Mamma Sto Bene!
tutine natale per neonati

Le tutine di Natale: tra amore per le feste e precauzioni per l’inverno!

Quest’anno, non preoccuparti del freddo: abbiamo suggerimenti per mantenere il tuo bambino caldo e accogliente. Che tu stia giocando fuori, guidando in macchina o stando in casa, questi consigli per organizzare al meglio il guardaroba del tuo bambino ti aiuteranno a tenere il tuo piccolo comodo e caldo per quest’inverno. E che dire del Natale? In giro per i negozi (ma anche online, digitando “tutine natale neonato” su Google ci viene, ad esempio, proposto il portale tutineneonato.it che offre dei design così carini e confortevoli che sarà impossibile resistervi) sono tantissime le tutine a tema pensate apposta per la festa più amata dai bambini di tutto il mondo!

E beh, dicembre si sa, non è proprio un mese caldo… anzi!

Vestire i bambini per una fredda giornata invernale può essere difficile dopotutto, specie se sono neonati (non possono dirti se sono a loro agio!), e noi mamme abbiamo la tendenza a esagerare, piuttosto che risparmiare, sui vestiti caldi. Ma bando alle ciance e vediamo come fare!

I consigli per vestire il tuo bambino in inverno!

Parlando di tutine…

Partiamo parlando di consigli su come abbinare le tutine natalizie con gli altri indumenti che servono a mantenere caldo il tuo bimbo in inverno!

Vesti a strati

Come ci dicevano sempre le nostre mamme, una delle mosse più sagge in inverno è quella di vestirsi a cipolla! Specie se siamo dentro casa, al caldo, un paio di strati di vestiti vanno più che bene per un bambino che sta trascorrendo la giornata dentro casa, specie con i tipici pranzi natalizi dove tutti i parenti si ritrovano a stare assieme. Inizia, quindi, con una tutina leggera a tema natalizio e magari sotto opta per un body intero in cotone che lo aiuti a mantenerlo più caldo. Se invece sei più orientata per i pantaloni e un maglioncino, assicurati che i calzini mantengano caldi i piedini del bimbo. Dunque sì, ricordate: se non state indossando una tutina ed i piedi del vostro bimbo sono scoperti, ricordate di tenerli al caldo.

In auto

Cappotti voluminosi, piumini e felponi che si possono incastrare sul fondo o all’interno del sediolino dell’auto sono ormai considerati da evitare, perché possono comprimere il tuo bambino in caso di incidente, aumentando il rischio di fratture del bambino. Senza contare che potrebbe star troppo stretto e non respirare bene! Invece, vesti il tuo bambino a strati sottili e avvolgilo con  una coperta intorno dopo che si è sistemato in auto . Nei giorni molto freddi, prova a fargli indossare un body a maniche lunghe, magari sotto un vestitino a tema Natale mentre si vola a casa a pranzo dai nonni! A seconda del tempo, puoi aggiungere anche un maglioncino di caldo cotone. Usa coperte spesse o anche più di una copertina se lo stai trasportando dalla tua abitazione alla macchina e devi camminare per qualche isolato. Puoi anche usare il suo cappotto invece di una coperta, ma ricordati di toglierglielo una volta andati in auto. Una volta che l’auto si sarà riscaldata, dunque, rimuovi la coperta o il cappotto.

Cappotti e tute da neve gonfie, comunque, possono davvero rendere i cinturini dei sedili dell’auto troppo larghi, un grosso rischio per la sicurezza quindi, dunque questo è un altro dei capi principali da eliminare se stai andando in auto. Anche le coperte sotto le cinghie rappresentano un rischio per la sicurezza. Coperte aderenti messe attorno al tuo bambino dopo che è stato allacciato al suo posto di guida vanno bene, non prima. Se vivi in un clima molto freddo, considera l’acquisto di un rivestimento per seggiolino auto per mantenere il tuo bambino al caldo durante il viaggio in auto.

Passeggiatine natalizie

Non c’è modo di aggirare la situazione, mamma! Se hai in programma di uscire di casa con il tuo bambino nelle mattine d’inverno, allora hai bisogno di prepararti preventivamente. Hai molte cose da sapere per stare insieme al tuo piccolo in inverno, ed il tuo bambino potrebbe non essere troppo collaborativo una volta che inizi a fargli indossare il terzo strato di vestiti!

Quindi, step 1, la preparazione. Raccogli tutti gli indumenti extra di cui hai bisogno in un unico posto, in modo da poter vestire il tuo bambino il più rapidamente possibile prima di uscire invece di fare avanti e indietro tra il letto (o qualsiasi ripiano dove ti adoperi nel vestire il tuo bambino) ed il guardaroba e soprattutto non perdi mai d’occhio il bimbo, che nel frattempo potrebbe scalciare e dimenarsi.

Quando fuori fa molto freddo, una tutina da neve può essere un ottimo cuscinetto contro il freddo e la neve. Una volta che il tuo bambino è vestito con il suo abbigliamento per affrontare al meglio la giornata, puoi semplicemente infilarlo nella tuta da neve appena prima di uscire e non dovrebbe avere problemi.

Le tutine da neve (e a tema natalizio ce ne sono tantissime!) infatti hanno gambe e braccia aderenti, e la maggior parte di loro è anche dotata di comodi cappucci. Cerchiamone una con un buon strato di isolamento, in tessuti come pile o flanella, e un tessuto esterno idrorepellente.

In più, non tutte le mamme lo sanno, ma i bambini possono perdere molto calore dalle loro teste, quindi metti sempre un cappello al tuo piccolino quando esci fuori in inverno. Se le sue mani sono esposte, mettici dei guantini. Portane un paio di riserva se tende a volerseli togliere e dovesse perderli per la strada.

Nei giorni di gelo totale, puoi avvolgere una coperta attorno alla tuta da neve del tuo bambino se hai idea che senta ancora freddo. In un passeggino o una carrozzina, una fodera di pelle fornirà calore extra ed è altamente traspirante.

Ricordati di rimuovere sempre il cappello del bambino e ogni altro strato di vestiti non appena entri in casa dopo essere stato fuori, anche se questo significa svegliarlo. Abbi cura di fare questo se vai nei negozi. Molti negozi sono tenuti molto caldi e il tuo bambino potrebbe facilmente surriscaldarsi.

L’aria fresca è importante per il tuo bambino, anche quando il tempo è freddo. Finché è nato di 9 mesi, ha almeno 3 settimane e pesa 12 chili, facendo una camminata di 15-30 minuti quando fuori le temperature rasentano lo zero (o comunque più alte) può fare miracoli per entrambi. (Se il tuo bambino è nato prematuro o ha una condizione medica qualsiasi, consulta prima il tuo pediatra). Poiché i bambini perdono il calore più rapidamente degli adulti, gli esperti concordano che una buona regola è quella di vestire il tuo bambino con uno strato in più rispetto a quello che indosseresti le stesse condizioni.

Fa bene a te e al tuo bambino di avere un po ‘di aria fresca ogni giorno, sia che si tratti di portarlo in giro nel passeggino, in una carrozzina o in un marsupio. Tuttavia, se il tempo è particolarmente freddo e rigido, potresti voler evitare di fare qualsiasi viaggio all’aperto, per evitare che il tuo bambino prenda inutilmente troppo freddo e che dunque la passeggiata sia più controproducente che altro.

È improbabile che il tuo bambino abbia troppo freddo se è vestito bene e ti starà vicino, ma controlla sempre la sua temperatura.

Tieni a mente che mentre stai sudando essendo intenta a spingere il bambino in giro per la città con il passeggino, il tuo bambino potrebbe raffreddarsi ben prima di te. Come farai a sapere quando il bambino ha avuto abbastanza? Sii consapevole del suo comportamento. Se è felice di essere fuori in un primo momento ma inizia a lamentarsi dopo un po ‘, potrebbe cercare di dirti che ha freddo. È una buona idea controllare regolarmente pancia, orecchie e faccia e entrare prima che si senta a disagio.

Consiglio per la sicurezza: se il bambino sente molto freddo, non cercare di scaldarlo attraverso lo sfregamento della pelle. Potrebbe irritarlo piuttosto che riscaldarlo. Invece, tieni la sua pelle contro la tua. Puoi infilargli le mani sotto le tue ascelle per scaldarle.

Quindi, se stai uscendo con una maglietta a maniche lunghe e una giacca invernale, aggiungi un maglione all’abito a maniche lunghe del tuo bambino, oltre a un bavaglino o un cappotto. Completa il tutto con muffole, un bel berretto a tema natalizio e stivaletti caldi . Un sacco nanna va bene per una passeggiata in un passeggino, ma, ancora una volta, non usarlo durante un giro in auto. Et voilà! Entrambi siete pronti per i mercatini natalizi!

Non dimenticare di coprire il passeggino!

Un coprisella o una mantellina anti-pioggia per passeggini possono aiutarti a tenere il bambino al riparo dagli elementi atmosferici invernali come vento e pioggia. Queste coperture aiutano anche a trattenere il caldo, cosa da tenere a mente quando si veste il bambino per uscire fuori col clima freddo; vuoi che il tuo piccolo sia caldo, ma non soffocante. Rimuovi le coperture non appena sei in casa o scattato nell’auto.

Giocare nella neve

Adattare il vestiario un bambino di qualsiasi età per giocare con la neve può essere una seccatura, ma non lasciare che impedisca al tuo piccolo esploratore di provare uno dei più grandi piaceri dell’inverno. A 6 mesi, anche prima che possa camminare, sarà probabilmente eccitato dalla vista del tutto nuova della neve. Le regole per l’abbigliamento, comunque, dovrebbero essere le stesse di qualsiasi clima freddo, ma con una maggiore enfasi sul rimanere asciutto e protetto. Una tuta da neve impermeabile con i gambaletti cuciti – o una giacca da neve e pantaloni e stivali impermeabili – sono un must. Non dimenticare un cappello di lana e guanti impermeabili, anche se puoi toglierli momentaneamente per permettere al tuo bambino di sentire la neve a mani nude. Ovviamente, dovrai essere pronta per asciugarlo e riscaldarlo subito dopo. Aggiungi anche filtri solari e occhiali da sole alla tua lista, dato che i raggi del sole si riflettono sulla neve e sì, si rischiano scottature! Non c’è un limite prestabilito alla quantità di tempo che può giocare, quindi usa il tuo buon senso e portalo dentro al primo segnale di disagio.

Stare al chiuso

Potresti essere tentata dall’imbacuccare il bambino anche quando sei dentro casa, ma non esagerare. La temperatura ideale è tra 20 ° e 22 ° F, e la regola del mettere uno strato in più addosso al bimbo si applica anche al chiuso. Quindi, se sei a tuo agio con due strati, il tuo bambino ne ha bisogno tre. Un buon modo per verificare se fa troppo caldo o freddo per il bimbo è mettere una mano sulla pancia o sulla schiena, che dovrebbero essere calde ma non sudate. Non tenere il bambino troppo caldo è particolarmente importante quando dorme, poiché il surriscaldamento può contribuire alla SIDS. Al momento di coricarsi, chiudilo in un sacco per dormire (o una sacca che viene accuratamente avvolta e rimane sotto le ascelle) ) invece di usare una coperta, che aumenta anche il rischio di SIDS: sudorazione, capelli umidi, guance arrossate e respirazione rapida sono tutti segni di surriscaldamento, quindi se li osservate, togliete uno strato di indumenti, ma non c’è bisogno di andare in tilt e controllarlo ogni cinque minuti! Se sta dormendo profondamente, la sua culla è libera da letti larghi e la temperatura è impostata sulla gamma appropriata, probabilmente ha ragione.

Scegli un lenzuolo e strati di coperte di cotone per la culla del tuo bambino, non un piumone. Tieni a portata di mano anche molti extra per le modifiche.

Morbide tutine in cotone adatte per la notte assicurano al tuo bambino di stare al caldo per tutta la nanna tenendolo comodo e caldo dalla testa ai piedi. Quando fa molto freddo nella stanza del tuo bambino, potresti mettere un giubbotto sotto la sua tutina da notte. Il tuo bambino non ha bisogno di indossare un cappello in casa o mentre dorme.

Senti quindi come abbiamo già detto in precedenza il ​​pancino del tuo bambino per vedere se sta sentendo troppo caldo o troppo freddo e aggiusta di conseguenza la sua biancheria da letto. Se il tuo bambino è troppo caldo, rimuovi una o più coperte se necessario. Se il tuo bambino ha freddo, aggiungi uno strato. Altri segni che il bambino potrebbe sentire troppo caldo includono sudorazione, capelli umidi ed eritema da calore (le classiche schiocche rosse).

Ricorda, focalizza l’attenzione su pancia e schiena e non su mani e piedi caldi; è normale che siano freddi. Tuttavia, se appaiono pallide o addirittura livide, è possibile aggiungere guanti o un doppio strato di calzini.

Ricorda, se il tuo bambino ha la febbre avrà bisogno di meno cose addosso, non di più, man mano che suda.

Molti genitori utilizzano un sacco nanna per bambini con cerniera o bottoni a pressione. Ciò significa che non può seppellirsi sotto le coperte ed è meno probabile che si svegli perché si sente freddo ed il rischio di soffocamento è minore. Poiché i sacchi a pelo sono anche senza maniche, il tuo bambino può ancora muovere le braccia mentre il resto del suo corpo rimane coperto.

E nel caso del co-sleeping?

Se il tuo bambino è a letto con te, sta beneficiando del calore del tuo corpo e non ha bisogno di tanti vestiti come un bambino che abita nella culla. Un body a maniche lunghe e leggings o un letto in pile potrebbe essere tutto ciò di cui ha bisogno quando è accoccolato contro la mamma.

Paola Accardi

Sono una mamma non a tempo pieno. Sono anche un'insegnante laureata in Scienze della Formazione Primaria. Dedico la mia vita ai bambini, non solo quelli miei, e per questo ho scelto di contribuire al progetto di MammaStoBene.com per aiutare tutte le mamme alle prese con le mille necessità che i bambini richiedono e fornire utili e pratici consigli riguardanti la cura e salute dei più piccoli.
Ho collaborato per anni come OSS in reparti di pediatria e neonatologia, entrando in contatto con la realtà sanitaria che riguarda i più piccoli; intrapresi gli studi per diventare infermiera pediatrica, poi sospesi per dedicarmi al lavoro. Grazie a queste esperienze ho conosciuto fantastiche persone che collaborano con me alla realizzazione degli articoli di questo sito e partecipano a un processo di informazione valida e affidabile per chiunque abbia perplessità su questo delicato argomento.