Mamma Sto Bene!
bimbo con occhiali da sole

Occhiali da sole per bambini, pareri e opinioni

Quanto sono carini gli occhiali da sole per bambini?

L’esposizione prolungata ai raggi solari può procurare danni agli occhi, proprio come avviene per la pelle. I danni a distanza di tempo prodotti dalle radiazioni solari rappresentano un rischio concreto per gli occhi sia degli adulti, sia dei bambini, come segnalato nelle popolazioni più esposte al sole (in India e nei paesi africani l’incidenza della cataratta è altissima).

Gli occhiali da sole per bambini servono davvero?

In generale spesso anche chi presta una certa attenzione alla protezione dell’epidermide, non si preoccupa altrettanto di proteggere gli occhi.

I raggi ultravioletti minacciano le parti anteriori dell’occhio come la cute palpebrale, particolarmente sottile, la cornea, che è la prima lente del sistema visivo e, in assoluto, la parte più sensibile del corpo umano, la congiuntiva, la tonaca trasparente che copre la sclera, la parte bianca, e il cristallino, la seconda lente del sistema, che quando si opacizza dà luogo alla cataratta. I raggi violetti e blu, invece, insieme agli UVA possono nuocere pure alla retina, la parte più nobile che raccoglie le informazioni luminose come una pellicola di una macchina fotografica.

I raggi UV possono essere molto pericolosi sia per la delicata pelle dei bambini che per i loro occhi. E quindi è molto importante che anche gli occhi siano protetti dalle sempre più aggressive radiazioni ultraviolette del sole. Ecco come scegliere gli occhiali da sole per bambini.

Lo sviluppo dell’apparato visivo si compie dalla nascita fino ai sette – otto anni, perciò è necessario che gli occhi del bambino siano seguiti con particolare cura. Anche i bimbi dovrebbero indossare occhiali da sole in montagna, al mare o comunque quando la luce solare è molto intensa. Fino a 12 anni gli occhi dei piccoli sono più sensibili alla luce e devono essere adeguatamente riparati dai raggi UV. E’ un po’ lo stesso accorgimento che si deve adoperare quando le giornate sono molto calde: si incremano i bimbi con la protezione +50, si fa indossare loro una maglietta bianca in modo che non si scottino, il cappellino, perché non pensare anche agli occhi? Si può incominciare a farlo quando il bimbo comincia a stare seduto, tra i 6 e gli 8 mesi.

Occhiali da sole per bambini

Quando si acquista un occhiale da sole non bisognerebbe pensare solo all’aspetto estetico, ma fare attenzione che la lente garantisca un totale assorbimento di raggi ultravioletti UVA e UVB. Questi raggi non servono alla visione e sono dannosi qualsiasi sia la parte dell’occhio che li assorbe.

Sul mercato ci sono tre tipi di lenti: standard, polarizzate, fotocromatiche. Sebbene io consigli le standard , magari in policarbonato, nei bambini è utile sapere che le lenti polarizzate filtrano anche i riflessi e possono contribuire non solo a proteggere l’occhio, ma anche a migliorare la visibilità, per esempio su una strada assolata, su una superficie riflettente come l’acqua del mare. Quelle fotocromatiche variano da sè il potere filtrante in funzione della quantità di UV presenti.

Anche la colorazione ha la sua importanza perché le varie colorazioni delle lenti possono avere differenti funzioni. Le lenti gialle sembrano più adatte in caso di scarsa visibilità, come per esempio in caso di nebbia, perché aumentano la sensibilità al contrasto, anche se alterano la percezione dei colori e quindi vanno usate a ragion veduta.

Ai miopi si consiglia l’uso di lenti marrone ambra, perché l’occhio di chi ha questo difetto della vista cattura con maggior facilità le tonalità calde. All’ipermetrope si addice meglio la colorazione azzurro verde proprio perché la retina di queste persone vede meglio le tonalità fredde.

In alta quota (montagna) o in barca l’occhiale è obbligatorio perché il riflesso della neve o del mare aumenta l’esposizione ai raggi UVA: non a caso ci si abbronza di più, ma anche più facilmente ci si può scottare.

E se il bambino fa i capricci e non vuole metterli? Quando gli occhiali sono abitualmente portati da mamma e papà, il bambino non avrà nessuna difficoltà a imitare gli adulti ,negli altri casi, segnalare che l’occhiale è cosa da grandi, ha spesso un appeal giusto per i più piccoli. Per quanto riguarda i costi di un occhiale da sole, non è necessario spendere un patrimonio per un averne uno adeguato, al di là della moda o della griffe, un prezzo medio per un occhiale da bambino, comprensivo di montatura, non dovrebbe superare, a mio parere gli 80 euro.

Migliori occhiali da sole per bambini da acquistare online

La lista dei migliori occhiali da sole per bambini è davvero ampia, ne esistono di varie tipologie e non tutte rispondo alle esigenze di ciascun utilizzatore. Cercare i migliori non è facile, anche se online è possibile trovarne davvero di validi.

OffertaBestseller No. 1
Polaroid - P0115 - Occhiali da sole Bambini Rettangolare - Polarizzati Materiale leggero - 100% UV400 protezione - Custodia protettiva inclusa
  • Lente polarizzati, 100% UV400 protezione
  • Materiale della montatura : Policarbonato
  • Particolarità delle lente : Graduati
  • Prodotto originale, custodia protettiva inclusa
Bestseller No. 4
Uvex Sportstyle 507, Occhiali da Sole Unisex Bambino, Black Mat Red/Red, One Size
  • Elevata riduzione dell'irraggiamento solare attraverso il filtro di categoria 3 con una penetrazione della luce del 9-18%
  • Le accattivanti lenti a specchio forniscono protezione aggiuntiva contro i raggi infrarossi
  • Incluso cinturino per fissare gli occhiali alla testa
  • Le morbide asticelle garantiscono un comfort senza pressioni e una tenuta perfetta
  • Protezione al 100% da uva, uvb, uvc

Come devono essere gli occhiali per bambini?

Gli occhiali per i più piccoli devono essere robusti, ma leggeri.

Le lenti devono offrire resistenza ai graffi ed assicurare un campo visivo ampio e regolare, in modo da coprire sufficientemente l’occhio (il bambino è obbligato ad alzare il viso per vedere il mondo degli adulti). La scelta della montatura è altrettanto importante. Il materiale deve essere morbido, indeformabile e biocompatibile (i bambini spesso rosicchiano i terminali delle aste). Non devono esserci spigoli o sporgenze, le aste devono essere elastiche ed aderenti.

Per i bambini dovreste acquistare degli occhiali particolarmente sicuri, perché gli occhiali per bambini vengono spesso considerati soltanto come dei giocattoli, anche se sono proprio i bambini ad avere occhi particolarmente sensibili.

I raggi solari penetrano indisturbati nella retina dei bambini con lenti trasparenti. Dei buoni occhiali da sole per bambini dotati di un efficace filtro contro le radiazioni ultraviolette e di protezione ad ampio spettro contro le radiazioni diffuse impediscono dei danni che in età adulta potrebbero avere serie conseguenze.

La cosa più importante, quindi, è che siano anti raggi ultravioletti: le lenti devono avere una sorta di indice impresso al momento dell’acquisto che va da 1 a 4. Acquistate quelle con indice pari a 4, il più alto, che filtra fino all’85% della luce, in modo da proteggere la cornea. Controllate sempre che ci sia il marchio CE, l’unico che garantisce la sicurezza del prodotto.

Acquistate soltanto gli occhiali dotati del “marchio CE”, che sta a significare che gli occhiali garantiscono una sufficiente protezione dai raggi ultravioletti e che rispondono alle relative normative dell’Unione Europea. Un adesivo ben evidente che decanta un assorbimento al 100% delle radiazioni ultraviolette non è sufficiente per garantire la buona qualità.

Il materiale deve essere totalmente atossico a contatto con la pelle. Non fidatevi dei modelli che magari vendono nei supermercati o come gadget in alcuni giornali per bambini: spesso infatti le lenti sono solo colorate, ma in realtà non proteggono nulla! La forma e le dimensioni delle lenti sono particolarmente importanti: occhiali troppo piccoli o troppo avvolgenti permettono a grandi quantità di luce riflessa di raggiungere l’occhio, vanificando l’effetto protettivo. Per i bambini è anche consigliabile una protezione aggiuntiva contro il sole mediante un cappellino a tesa larga.

 

Letto dalle mamme