Mamma Sto Bene!
bambino schizofrenico

La schizofrenia nei bambini

Il tuo bambino si lamenta di aver sentito e visto cose che nessun altro sente o vede? Ha delle strane convinzioni e si comporta in modo maldestro in riunioni e pubblico?

Un simile comportamento è difficile da comprendere. Ma questo potrebbe indicare malattie come la schizofrenia.

Mammastobene ti dice tutto sulla schizofrenia nei bambini: perché è causata, come puoi riconoscerla e come affrontarla. Continua a leggere.

Cos’è la schizofrenia infantile

Quando la schizofrenia si verifica nei bambini di età inferiore ai 13 anni, è conosciuta come la schizofrenia ad esordio precoce o la schizofrenia ad esordio infantile. È diversa dalla schizofrenia ad esordio precoce che si verifica durante l’adolescenza (tra i 13 ei 18 anni).

La schizofrenia è un grave disturbo psichiatrico in cui la differenza tra realtà e finzione diventa sfocata per la persona. Può portare a comportamenti anormali e impedire lo sviluppo cognitivo ed emotivo del bambino.

La schizofrenia infantile o ad esordio precoce è molto rara e si verifica in 1 su 30.000 bambini.

Che cosa causa la schizofrenia nei bambini?

Secondo la ricerca, una combinazione di fattori porta allo sviluppo di questa condizione. Non è noto il motivo per cui inizia prima in alcuni individui rispetto ad altri.

Ecco i motivi per cui si verifica la schizofrenia:

  • Genetica: gli studi hanno collegato più geni all’esordio della schizofrenia. Tuttavia, la presenza di queste combinazioni di geni non deve necessariamente portare alla schizofrenia.
  • Qualsiasi storia di malattie mentali in famiglia potrebbe essere motivo di schizofrenia nei bambini.
  • Inoltre, l’età del padre ha un impatto sul bambino. Un’età avanzata di oltre 30 anni dal padre potrebbe portare alla schizofrenia nel bambino.
  • Gemelli identici: nel caso di gemelli identici, se un gemello sviluppa la schizofrenia, l’altro bambino ha una possibilità su due di ottenerla. Nel caso di gemelli non identici, le probabilità sono una su sette.
  • Anatomia del cervello: la struttura del cervello e i cambiamenti chimici possono essere un fattore importante. Alcuni neurotrasmettitori, come la dopamina e il glutammato, si trovano naturalmente nel cervello. Uno squilibrio in essi può contribuire alla schizofrenia.
  • La neurodiagnostica ha mostrato ai ricercatori che la struttura cerebrale delle persone con schizofrenia è diversa da quella delle persone normali. Hanno anche meno materia grigia, che è parte integrante dell’elaborazione, ricordando e valutando le informazioni di base.
  • Ambiente infantile: perdita precoce dei genitori, scarso senso di maternità, legame debole con la madre, trauma cranico, abuso fisico e mentale possono avere un impatto diretto sulla psicologia del bambino e possono portare alla schizofrenia.
  • Complicazioni prenatali: l’esposizione di una donna incinta a virus dell’influenza, virus della rosolia, infezioni respiratorie, analgesici e malnutrizione può portare alla schizofrenia.
  • Crescita e sviluppo fetali anormali, come basso peso alla nascita, malformazioni congenite, circonferenza della testa piccola; e complicanze ostetriche come l’asfissia, l’atonia uterina, la sezione C di emergenza possono essere le cause ma di solito in combinazione con altri fattori di rischio.

Vediamo quei fattori di rischio dei quali dobbiamo preoccuparci.

Fattori di rischio per la schizofrenia:

I fattori di rischio sono gli stessi delle cause che portano alla schizofrenia infantile. Alcuni di loro sono:

  • Una storia familiare di schizofrenia
  • Delezioni cromosomiche sui cromosomi 1, 8, 15 e 22
  • Malattie autoimmuni che causano una maggiore attivazione del sistema immunitario
  • L’età avanzata del padre
  • Complicazioni durante la gravidanza, come una cattiva alimentazione o esposizione a tossine che possono influenzare lo sviluppo del cervello
  • Consumo di droghe psicoattive da parte dei genitori durante l’adolescenza

Se tuo figlio ha una combinazione di queste cause o fattori di rischio, cerca i sintomi della schizofrenia.

Segni e sintomi della schizofrenia infantile

I sintomi della schizofrenia nei bambini sono divisi in negativo e positivo.

Positivi: questi sintomi sono più visibili di quelli negativi. C’è un cambiamento graduale nel comportamento o nei pensieri del bambino, ad esempio, il bambino è allucinato o è delirante.

I sintomi positivi sono:

  • Allucinazioni visive, vedere persone o oggetti che non esistono.
  • Allucinazioni uditive, sensazioni uditive o voci che non esistono.
  • Comportamento inappropriato o strano in situazioni sociali o anche in privato.
  • Manie di persecuzione;
  • Avere un linguaggio disorganizzato in cui il bambino potrebbe non essere molto espressivo o avere un debole movimento della mano o degli occhi.
  • Funzioni motorie anormali come sedersi o fare cose in una strana posizione.
  • Malumore.
  • Ansia e paura.
  • La paranoia è considerata un sintomo positivo e non è una condizione separata.

Negativi: questi sintomi non sembrano essere lì, ma ci sono. Il bambino viene trovato ritirato, sia dal lavoro di base che emotivamente. Diamo un’occhiata a questo tipo di sintomi:

  • Problemi nel connettersi con le persone, fare amicizie o creare fiducia.
  • Sospetti o ostilità verso gli altri senza una ragione apparente.
  • Moodiness estremo e natura irritabile.
  • Incapacità di mostrare emozioni
  • Mancanza di interesse in qualsiasi attività.
  • Anedonia
  • Scarse prestazioni a scuola.
  • Problemi cognitivi come problemi nel ricordare informazioni o utilizzarle correttamente.
    I sintomi positivi rendono il trattamento urgente perché sono troppo visibili per essere ignorati, mentre i sintomi negativi potrebbero essere fraintesi come l’ostinazione del bambino o gli sbalzi d’umore.

Pertanto, è necessario essere vigili perché la schizofrenia non rilevata potrebbe portare a complicanze.

Complicazioni derivanti dalla schizofrenia

Se la schizofrenia non viene curata può causare gravi danni emotivi e alla salute generale del bambino. Le complicazioni che potrebbero sorgere sono:

  • Pensieri suicidi
  • Ferite autoinflitte
  • Attacchi di panico
  • Attacchi di ansia
  • Depressione acuta
  • Incapacità di condurre una vita indipendente
  • Isolamento dalla società e dalla famiglia
  • L’assistenza medica al momento giusto può evitare problemi seri.

Quando andare da un dottore

Dovresti portare i vostri figli da un medico quando:

  • Non stanno mantenendo l’igiene personale come la pulizia basilare o farsi il bagno.
  • Non è in grado di eseguire compiti normali.
  • Hanno ritardi di sviluppo rispetto ai bambini della stessa età.
  • Scarse prestazioni negli studi.
  • Molto sospettoso degli altri.
  • Hanno uno schema di pensiero strano.
  • Espressione emotiva piatta o non espressività del tutto.
  • Confuso tra realtà e finzione.
  • Spesso aggressivo.
  • Vede e sente cose che gli altri non sentono o vedono.
  • Sentono che i loro pensieri sono controllati.
  • Parlano in modo piatto o monotono senza fare espressioni facciali.
  • Danno spesso risposte confuse.

Diagnosi di schizofrenia nei bambini
Un professionista della salute mentale, di solito uno psichiatra infantile, farà una valutazione completa della psiche del tuo bambino

Il medico di tuo figlio potrebbe farti domande su:

  • la salute generale di tuo figlio
  • storia medica di famiglia
  • comportamento sociale
  • prestazione di vita quotidiana
  •  si svolgeràil controllo psicologico del bambino esaminando l’aspetto fisico, i pensieri e le emozioni del bambino
  • Vi sarà una valutazione comportamentale per vedere come si sente il bambino, se è insicuro, ha pensieri autolesionisti, umore aggressivo e ansia
  • Il medico del bambino può eseguire un esame fisico per verificare altre possibilità di sintomi per escludere altre condizioni come depressione o disturbo bipolare
  • Analisi di immagini computazionali come la risonanza magnetica

La schizofrenia è sospettata se il bambino ha almeno due dei sintomi positivi e negativi per un minimo di sei mesi.

Una volta stabilito che il bambino ha la schizofrenia, il dottore eseguirà un piano di trattamento e ne discuterà con te. Questo piano includerà farmaci e psicoterapia.

Trattamento della schizofrenia nei bambini

Il trattamento ha lo scopo di eliminare i sintomi della schizofrenia infantile in quanto non esiste una cura totale. Potrebbe essere una condizione complessa e permanente.

Il trattamento include una combinazione di terapie e può variare da un bambino all’altro, a seconda dei sintomi particolari.

Di solito è una combinazione di:

1. Farmaci antipsicotici

I medici prescrivono comunemente farmaci antipsicotici noti anche come neurolettici come:

  • Flufenazina (nome commerciale Prolixin)
  • Trifluoperazina (stelazina)
  • Loxitane (Loxapine)
  • Cloropromazina (torazina)
  • Questi farmaci sono prescritti per ridurre la gravità delle allucinazioni e deliri.

Tuttavia, la maggior parte dei farmaci antipsicotici ha effetti collaterali. Quindi sii vigile e informa il medico se il bambino ha problemi.

2. Psicoterapia

La psicoterapia è parte integrante del trattamento psichiatrico per i bambini; è fondamentalmente una terapia della parola.

Attraverso queste sessioni, lo psichiatra di tuo figlio li aiuterà:

  • Comprendere meglio i sintomi della malattia
  • Gestire sé stessi
  • Essere chiari riguardo alle loro paure ed emozioni
  • Esegui le attività quotidiane con facilità
  • Affrontare la società e interrogare le persone nella vita
  • Oltre alla terapia farmacologica e alla terapia verbale, molto può essere fatto a casa per aiutare il tuo bambino ad essere meno ansioso e ad affrontarlo con maggiore facilità.

Come prendersi cura del bambino a casa

La schizofrenia può essere devastante per l’intera famiglia, ma puoi prendere alcune misure cruciali e apportare cambiamenti nello stile di vita per prendersi cura di tuo figlio (13):

  • Assumere i farmaci in tempo: assicurati che il bambino assuma regolarmente i medicinali anche se i loro sintomi regrediscono o il bambino sembra meglio di prima. È probabile che i sintomi ritornino se non viene presa la dovuta cura. Contattate sempre il medico prima di dare al vostro bambino altri medicinali che potrebbero interrompere nel processo di trattamento.
  • Parlare sempre positivo: ottenere una diagnosi di schizofrenia ad esordio infantile può spaventare il bambino. Pertanto, sii il suo pilastro di supporto e continua a parlare di cose positive nella vita. Racconta loro delle storie di successo in cui le persone con schizofrenia hanno completato la loro istruzione, hanno svolto un lavoro e hanno persino avuto una famiglia. Inoltre, si rivolga sempre a eventuali dubbi che il bambino potrebbe avere durante il processo di trattamento.
  • Per saperne di più sulla malattia: condizioni come la schizofrenia hanno bisogno di qualcosa di più delle semplici medicine. Devi educare te stesso, tuo figlio e la famiglia sulla condizione e su come gestirla meglio. Ciò aiuterà tutta la famiglia a far sentire meglio il bambino a sperare.
  • Strategie di auto: questo è un modo eccellente per gestire efficacemente i sintomi e avere un senso di controllo sul proprio benessere. Ad esempio, l’allenamento regolare comporta un lavoro fuori dal corpo e dalla mente, rendendo il bambino più energico e motivato. Fai fare al tuo bambino esercizi come andare in bicicletta, nuotare o ballare. La meditazione aiuta a tenere le emozioni sotto controllo e condurre una vita pacifica.
  • Evita situazioni difficili: lo stress può innescare sintomi psicotici che possono influire negativamente sulla salute del tuo bambino. Fai frequenti discussioni con tuo figlio senza giudicare, sgridare o criticare. Una famiglia solidale rende il recupero più agevole per il bambino.
  • Aiutali a socializzare: il tuo bambino potrebbe non essere una persona sociale. Non costringerli a creare nuove connessioni, ma ogni tanto devono essere in contatto con familiari fidati e amici intimi.
  • Lascia che dormano bene: assicurati che il tuo bambino dorma abbastanza, specialmente quando sono in terapia. Avrebbero bisogno di più delle normali otto ore e va bene.
  • Prenditi cura della dieta del tuo bambino: dai al bambino pasti nutrienti ogni giorno, minimizza il contenuto di zucchero nel cibo ed evita gli ingredienti che disturbano il sonno come la caffeina.
  • Aumentare gli acidi grassi omega 3, come pesce, olio di pesce e noci, nella loro dieta.
  • Aggiungi più frutta e verdura, cibi ricchi di amido come pasta, riso e patate.
  • Include cibi ricchi di fibre.

È difficile per un genitore accettare il fatto che il loro bambino abbia una malattia mentale. Potresti voler negare la situazione, cancellare i rapporti e voler dimostrare a tutti che si sbagliano. Ci vuole tempo per accettare la verità, ma nel frattempo non tardare a fornire attenzioni e cure adeguate al bambino.

Questo è un momento delicato per il bambino e loro hanno disperatamente bisogno del tuo amore e supporto. Vieni a patti con la cosa e aiutali a riprendersi. Fai in modo che conducano una vita il più normale possibile.

Paola Accardi

Sono una mamma non a tempo pieno. Sono anche un'insegnante laureata in Scienze della Formazione Primaria. Dedico la mia vita ai bambini, non solo quelli miei, e per questo ho scelto di contribuire al progetto di MammaStoBene.com per aiutare tutte le mamme alle prese con le mille necessità che i bambini richiedono e fornire utili e pratici consigli riguardanti la cura e salute dei più piccoli.
Ho collaborato per anni come OSS in reparti di pediatria e neonatologia, entrando in contatto con la realtà sanitaria che riguarda i più piccoli; intrapresi gli studi per diventare infermiera pediatrica, poi sospesi per dedicarmi al lavoro. Grazie a queste esperienze ho conosciuto fantastiche persone che collaborano con me alla realizzazione degli articoli di questo sito e partecipano a un processo di informazione valida e affidabile per chiunque abbia perplessità su questo delicato argomento.