Mamma Sto Bene!
adolescenti

Il senso di ribellione negli adolescenti

Se pensavi che allevare un bambino fosse difficile, probabilmente non hai ancora incontrato i genitori di un adolescente. E se hai un adolescente a casa, conosci già il terreno ripido su cui stai viaggiando. Gli anni dell’adolescenza vengono sempre citati come gli anni migliori della nostra vita. Ma è davvero così? Quando i problemi sono fuori controllo (nostro o di nostro figlio adolescente), potresti trovarti di fronte a un adolescente che si trova in fase di ribellione.

Se sei preoccupato per questi drastici cambiamenti nel comportamento del tuo ragazzo e vuoi sapere cosa sta causando tutta questa ribellione e come affrontarla, continua a leggere.

Quali sono i diversi tipi di ribellione adolescenziale?

Mentre molte persone pensano che la ribellione sia sempre cattiva, in realtà, il modo in cui Gli adolescenti si ribellano possono essere di due tipi diversi. Ecco i due tipi di ribellione che il tuo adolescente potrebbe attraversare:

1. Ribellione sana:

  • Cercare di capire i diversi ideali e confrontarli con le proprie idee: una sana ribellione è quella in cui il tuo adolescente cercherà di capire e analizzare qualsiasi cosa stia accadendo nel mondo che lo circonda. Valuterà costantemente idee e valori che vede o sente su base giornaliera e cerca di capire cosa è giusto e cosa è sbagliato, secondo ciò che crede la sua mente. È un momento in cui inizierà a valutarti come genitore e cercherà di capire perché le dici di comportarti in un certo modo. Mentre prima poteva aver fatto tutto quello che ti aspettavi senza avanzare troppe proteste in merito, ora sarà più aperto e senza paura di condividere i suoi pensieri.
  • Periodi di calma e periodi di guerra: il tuo adolescente avrà un mix di giorni ok e giorni brutti. A volte potrebbe provare a sfidarti in tutto ciò che gli/le chiedi di fare o che ti aspetti da lei o lui. In questi giorni, potrebbe essere lunatico, potrebbe non voler fare ciò che ci si aspetta e potrebbe semplicemente voler chiudersi sé stesso. Negli altri giorni, il tuo ragazzo sarà assolutamente normale e si comporterà nel modo in cui l’hai conosciuto fino a quei momenti, prima che iniziasse la fase della ribellione adolescenziale.
  • Solo un atto di indipendenza: a volte, quello che potresti vedere come un atto di ribellione potrebbe in realtà essere solo un semplice bisogno di intensificare e ottenere un po ‘di indipendenza. Il tuo adolescente potrebbe improvvisamente voler sperimentare un nuovo look, un nuovo taglio di capelli o un nuovo colore, un nuovo modo di vestire, ascoltare nuovi generi musicali che non ha mai provato prima, o anche voler decidere in quale liceo vorrebbe iscriversi.  Mentre puoi immediatamente tirare un sospiro di sollievo su tutto questo e vederlo semplicemente come un atto di ribellione adolescenziale, per il tuo adolescente, potrebbe essere solo un modo per provare a mostrarti che sta cambiando in termini di ciò che era la sua precedente personalità. Inoltre, i tuoi ragazzi diventeranno più socievoli e potrebbero incontrare molti tipi diversi di persone, che potranno aprirli a un mondo di musica, stile e altro ancora di cui prima non era a conoscenza. Se gli piace quello che vede o anche se è confuso da ciò che vede, può ancora provare a sperimentare lui o lei stesso/a e vedere cosa succede.

2. Ribellione malsana:

  • Diventare sempre più aggressivi: a volte, è possibile che tuo figlio adolescente inizi a mostrare un comportamento aggressivo improvviso, che può essere altamente atipico nei tuoi confronti. Il tuo adolescente potrebbe ricorrere a urla e simili e mettendo su un approccio minaccioso nei tuoi confronti, specialmente quando sente che non gli/le stai permettendo ciò che vuole. Se la rabbia di tuo figlio diventa fuori controllo durante questi episodi, potrebbe anche diventare violenta e distruttiva, arrivando a nuocere agli altri o anche a fare del male a sé stessi. Inoltre, il tuo adolescente potrebbe anche diventare violento e parlare in un tipo di linguaggio che non hai mai sentito usare prima.
  • Diventare scostumati verso genitori o fratelli: il tuo adolescente potrebbe non essere sempre distruttivo o diventare abusivo, ma potresti sentire che c’è qualcosa come una guerra fredda in corso tra lei o lui e il resto dei membri della famiglia. Talvolta il tuo adolescente potrebbe ostacolarvi e rifiutarsi di comunicare con te o il tuo partner e, a volte, anche con i fratelli più piccoli. Sentirà costantemente che tu o il tuo partner non la capite, e le sensazioni andranno anche verso i suoi fratelli più piccoli. Farà diventare l’atmosfera cupa e amara, dove guarderà te e il resto della famiglia come nient’altro che un ostacolo al modo in cui vuole condurre la propria vita in pace.

Perché tuo figlio adolescente si trova in questa fase?

Ci sono molte cose  che tuo figlio può fare che come ben sappiamo è più che sufficiente per spingere la tua pazienza e i tuoi limiti… beh, al limite. Dalla guida maldestra o troppo veloce al bere e guidare, essere abusivi con la propria famiglia o chiunque gli capiti a tiro, rubare nei negozi, diventare aggressivi o avere un assoluto disprezzo per le regole e la disciplina, la ribellione adolescenziale può avvenire in forme diverse.

Quasi tutti i ragazzi attraverseranno una fase di ribellione durante un periodo della loro vita da adolescenti. È un momento in cui tuo figlio non è più un bambino ma non è un adulto, e la sensazione di vivere nel mezzo da qualche parte può essere abbastanza confusa. Il tuo ragazzo potrebbe non essere in grado di comprendere i nuovi sentimenti ed emozioni che stanno emergendo. Può essere un momento immensamente difficile per il tuo adolescente, ma non essere in grado di esprimere quelle sensazioni può spesso portare a un’esplosione di paure e confusioni “imbottigliate”, in un certo senso.

Perché tuo figlio ricorre ad un comportamento ribelle?

Ecco alcune delle cause più importanti e comuni che possono far improvvisamente ribaltare i tuoi ragazzi e reagire in modo ribelle:

1. Un cervello in via di sviluppo:

Durante l’adolescenza, il cervello di tuo figlio attraversa una fase di sviluppo nell’area nota come corteccia prefrontale. Si trova proprio dietro la fronte.

La corteccia prefrontale è la parte del cervello che aiuterà il tuo adolescente a formulare giudizi e a prendere decisioni. Man mano che la corteccia prefrontale si svilupperà, aiuterà i tuoi ragazzi a capire meglio le cose e a inventare idee e pensieri indipendenti.

Come risultato di questo improvviso sviluppo che accade nel cervello dei tuoi ragazzi durante questi anni, il tuo bimbo adesso è diventato un adolescente ed avrà un nuovo modo di guardare il mondo. Ciò che prima era normale e accettabile ora potrebbe non sembrare così facile. Tuo figlio adolescente potrebbe essere stato il bambino perfetto e potrebbe aver sempre ascoltato tutto ciò che hai detto. Ora, all’improvviso, il tuo ragazzo inizierà a formare le sue idee e vorrà chiedersi perché deve fare quello che le dici di fare, o perché gli chiedi di farlo in primo luogo. In più, tuo figlio potrebbe iniziare a essere in disaccordo con te, soprattutto perché ciò che ritieni sia giusto si scontra con il suo modo di guardare le cose.

Ci sono un sacco di cose che questo nuovo adolescente attraverserà. Potrebbe formare le proprie idee ed ideali su come dovrebbero essere i suoi genitori, così come hai i tuoi pensieri su come dovrebbe essere lui stesso in primis. L’impressione ideale potrebbe essere il risultato dell’incontro con i genitori dei suoi amici adolescenti, o anche vedere i suoi idoli dei grandi schermi e creare un’immagine illusoria nella sua testa. Quando scopre che tu, come suo genitore, non rispetti queste aspettative, o non aderisci a queste aspettative, potrebbe sentirsi sempre più turbato e confuso.

Mentre la corteccia prefrontale si sta sviluppando nel cervello dei tuoi ragazzi, le darà anche un nuovo senso di litigare con il mondo e avanzare i propri sentimenti e convinzioni. È un cambiamento forte, in cui il tuo ragazzo sentirà di essere pronta ad affrontare il mondo in cui nessuno la capisce affatto, creando sempre più confusione.

È anche il momento in cui il tuo adolescente passerà dal solo pensare e formare idee al tentare effettivamente di metterle in pratica. Ad esempio, da bambino, a volte il tuo adolescente potrebbe aver sentito che voleva dirti il ​​suo punto di vista, ma non lo ha mai fatto davvero. Ora che il suo cervello si sta sviluppando, sarà in grado di esercitare questo pensiero e in realtà agire. A volte, può persino fare le cose solo per provarle e vedere come funziona. Ad esempio, il tuo piccolo adolescente potrebbe semplicemente litigare con te e arrabbiarsi, solo perché vuole vedere come influenza te e lui e cosa succede realmente quando lo fa.

2.Una nuova dimensione sociale

Nelle generazioni precedenti, il raggiungimento della maggiore età avvenne durante la fine degli anni dell’adolescenza, diciamo più o meno intorno ai 18 e 19 anni.

Con i confini sociali che si stanno riversando negli anni precedenti, gli adolescenti e anche i preadolescenti di 11 e 12 anni vengono risucchiati da quella che viene definita la trappola dei problemi sociali.

Oggi gli adolescenti o gli anni pre-adolescenti hanno un enorme fardello di prepararsi a fare quelle “prime”. Dal primo fumo al primo vero amore, al primo appuntamento, al primo sesso, al primo tatuaggio, al primo piercing, al primo drink o droghe e molti altri, la lista è quasi infinita.

Quando tutti gli altri tuoi figli sanno andare avanti senza problemi e fanno questi “primi assaggi della vita”, è solo una questione di tempo in cui bisognerà semplicemente stringere i denti. Il tuo adolescente dovrà scegliere tra fare quello che può essere giusto ed essere visto come un disadattato tra i pari, rispetto ad andare avanti con quello che fanno tutti gli altri, anche se non sembra la cosa giusta da fare.

Nelle generazioni precedenti, la più alta quantità di pressione tra pari avveniva durante la tarda adolescenza, il che ha aiutato gli adolescenti a esprimere un giudizio migliore. Nel mondo di oggi, la pressione si è spostata su adolescenti molto, ma molto più giovani, il che rende sempre più difficile per loro capire cosa sarebbe veramente meglio per loro.

Spesso, quando tuo figlio non si sente a suo agio nel fare qualcosa e tuttavia va avanti e lo fa per compiacere i suoi coetanei, può creare un impatto negativo sul suo umore e sulla sua psiche. Potrebbe non essere in grado di relazionarsi ad essa e la costante confusione e senso di colpa può essere travolgente, portandola a scatenarsi contro di te. Inoltre, potrebbe improvvisamente perdere il controllo della sua vita e potrebbe sembrare fuori controllo, facendo azioni pazze che non hai mai saputo di essere in grado di fare.

3. Cercando di testare i confini:

Mentre il bambino si trasferisce negli anni dell’adolescenza, lei cercherà di scoprire da sola ciò che può farla franca.

Ad esempio, se hai impostato un coprifuoco per lei con cui deve tornare a casa, potrebbe semplicemente provare a romperlo per vedere quale sarà la ripercussione. Per quanto tu possa considerarlo una forma di ribellione adolescenziale, per lei o lui potrebbe essere solo un modo semplice e divertente di cercare di scoprire cosa potrebbe davvero andare storto se avesse infranto il coprifuoco. Vorrebbe sapere e scoprire come la punirai per non averti ascoltato, o per vedere fino a che punto può spingerti e avere ancora la sua libertà.

È anche il momento in cui il tuo adolescente vorrà imparare tutte le esperienze di prima mano testandole da solo, invece di ascoltarlo da te.

Tuo figlio quindi potrebbe apparire e comportarsi come se si stesse ribellando, ma potrebbe non essere ancora in grado di capire l’importanza dei confini che hai impostato per lui, e solo provare a romperla perché sembra più divertente dell’ascoltarti.

4. Usare la ribellione come forma di autopunizione:

In alcuni casi, se tuo figlio sa di aver fatto qualcosa con cui non sei d’accordo, o che lei non è a suo agio, potrebbe usare un comportamento ribelle come una forma di autopunizione.

Il tuo adolescente potrebbe aver fatto qualcosa inconsapevolmente o in un impeto di rabbia, come essere scortese con te o un fratello più giovane. Ora che si sente male e piena di rimorsi, non sarà in grado di venire da te e scusarsi per questo, poiché è ancora confuso e imbarazzato per il suo stesso comportamento.

Di conseguenza, il tuo adolescente potrebbe iniziare ad avere scoppi d’ira o comportarsi in un modo ugualmente cattivo e ti costringerà a prenderlo in considerazione. In realtà, vorrà che tu te ne accorga e lo ammonisca e la tratti male, cosa che sente essere ciò che merita per il suo precedente cattivo comportamento.

In molti casi, il tuo ragazzo sentirà di non meritare l’amore, la cura e la gentilezza che tu o altri membri della famiglia condividono con lei o lui. Di conseguenza,  cercherà di comportarsi costantemente male e ribellarsi contro di te, così che sei costretto ad arrabbiarti e ad “attenuare” il tuo amore verso di loro.

È anche un modo per il tuo adolescente di provare e renderti consapevole che sente di non essere abbastanza bravo e può avere una cattiva influenza sulla famiglia.

5. Usarlo come un meccanismo di difesa:

È vero che a volte, tuo figlio può iniziare a comportarsi in modo ribelle semplicemente come un modo di usarlo come meccanismo difensivo.

Il tuo adolescente potrebbe sentirsi spaventato, confuso o ansioso, e ciò potrebbe essere dovuto a una serie di motivi. Forse tuo figlio non è in grado di capire tutti i cambiamenti che sta attraversando o forse è sopraffatto  dall’improvviso aumento degli sconvolgimenti emotivi che sta vivendo. Potrebbe anche essere che ha incontrato qualcuno e sta iniziando a sviluppare sentimenti che sono sia emotivi che di natura fisica.

Invece di venire da te e discutere tutte le sue preoccupazioni e ansietà, il tuo ragazzo potrebbe provare a mettere su una faccia forte e coraggiosa. Una delle cose più facili per lei per dimostrare che è forte è quella di scatenare comportamenti ribelli.

Inoltre, se sente che si sta avvicinando a qualcuno, ma i suoi sentimenti non possono essere ricambiati, può ancora provare a costruire un muro intorno a lei per evitare di farsi male.

Come puoi affrontare un adolescente ribelle?

Anche se può sembrare un compito scoraggiante, ricorda che anche tu potresti aver vissuto le stesse emozioni quando eri un adolescente te stesso. Inoltre, per i tuoi ragazzi, è un momento cruciale di auto-comprensione e raggiungimento della maggiore età. In confronto, sei più esperto, quindi è importante per te provare a gestire i tuoi ragazzi con un cuore aperto e una mente aperta. Ecco alcuni modi che ti aiuteranno ad affrontare i tuoi adolescenti ribelli in un modo positivo e meno conflittuale:

1. Mantenere una comunicazione aperta con il tuo adolescente in ogni momento:

Il tuo adolescente subirà un forte stress durante l’adolescenza. Quindi assicurati di parlare costantemente delle sfide che deve affrontare e delle preoccupazioni o paure che potrebbe avere. A volte, puoi sentire che piccole cose insignificanti finiscono per farlo sentire turbato, e può abusare della tua pazienza per cercare di affrontarlo in ogni momento. Tuttavia, assicurati di non rinunciare alla parte del discorso con tuo figlio. Sii paziente e ascoltalo. Dimostra che, qualunque cosa accada, può sempre venire da te e discutere qualsiasi cosa gli/le passasse per la testa. Una volta che  mostrerai che lo ascolterai felicemente senza interromperlo in ogni momento,  verrà da te con le sue paure e le sue domande. Come genitore, sei la persona migliore per guidare tuo figlio in questi anni.

2. Incoraggia e apprezza il tuo adolescente come individuo:

La più grande lotta che subirà il tuo adolescente durante l’adolescenza è cercare di mantenere un senso di individualità. Aiutalo a raggiungere questo senso di autostima guardandola come un individuo, invece di pensare solo a lei o lui come a tuo figlio o come fratello. Incoraggiala a fare le cose a modo suo e incoraggiarla a provare nuove cose, anche se in modo sicuro. Apprezzo i suoi sforzi e la sua volontà di imparare e crescere e mostrarle come può portare la sua ricerca all’auto-realizzazione al livello successivo, con la guida per guidarla. Assicurati di rispettare la tua adolescenza per quello che è, invece di mostrarla e dirle che conosci meglio. Solo quando mostrerai il suo rispetto vorrà dimostrare la tua immagine di lei.

3. Farle capire le regole e le conseguenze:

Una delle cose che può davvero confondere tuo figlio è quando non è in grado di capire cosa accadrà quando infrangerà una regola. Spesso, tuo figlio infrangerà le regole solo per vedere quali potrebbero essere le ripercussioni. Potrebbe pensare che provare a uscire dalla disciplina e dalle regole sia divertente, ma potrebbe anche solo provare a vedere quale punizione ti verrà in mente. Per evitare l’intera routine delle regole di violazione e quindi metterla a terra o darle una punizione, è sempre meglio definire i limiti in anticipo.

Di’ ai tuoi ragazzi ribelli quali sono le regole specifiche della casa e le regole disciplinari che deve assolutamente seguire e che non possono essere infranti. Assicurati di impostare regole realistiche. Ad esempio, tuo figlio potrebbe voler uscire e festeggiare con i suoi amici. Puoi fissare un coprifuoco per le dieci di sera che sai che sarà in grado di seguire. D’altra parte, se imposti il ​​coprifuoco fino alle otto di sera, potrebbe non essere una regola realistica o pratica, e potrebbe finire per infrangerla anche se non intendeva farlo. Stabilisci tutte le conseguenze e le punizioni che si verificano se infrange le regole. In questo modo, il tuo ragazzo saprà già in cosa si sta impegnando e cercherà di evitarlo il più possibile.

Come genitore, puoi essere il migliore amico di tuo figlio. Tutto ciò che serve è comprensione, pazienza e tanto amore incondizionato per assicurarti che tuo figlio torni ad essere il bambino che conosci. Trattala come una fase e molto presto la pace sarà risolta.

Paola Accardi

Sono una mamma non a tempo pieno. Sono anche un'insegnante laureata in Scienze della Formazione Primaria. Dedico la mia vita ai bambini, non solo quelli miei, e per questo ho scelto di contribuire al progetto di MammaStoBene.com per aiutare tutte le mamme alle prese con le mille necessità che i bambini richiedono e fornire utili e pratici consigli riguardanti la cura e salute dei più piccoli.
Ho collaborato per anni come OSS in reparti di pediatria e neonatologia, entrando in contatto con la realtà sanitaria che riguarda i più piccoli; intrapresi gli studi per diventare infermiera pediatrica, poi sospesi per dedicarmi al lavoro. Grazie a queste esperienze ho conosciuto fantastiche persone che collaborano con me alla realizzazione degli articoli di questo sito e partecipano a un processo di informazione valida e affidabile per chiunque abbia perplessità su questo delicato argomento.