Mamma Sto Bene!
famiglia in Italia

Le località italiane da visitare con i bambini

Viaggi in Italia con bambini: ma è davvero possibile viaggiare nel Bel Paese con i più piccoli? Con la giusta organizzazione e tanta voglia di vivere una meravigliosa avventura per tutta la famiglia è assolutamente possibile. L’Italia ha tanto da offrire alle famiglie che viaggiano con i bambini e sarà un ottimo modo per stimolare la loro fantasia e regalare ai più piccoli momenti da ricordare per sempre.

Viaggio alle Isole Eolie con bambini

Le chiamano le 7 sorelle, ma ognuna di esse ha un proprio carattere tutto da scoprire: Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli e Vulcano. Le Isole Eolie sembrano distese sul Tirreno e sono una fantastica idea per una vacanza con bambini. Il mare di questo arcipelago è perfetto per nuotare, per fare un giro in barca a vela e per le immersioni. Mentre i suoi vulcani in attività sono ideali per gli amanti delle escursioni. Il gustoso panorama enogastronoico permette inoltre alle mamme e ai papà di sorseggiare dell’ottimo vino dolce malvasia e ai bambini di gustare i gelati più buoni del mondo.

Visitare il Vulcano dell’isola Vulcano è una gita abbastanza impegnativa ed è consigliabile alle famiglie con bambini di almeno 9 anni. Per raggiungere la sommità del vulcano nell’isola Vulcano occorrono infatti circa 2 ore e mezza di tempo e un certo livello di allenamento fisico per affrontare al meglio la salita. Qui è possibile approfondire le varie fasi geologiche dell’isola e del suo mitico vulcano e ammirare il fantastico panorama in cima a 400 metri di dislivello dove è anche possibile fare l’attraversamento di un tratto della parete del vulcano sopra ai fumi dello zolfo.

Lipari è l’isola più grande, ed è anche la più frequentata e la più accessibile delle Eolie, oltre ad essere l’isola che offre maggiori spazi riservati ai bambini. Qui si può visitare la cittadella sulla scogliera, le case dai colori pastello sul lungomare e il museo archeologico che custodisce una delle più belle collezioni europee di reperti antichi. Le mamme ameranno passeggiare nel dedalo di vicoli del centro storico, fermatevi un attimo per mangiare un dolce di ricotta con i bambini o una granita con brioche. A tutti gli appassionati di cinema: la spiaggia della sonnacchiosa Pollara è la location del film Il postino di Michael Radford con Massimo Troisi.

Stromboli è invece l’isola perfetta nell’immaginario dei bambini perché è la rappresentazione dei vulcani infantili. Filicudi ha una forma di lumaca e affascina i visitatori per la sua costa frastagliata, le acque cristalline e le grotte profonde, come ad esempio la Grotta del Bue Marino. Ma la cosa più bella da vedere è tra le acque al largo di Capo Graziano, dove si può esplorare il Museo archeologico sottomarino con i relitti di nove navi greche e romane affondate.

Visitare Firenze con la famiglia

Firenze è una città ideale per andare alla scoperta di luoghi affascinanti e per imparare con i bambini. Le proposte formative e educative incuriosiscono i piccoli viaggiatori con il mix di storia e scienza, arte e natura che in questa città convivono e rappresentano il grande patrimonio italiano.

Una visita a Palazzo Vecchio insegna ai bambini i segreti delle carte geografiche e e la favola del primo viaggio attorno al mondo, i piccoli esploratori possono sentirsi principi di altri tempi visitando le sale affrescate. Questo museo offre tanti laboratori e visite guidate per tutta la famiglia a cura dell’Associazione Muse. Richiedete anche il kit-tartaruga con una mappa per orientarsi e un binocolo, l’album della famiglia Medici con figurine e colori, cappellini piumati e coroncine rinascimentali.

I laboratori del Museo Stefano Bardini rendono omaggio all’opera realizzata nel Seicento dallo scultore Pietro Tacca, che si ispirò ad una scultura romana donata a Cosimo I de’ Medici, divenuta famosa perché custodita all’interno del Mercato Nuovo, oggi conosciuto anche come Loggia del Porcellino.

Oltre 300 opere d’arte italiana del XX secolo sono il patrimonio del Museo del Novecento di Firenze. Mamma e papà possono proseguire la visita mentre i bambini possono seguire da soli le visite guidate, alla scoperta delle opere di Lucio Fontana o Bruno Munari, e poi partecipare ai laboratori dedicati all’arte del collage per scegliere e selezionare immagini, scritte e fotografie, o studiare la tecnica del disegno animato, per imparare a disegnare il proprio cartoon personalizzato.

Non c’è Firenze senza una visita al Museo di Leonardo Da Vinci. Qui i piccoli visitatori del Museo Leonardo Da Vinci di Firenze potranno farsi accompagnare proprio da un Leonardo, un attore con tanto di barba lunga, alla scoperta delle sue incredibili invenzioni e fare domande sulla sua epoca e la storia della sua vita, scoprendo aneddoti e segreti dei suoi dipinti più celebri.

Misteriose armature di cavalieri e samurai sembrano sussurrare ricordi di battaglie e guerre d’oltremare, maschere che arrivano da ogni parte del mondo rappresentano colori e tradizioni di popoli del passato: se i vostri piccoli sono appassionati d’avventura e amano la storia, fate un salto nel Museo Stibbert, che organizza anche visite guidate, laboratori con racconti e lezioni dedicate alle discipline orientali.

Viaggiare a Sanremo con i più piccoli

Arriva la primavera e quale meta più bella di Sanremo che coniuga i colori dei fiori al blu del mare? La Riviera dei Fiori e Sanremo è una delle località turistiche più conosciute grazie al suo flair internazionale e chic, al centro storico della cittadina con le tante viuzze, le sue ville affacciate sul mare e i giardini, le serre e i roseti come Villa Ormond con il parco ricco di piante esotiche, autoctone e ulivi, Villa Nobel dove abitò Alfred Nobel e che oggi ospita il museo sulle scoperte e le invenzioni dell’Ottocento e Villa Zirio, oggi sede dell’Orchestra Sinfonica.

Carpasio è possibile visitare con tutta la famiglia il Museo della Lavanda, primo in Italia a raccontare la storia della coltivazione di questa pianta. Al suo interno c’è il Giardino delle Lavande è arricchito da numerose varietà di lavanda dalla fragranza inebriante e dai colori che sfumano dal viola intenso al lilla delicato, dal rosa al bianco. Nel Giardino dei Profumi i bambini possono vedere da vicino una selezione di 70 erbe aromatiche e partecipare s laboratori didattici per l’infanzia.

La Liguria offre scenari mozzafiato agli appassionati delle due ruote. Ciclismo su strada, mountain bike, cicloturismo e downhill: numerose sono le possibilità offerte dagli oltre 400 itinerari sparsi sul territorio. Alle famiglie con bambini consigliamo assolutamente la pista ciclabile che da San Lorenzo al Mare si estende per 24 km fino a Ospedaletti, passando per Sanremo. Dove un tempo viaggiavano i treni lungo il litorale ligure, ora i binari della ferrovia costiera hanno lasciato il posto a una splendida pista ciclabile, che, lontana dal traffico, si dipana tra il verde dei pini marittimi e l’azzurro-blu del cielo e del mare.

Anche tuo figlio ama gli animali e i pesci di grande taglia come le balene? Allora amerà sicuramente una gita in mare alla ricerca, pardon, all’avvistamento dei cetacei, di un delfino o una balenottera, sorpresi nel loro habitat naturale con il Whale Watching a Sanremo. A bordo della motonave si parte diretti verso il cuore del Santuario Internazionale dei Cetacei, un’area marina internazionale protetta che unisce Costa Azzurra, Liguria, Corsica e Toscana, dove, in mare aperto a 2000-2500 metri di profondità, sono frequentissimi gli avvistamenti di stenelle e capidogli. Dalla primavera all’autunno tanti sono i battelli che propongono quest’avventura in compagna di un biologo marino che illustra la storia del Santuario dei Cetacei e regala informazioni interessanti e curiose, oltre ad aiutarvi ad intercettare gli esemplari marini. Le partenze si effettuano da vari porti turistici  come quello di Genova, Andora, Imperia, Savona e Sanremo, dove il punto di imbarco è nel Porto Vecchio

Letto dalle mamme