Mamma Sto Bene!
colazione

Nove ricette di dolci per la colazione dei bambini

La colazione dei bambini è importante.

Una colazione serena e allegra, seduti insieme a tavola è importante per i bambini, sia dal punto di vista nutrizionale che psicologico.

Una colazione sana e completa è modo migliore per iniziare la giornata, e questo vale tanto più per i bambiniche, dopo 8-10 ore di riposo, hanno bisogno di fare il pieno di nuove energie.
La colazione, infatti, dovrebbe garantire il 15-20% delle calorie giornaliere e rappresentare un vero e proprio momento per rigenerasi, non solo dal punto di vista fisico, ma anche da quello mentale.

Per questo motivo il primo consiglio è quello di mettere da parte la fretta e approfittare dell’inizio della giornata per gustare un pasto equilibrato e gustoso in famiglia. Anche se a volte può rivelarsi quasi impossibile, con un po’ di organizzazione le occasioni non mancheranno. Preparare il menù con anticipo, per esempio, può essere di aiuto per garantire una colazione a base di alimenti sempre freschi e genuini.

Colazioni per bambini

A corto di idee? Le colazioni migliori sono le più semplici: prosegui nella lettura per scoprire 5 idee da proporre ai tuoi bambini.

Pane e marmellata

Il giusto apporto di carboidrati e vitamine, ideale consumato insieme a una spremuta di arancia o a uno smoothie di latte e frutta fresca. Più facile di così!

Ma attenzione alla qualità: preferisci il pane fresco a quello confezionato e alterna pane semi-integrale, pane ai cereali e pane all’acqua, privilegiando opzioni povere di grassi e ricche di fibre. Per quanto riguarda la marmellata scegli la composta di frutta senza zuccheri aggiunti e preferibilmente biologica.

Un velo di burro, infine, se fresco e di qualità, è sempre concesso.

Latte e cereali

Ecco un’altra colazione sana e completa: lascia che il tuo bambino scelga i cereali che preferisce e, se sono ricchi di zucchero e cacao, riduci la dose e mescolali ai fiocchi di avena, cereale salutare ricco di proprietà benefiche.

Puoi alternare il latte vaccino, possibilmente biologico, a quello vegetale: latte di mandorla, di nocciola, di avena, di riso. Non hai che l’imbarazzo della scelta. In alternativa, inoltre, puoi optare per lo yogurt!

Uova, pane e succo fresco

Perché non sperimentare un’alternativa salata? Le uova sono un’ottima fonte di proteine, ideali se cucinate a la coque e non fritte.

Unite a una/due fette di pane semi-integrale e a un centrifugato di frutta fresca garantiscono un apporto di nutrienti bilanciato e una impareggiabile carica di energia.

Croissant fatti in casa

Spesso ritenuti ricchi di grassi e poco salubri i croissant possono invece essere alla base di una buona colazione, se preparata in casa facendo attenzione agli ingredienti utilizzati. Il cornetto perfetto? Preparalo con farina integrale, zucchero di canna integrale, burro e uova bio: la lievitazione naturale con pasta madre, poi, sarebbe il top. Farciscilo con miele o confettura di marmellata.

Puoi approfittare di un fine settimana in cui non hai troppi impegni per prepararne una decina, surgelarli, e proporli all’occorrenza!

Via libera anche a torte e biscotti fatti in casa, purché preparati con la stessa attenzione per gli ingredienti utilizzati e senza abbondare con grassi e zuccheri.

Accompagna con una spremuta o un succo di frutta fresca.

Frutta a volontà!

Se il tuo bambino ha poco appetito potresti proporgli un’alternativa colorata e divertente: gli spiedini di frutta, per esempio, incuriosiscono e piacciono spesso anche ai meno amanti del cibo. Puoi renderli più golosi aggiungendo un filo di sciroppo di acero, di agave o di miele.

In alternativa taglia la frutta a pezzetti, uniscila a latte o yogurt e cereali: frulla il tutto e decora in maniera creativa!

Nove ricette di dolci per colazione dei bambini

Abbiamo visto come una colazione sana, ovvero equilibrata nei nutrienti e bilanciata nelle quantità, rappresenti un’abitudine di salute che non dovremmo mai dimenticare. Questo vale anche per i bambini. Infatti, “quelli che non consumano la prima colazione o mangiano molto poco partono di fatto svantaggiati rispetto ai coetanei, poiché affronteranno la prima parte della giornata senza la giusta energia, compromettendo sia le facoltà fisiche che mentali”, sottolinea la dottoressa. Questo implica minor concentrazione, difficoltà a reggere il ritmo della giornata scolastica, poca attenzione durante le lezioni e fatica a memorizzare durante lo studio, a cui si aggiungono debolezza, stanchezza, mal di testa e sonnolenza. Inoltre, il  bambino che ha saltato la prima colazione o che ha mangiato poco appare svogliato, distratto ed irrequieto, ed avrà una minore resistenza nelle attività fisiche e sportive.

Ecco nove ricette per la colazione dei tuoi bambini.

Ciambella di ricotte

Ingredienti

  • 400 g di ricotta
  • 350 g di zucchero
  • 300 g di farina + farina extra per lo stampo
  • 100 g di burro + burro extra per lo stampo
  • 50 g di latte
  • 1 bustina di lievito
  • 1 limone non trattato
  • zucchero a velo

Accendete il forno a 180°. Imburrate e infarinate uno stampo a ciambella.
Fate fondere il burro e lasciatelo raffreddare. In una ciotola lavorate con le fruste elettriche la ricotta con lo zucchero e la scorza grattugiata di un limone, unite la farina setacciata con il lievito alternandola al burro fuso e al latte, fino a ottenere un composto cremoso e omogeneo.

Trasferite l’impasto nello stampo imburrato e infarinato e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40-45 minuti, finché la ciambella risulterà gonfia e dorata e uno stuzzicadenti infilato nel centro ne uscirà pulito e asciutto.
Sfornate il dolce e fatelo raffreddare, sformatelo su un piatto da portata e spolverizzatelo di zucchero a velo.

Tiramisu alla frutta

  • 200 g di mascarpone
  • 2 uova
  • 120 g di zucchero
  • 200 g di lamponi
  • 3 pesche
  • 200 g di savoiardi
  • 1 limone
  • sale

La versione classica del tiramisù prevede di intingere i savoiardi nel caffè. Questa variante alla frutta è particolarmente adatta ai ragazzini, ma piace anche agli adulti.

Riunite in una casseruola i lamponi con 80 grammi di zucchero, 2 decilitri di acqua e il succo di limone. Cuoceteli per 4-5 minuti, frullateli e passateli attraverso un colino per eliminare i semini.

Lasciate raffreddare la salsina ottenuta. Scottate le pesche in acqua in ebollizione per pochi secondi, scolatele, pelatele e tagliatele a dadini. Separate i tuorli dagli albumi, lavorate i primi con lo zucchero rimasto e unite il mascarpone. Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale e amalgamateli con delicatezza alla crema.

Immergete rapidamente i savoiardi nel succo di lamponi e disponeteli sul fondo di una pirofila fino a ricoprirlo. Proseguite con uno strato di pesche e uno di crema di mascarpone e ripetete fino al termine degli ingredienti. Coprite la pirofila con un foglio di pellicola per alimenti e fate riposare in frigo per almeno 6 ore prima di servire.

Confettura di albicocche

Ingredienti

  • 2 kg di albicocche mature
  • 1 kg di zucchero

Per sterilizzare i vasi lavateli con cura, asciugateli con un canovaccio da cucina pulitissimo, metteteli in forno, accendetelo a 120 ° e lasciateveli per 30 minuti.

Lavate le albicocche, asciugatele, snocciolatele e tagliatele a tocchetti. Riunitele in una casseruola con lo zucchero e il succo di limone e lasciatele riposare per 3-4 ore.

Cuocete la marmellata a fiamma dolce, mescolando spesso, per circa 30 minuti o fino a quando si è addensata.

Per controllare la giusta consistenza basta versarne un cucchiaino su un piatto leggermente inclinato. Se scorre lentamente significa che è pronta da versare nei vasi sterilizzati. Chiudeteli subito e capovolgeteli. Lasciate raffreddare completamente la marmellata, rigirate i vasi e lasciatela riposare per un mese prima di consumarla.

Strudel di mele per bambini

  • 1 kg di mele renette
  • 300 g di farina
  • 50 g di pangrattato
  • 40 g di zucchero
  • 40 g di burro
  • 25 g di uvetta
  • 25 g di pinoli
  • 1 limone biologico
  • 1 cucchiaino colmo
  • di cannella in polvere
  • 1 uovo
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva

Sciogliete il burro in un padellino, unite il pangrattato e tostatelo per 2-3 minuti. Versate la farina a fontana sulla spianatoia, rompete al centro l’uovo, versate l’olio e 1,2 decilitri di acqua tiepida e lavorate gli ingredienti fino a ottenere una pasta liscia e morbida. Avvolgetela in un foglio di pellicola e lasciatela riposare per 30 minuti. Prelevate la metà della pasta e surgelatela.

Sbucciate le mele e tagliatele a dadini, mescolatele in una ciotola con lo zucchero, la cannella, la scorza di limone grattugiata, i pinoli e l’uvetta ammorbidita in acqua e strizzata. Stendete la pasta su un canovaccio da cucina pulito o un foglio di carta da forno fino a ottenere un rettangolo dello spessore di un millimetro circa.

Cospargetelo con il pangrattato dorato e le mele, ripiegate verso l’interno i bordi laterali e arrotolate la pasta sul ripieno aiutandovi con la carta o il telo sottostante. Trasferite lo strudel in forno e cuocetelo a 220° per 30 minuti. Servitelo tiepido o freddo, spolverizzato con zucchero a velo.

Salame di cioccolato

  • 300 g di biscotti secchi
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 120 g di burro
  • 80 g di zucchero
  • 2 uova biologiche o da allevamento a terra
  • zucchero a velo

Potete arricchire il salame di cioccolato con canditi, frutta secca spezzettata o frutta disidratata o usare solo nocciole e mescolare metà cioccolato fondente e metà cioccolato gianduia. Se decidete di usare cioccolato al latte, utilizzate solo 20 grammi di zucchero nell’impasto per evitare che diventi troppo dolce.

Tritate finemente il cioccolato fondente, trasferitelo in una ciotola resistente al calore, ponetelo sopra una casseruola con poca acqua in leggera ebollizione e scioglietelo mescolando di tanto in tanto. Sbriciolate i biscotti con le mani.

Lavorate il burro molto morbido con una spatola, unite lo zucchero e le uova. Amalgamate gli ingredienti, aggiungete il cioccolato ormai tiepido e mescolate.

Ciambellone all’arancia

  • 270 g di farina tipo “2”
  • 150 g di miele di acacia
  • 110 g di olio di riso
  • 3 uova
  • 2 arance biologiche o non trattate
  • 1 albume
  • 180 g di zucchero a velo
  • 1/2 bustina di lievito vanigliato
  • colorante alimentare
  • cacao in polvere
  • sale

Riunite in una terrina 250 grammi di farina con il lievito setacciato attraverso un colino, il miele e 100 grammi di olio. Rompete le uova in una ciotola, sbattetele con una forchetta e, mescolando, aggiungetele agli ingredienti preparati in precedenza.

Lavate e asciugate le arance, grattugiatene la scorza e spremetene il succo. Unite entrambi al composto di uova e farina e mescolate fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Versate l’impasto in uno stampo a ciambella unto di olio e infarinato. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti. Lasciate riposare la ciambella per 5 minuti, sformatela e fatela raffreddare su una gratella da pasticceria. Nel frattempo sbattete con una forchetta l’albume con lo zucchero a velo e colorate la glassa con poche gocce di colorante alimentare. Colatela sulla ciambella e aspettate che asciughi per spolverizzare con cacao e posizionare le decorazioni.

Crostatine ai mirtilli

Ingredienti

  • 300 g di farina
  • 200 g di confettura di mirtilli senza zucchero aggiunto
  • 90 g di olio di riso o di semi
  • 90 g di zucchero
  • zucchero a velo
  • 3 tuorli
  • 3-4 cucchiai di succo di mela o di arancia
  • sale

Il riposo della pasta per almeno 30 minuti è necessario in quanto in questo modo risulta più morbida, meno elastica e non si ritira durante la cottura. Le crostatine si conservano in un barattolo a chiusura ermetica o avvolte in carta stagnola per 3-4 giorni. Potete preparare una dose maggiore di pasta frolla all’olio e surgelarla per poi lasciarla scongelare in frigorifero quandovi serve.

Avvolgete la pasta in un foglio di pellicola per alimenti e fatela riposare per 30 minuti in frigo. Dividetela poi in sei porzioni e stendete ognuna in una sfoglia dello spessore di pochi millimetri. Rivestite il fondo e i bordi di sei stampini da crostatina e tagliate via la pasta eccedente.

Bucherellate il fondo della pasta con una forchetta, mescolate la marmellata con il succo di frutta e suddividetela negli stampi. Impastate nuovamente i ritagli di pasta e formate dei cordoncini da incrociare sopra la marmellata. Cuocete le crostatine in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti e lasciatele raffreddare completamente prima di servirle spolverizzate di zucchero al velo.

Rotolo al cioccolato

  • 4 uova
  • 3 tuorli
  • 85 g di zucchero
  • 35 g di farina
  • 40 g di fecola
  • 100 g di crema di cioccolato e nocciole o confettura
  • zucchero a velo
  • sale

Il vero nome di questo dolce classico è Swiss Roll, che però non ha nulla di svizzero. Le origini sembrano essere austriache. Al posto del canovaccio da cucina potete utilizzare un foglio di carta da forno bagnato sotto l’acqua fredda e strizzato. Per evitare che la pasta si attacchi basta imburrare la carta da forno su cui cuoce.

Separate i tuorli dagli albumi, montate i primi, sette in tutto, in una ciotola con lo zucchero e un pizzico di sale, unite la farina setacciata con la fecola e mescolate.

Montate a neve i quattro albumi, amalgamateli al composto precedente, mescolando con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare il composto, e trasferite il tutto in una teglia rivestita con carta da forno.
Cuocete la base in forno preriscaldato a 220° per 6 minuti, estraetela dal forno, copritela con un canovaccio da cucina pulitissimo e inumidito e arrotolatela. Lasciatela raffreddare, srotolatela, spalmatela con la crema di cioccolato o la marmellata prima di arrotolarla nuovamente. Spolverizzate con zucchero a velo, tagliate a fette e servite.

Letto dalle mamme