli fisicamente attivi:

La ricerca mostra che le attività fisiche, come la corsa, il ciclismo, il calcio, ecc.,  non sono solo buone per il loro corpo ma anche per la loro mente. Aiuta i bambini a concentrarsi meglio su quello che stanno facendo.

11. Pratica esercizi di respirazione semplici:

Una quantità adeguata di ossigeno aiuta il cervello a funzionare correttamente. Pertanto, fai fare al tuo bambino alcuni semplici esercizi di respirazione. Pratica gli esercizi insieme.

Possono fare l’esercizio di respirazione in una stanza, vicino a una finestra, sulla terrazza o nel giardino.

Chiedi a tuo figlio di sdraiarsi sulla schiena e posizionare un giocattolo sulla pancia. Ora, chiedi loro di inspirare profondamente e di sollevare il giocattolo più in alto che possono senza toccarlo. Se il giocattolo si muove in alto, significa che i polmoni sono pieni di aria.

12. Prova alcuni yogasana che aumentano la concentrazione:

Puoi provare diverse posture yoga come Tadasana, Vrikshasana, Ustrasana, che aiutano a migliorare la concentrazione generale nei bambini. Inoltre migliorano la postura, alleviano la tensione e rilassano il bambino.

13. Usa attività divertenti per focalizzare l’attenzione:

Il tuo bambino presterà attenzione quando il soggetto è divertente.

Passa il tempo libero e i fine settimana a divertirvi con giochi di concentrazione divertenti per i bambini.

Potresti distribuire dei fogli da colorare per i tuoi bambini su cui lavorare.

Attività e giochi per migliorare la concentrazione

Puoi provare queste attività e giochi di concentrazione per bambini:

1. Puzzle – Immagini e parole

Puzzle di immagini

Un puzzle è uno strumento fantastico per migliorare la concentrazione.

Avrai bisogno di:

Un gioco da tavolo di puzzle composto da immagini

Come giocare:

  • Dai ai tuoi bambini pezzi di puzzle
  • Chiedi loro di sistemare i pezzi per completare l’immagine
  • Devono trovare ciò che manca e poi posizionarlo nel posto giusto

Puzzle di parole

Avrai bisogno di:

Un gioco da tavolo di puzzle composto da parole

Come giocare:

  • Chiedi al tuo bambino di formare quante più parole possibile dalle lettere del puzzle
  • Puoi dare loro suggerimenti per ogni parola
  • Gli enigmi tengono impegnato un bambino per un lungo periodo in cui vengono coinvolte diverse abilità cerebrali nel mettere insieme i pezzi o nel trovare le parole.

2. Statua:

Questo gioco aiuta il bambino a imparare come attenersi allo stesso posto e non annoiarsi con esso.

Avrai bisogno di:

  • Riproduttore di musica sul telefono

Come giocare:

  • Suona la musica
  • Chiedi a tuo figlio di ballare o interpretare un personaggio
  • Ferma la musica e di’ “Statua”!
  • Il tuo bambino deve mantenere la posizione esatta in cui si trova
  • Congelali per circa 30 secondi e pronuncia “lascia”
  • Una volta che dici “rilascio”, possono spostarsi e cambiare la loro postura
  • Ripeti, ma non stancare il bambino

3. Scioglilingua:

Il popolare gioco degli scioglilingua aiuta i bambini a migliorare la concentrazione e le abilità di pronuncia. Stimola la memoria uditiva mentre li intrattiene.

Avrai bisogno di:

  • Un pezzo di carta o una lavagna

Come giocare:

  • Scrivi degli scioglilingua sulla lavagna o su un pezzo di carta
  • Dalli a tuo figlio e chiedi loro di leggerlo ad alta voce
  • Quindi permettigli di leggerlo sempre più velocemente
  • Mentre vanno più veloci, vacilleranno
  • Il gioco è vedere quanto tempo passa nel dire bene lo scioglilingua
  • Vai avanti e dillo insieme, questo ti farà ridere insieme a tuo figlio
  • Chiedi a tuo figlio di inventare i loro scioglilingua

Ecco alcuni scioglilingua: “Tigre contro tigre“, “Li vuoi quei kiwi?“, “La biscia liscia striscia sul ruscello asciutto“, dei grandi classici!

4. Numeri mancanti:

Migliora la concentrazione e l’abilità numerica.

Come giocare:

  • Inizia a contare i numeri in una sequenza e ne perdi uno intenzionalmente
  • Chiedi a tuo figlio di gridare e dirti cosa ti sei perso
  • Diciamo “8, 9, 10, 12”. In questo caso, il tuo bambino dovrebbe gridare “11”
  • Aumenta lentamente il livello di difficoltà

5. Batti il ​​tempo:

I bambini sono generalmente competitivi per natura e amano vincere. Questo gioco aumenta la loro larghezza di banda per funzionare bene e concentrarsi.

Avrai bisogno di:

  • Un cronometro
  • Cose come giocattoli, scarpe, libri, borsa da scuola, ecc. Dipende dall’attività che scegli.

Come giocare:

  • Dare qualsiasi attività facile come rimettere i loro giocattoli nella scatola, mettendo le scarpe nel posto giusto, organizzare i libri nella borsa della scuola
  • Impostare un timer – siate realistici nella scelta del tempo. Non impostate il timer a due minuti!
  • Chiedi loro di terminare l’incarico prima che scada il tempo e da’ loro una piccola ricompensa.
  • Questo li farà lavorare con maggiore attenzione!

I bambini sono super energici, curiosi ed esuberanti. Quindi farli sedere e svolgere un compito senza distrazione, può essere un compito abbastanza difficile.

Ma la mancanza di concentrazione può causare problemi a scuola e in età avanzata. Le semplici attività e la tua costante motivazione possono aiutare il tuo bambino a migliorare la sua attenzione. E voi, come avete risolto questi problemi con il vostro bambino?

Fatecelo sapere lasciando un commento o inviandoci una mail!

Paola Accardi

Sono una mamma non a tempo pieno. Sono anche un'insegnante laureata in Scienze della Formazione Primaria. Dedico la mia vita ai bambini, non solo quelli miei, e per questo ho scelto di contribuire al progetto di MammaStoBene.com per aiutare tutte le mamme alle prese con le mille necessità che i bambini richiedono e fornire utili e pratici consigli riguardanti la cura e salute dei più piccoli.
Ho collaborato per anni come OSS in reparti di pediatria e neonatologia, entrando in contatto con la realtà sanitaria che riguarda i più piccoli; intrapresi gli studi per diventare infermiera pediatrica, poi sospesi per dedicarmi al lavoro. Grazie a queste esperienze ho conosciuto fantastiche persone che collaborano con me alla realizzazione degli articoli di questo sito e partecipano a un processo di informazione valida e affidabile per chiunque abbia perplessità su questo delicato argomento.