Mamma Sto Bene!
Napoli

Cosa fare a Napoli con un bambino piccolo

Pronti a partire per una vacanza a Napoli con bambini?

Napoli, la città di Pulcinella e quella della pizza, potevamo non citarla tra le destinazioni per le famiglie con bambini? In preparazione di un nuovo viaggio ci siamo informati su cosa visitare nella città partenopea con i bambini. Questo è un elenco delle attrazioni che consideriamo maggiormente adatte ad una famiglia con bambini.

I bambini a Napoli possono facilmente divertirsi in parchi nella natura, parchi acquatici, giostre e con attività nei musei.

Napoli è, infatti, una città ricca di cose interessanti da visitare, attività da provare o anche solo passeggiate e luoghi da scoprire. Ma se si volesse passare una giornata con i bambini? Ecco una selezione dei migliori luoghi e delle migliori attività da poter fare insieme a bambini divise in attività all’aria aperta, attività culturali ed attività acquatiche. Consigliamo di controllare, attraverso i contatti del luogo prescelto date, orari ed eventuali regolamenti non riportati nell’articolo per brevità.

Cosa vedere a Napoli con bambini

Funimondo-parco Adrenalina è il primo parco avventura con un percorso aereo per tutti. Sono 6 i diversi livelli di difficoltà dei percorsi ed i bambini potranno imparare le tecniche per scalare in tutta sicurezza i percorsi, divertendosi ed allo stesso tempo imparando a fidarsi di se stessi e della loro squadra. Possono affrontare percorsi di abilità, ponti tibetani e tronchi sospesi fino a lanciarsi da tirolesi mozzafiato sperimentando coraggio, fiducia in se stessi, solidarietà e, naturalmente, divertimento.

Lo zoo di Napoli è stato di recente rinnovato e sono state introdotte aree divise per habitat dove sono state immesse nuove specie sia autoctone sia esotiche. I bambini possono imparare curiosità e segreti sugli animali dello zoo e possono interagire con gli animali nella fattoria didattica. Lo zoo è stato anche costruito per avere una diversificazione botanica che i bambini potranno esplorare. È piacevole anche passeggiare attraverso i viali dello zoo e raggiungere le varie aree relax come i punti ristoro, le giostrine oppure lo chalet dello zoo.

L’Ippodromo di Agnano organizza nella giornata delle corse eventi per bambini e famiglie così da conciliare le attività agonistiche con esigenze di relax e di gioco. Grazie agli ampi spazi verdi i bambini potranno giocare all’aperto con bici, pattini, monopattini e pallone in tutta sicurezza, oltre a poter giocare nel parco giochi attrezzato. È presente anche un centro di ippoterapia che organizza corsi ed attività di ippoterapia, riabilitazione equestre e volteggio su un campo in sabbia con pony e cavalli con supporto di medici, istruttori e animatori. Spesso ci sono eventi speciali a tema, magari collegati ad una festività o alla stagione.

La Mostra D’Oltremare, oltre allo Zoo ed al teatro dei Piccoli, offre grandi spazi verdi corredati dal laghetto artificiale Fasilides, fontane, ed una zona archeologica tutta da esplorare. In queste aree adatte alle famiglie e i bambini potranno esplorare e divertirsi grazie ai tappeti elastici, i gonfiabili e le bolle d’aria su piscina. Questa zona, chiamata Mixtreme, è dotata anche di attrazioni per bambini e ragazzi denominate Mixtreme, Jumping Frog e Water Ball.

Cosa fare a Napoli con un bambino piccolo

Il Panda Park sorge sulla Collina di Posillipo ed è un parco giochi adatto ai bambini e ragazzi di tutte le età. Nella fascia in considerazione, i bambini potranno divertirsi con giostre come la mini ruota panoramica oppure con l’autoscontro o sul tagada. È disponibile un angolo food che presenta una vasta scelta di cibi adatti sia ai più piccoli che ai loro genitori. Particolare cura è stata posta anche agli accompagnatori dei più piccoli che potranno rilassarsi nelle aree apposite mentre i bambini giocano in tutta sicurezza.

Parco Mascagna, anche conosciuto come i Giardinetti di Via Ruoppolo, sebbene non grandissimo, offre molti spunti per il gioco o per lo sport al Vomero. Ci sono dei campetti da basket liberamente utilizzabili ed un percorso ginnico con indicazioni adatto anche alla fascia d’età 8-12 da fare sia da soli che in coppia. Sono presenti anche una pista per il pattinaggio e gli skate. Al centro dei giardinetti sorge una giostra con cavalli e macchinine che ruotano. È bello anche riposarsi al fresco su una delle panchine che circondano la fontana oppure uno dei sedili tra gli alberi.

La Villa Floridiana è uno splendido polmone verde al Centro del Vomero da cui si gode una magnifica vista del golfo. Nel 2017 sono state inaugurate delle giostrine ad opera del Rotaract che comprendono l’altalena, lo scivolo, il dondolo e i due cavallucci. Oltre alle giostrine è piacevole passeggiare nella villa e scoprire dei laghetti dove da anni abitano tartarughine e pesci rossi. Durante l’estete e la primavera non è raro trovare iniziative di sport o di yoga sui prati del parco, molte volte completamente gratuiti.

Il Real Bosco di Capodimonte circonda il Museo omonimo e si estende per oltre centoventi ettari. All’interno di questi è presente anche un progetto di recupero dell’orto, esteso per oltre oltre duemila metri quadrati e di un piccolo vivaio con coltivazioni tipiche napolentane. Sono molti gli edifici sparsi nel parco, tra piccole ville un tempo dei principi a casolari per la caccia. Sono disponibili ben sette percorsi per visitarlo, tutti elencati sul sito del Bosco, e sono percorribili sia in bicicletta che a piedi. Nei pressi della Reggia ci sono dei posti dove è possibile riposarsi o giocare ed una parte di questi è aperta anche agli animali domestici. È possibile visitare il parco su un calesse storico con un servizio a pagamento esterno alla gestione del Real Sito.

Cose da vedere a Napoli con tutta la famiglia

L’Orto Botanico di Napoli fu fondato agli inizi del XIX secolo e da allora conserva la sua magnifica collezione di piante visitabile negli orari di apertura. Sono molte le iniziative ospitate tra i viali dell’orto e molte di queste sono dedicate ai più piccoli, tra fiabe, didattica e laboratori creativi. In primavera, ad esempio, si svolge l’evento Fiabe di Primavera che mira a coinvolgere i bambini nei racconti mediante una teatralizzazione delle storie. Se si prenota la visita si potrà esplorare uno dei giardini più antichi d’Europa che conta ben 25.000 esemplari distribuiti in un area di circa 12 ettari.

Il Giardino segreto di Airola è un fondo di oltre un ettaro e mezzo composto da altri sottogiardini che riprendono temi, ambienti e particolarità delle fasce climatiche presenti sulla terra, ricchi di flora incredibilmente fitta (circa 14.000 piante diverse) e di alcune centinaia di specie animali di taglia piccolo-media, provenienti da tutti i continenti. Il proprietario, naturalista e botanico, accompagnerà i visitatori nella scoperta della flora e della fauna dei giardini. Gli animali che si potranno osservare appartengono ad oltre duecento specie diverse e contano pavoni, cigni, fagiani, ibis, lama, daini e molti altri.

Il Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina organizza nel fine settimana delle attività speciali gratuite chiamate “famiglie al madre” con lo scopo di avvicinare le famiglie ed i più giovani al mondo dell’arte. Ogni evento si basa su un tema e si divide in una parte didattica, cioè una visita guidata ad una parte dell’esposizione collegata al tema scelto con una delle guide del museo, ed una parte di laboratori dove le guide del museo propongono attività di costruizione ed elaborazione del tema dell’evento con lavoretti manuali o disegni.

L’Osservatorio Astronomico di Capodimonte organizza le giornate astrokid di divulgazione, appositamente preparate per un’audience tra i 7 ed i 10 anni. Ogni giornata avrà un tema diverso che gli astronomi dell’Osservatorio presenteranno ai bambini, facendogli scoprire curiosità e misteri del cosmo. Al termine di ogni incontro ci sarà l’osservazione del sole tramite telescopi, tempo atmosferico permettendo.