Mamma Sto Bene!
bimbo in pullman

Viaggi in pullman con bambini

Oggi parliamo di viaggi in pullman con bambini: tutto quello che devi sapere per partire verso una fantastica vacanza con tutta la famiglia!

Chi ha detto che viaggiare con tutta la famiglia deve essere un’esperienza stressante e da evitare? Non solo i bambini possono viaggiare in autobus, ma possono anche godersi il tragitto, rendendo il viaggio un’esperienza piacevole per tutta la famiglia! La maggior parte dei pediatri consente ai bambini di viaggiare in autobus dal terzo mese di vita. Prima di tutto, dovresti sapere che, diversamente dal caso delle auto private, non esiste una regolamentazione specifica per il trasporto di neonati sugli autobus.

Generalmente, neonati e bambini fino a quattro anni viaggiano nel grembo dei genitori o tutori legali e non pagano il biglietto.

Viaggio in pullman con bambini molto piccoli

Spesso a pochi mesi di età i bambini non hanno ancora un passaporto o una carta d’identità. In tal caso, puoi presentare il certificato di nascita originale o una copia certificata, insieme ai documenti personali dei genitori o dei tutori legali. Se si viaggia con parenti o amici, oltre ai documenti del bambino, le parti responsabili devono presentare un’autorizzazione dei genitori o dei tutori legali.

Calcola una media di pannolini e prepara una valigia insieme ad altri oggetti di cui avrai bisogno durante il viaggio, come bottiglie o alimenti per bambini, cambi di vestiti per tutte le temperature (ricorda che l’aria condizionata degli autobus può sempre giocare brutti scherzi). Non dimenticare di fare un’ultima visita al pediatra prima del viaggio per controllare i farmaci che devi portare con te o qualsiasi altra precauzione.

I bambini fino a sei mesi possono facilmente viaggiare nel grembo dei genitori, non essendoci bisogno di acquistare un posto extra per loro. Il consiglio per ridurre la fatica di portare il bambino durante il viaggio è di utilizzare una fionda per bambini. Cerca di sederti sul sedile del corridoio per uscire più facilmente e ricorda di lasciare il bimbo fuori dalla cintura di sicurezza, perché in caso di frenata improvvisa il tuo peso potrebbe essere estremamente pericoloso per il bambino.

Viaggi in autobus con bambini

Esistono molti motivi per cui si potrebbero facilmente lasciar viaggiare i bambini in autobus, e tra questi non ci sono solo i prezzi convenienti. Videogame e tablet sono considerati un must per garantire ai vostri figli un viaggio divertente e piacevole. Le principali compagnie di autobus come Baltour o Buscenter offrono prese elettriche a bordo dei bus per consentire ai più piccoli di non rimanere mai a corto di carica.

Anche i ragazzi un po’ più grandi avranno la possibilità di far passare rapidamente il tempo durante il viaggio, soprattutto durante le tratte più lunghe come ad esempio quella in autobus tra Catania e Roma. La presenza di una connessione Wi-Fi nella maggior parte dei pullman permetterà ai vostri ragazzi di essere sempre connessi ai loro social come Facebook, Twitter e Instagram e rimanere sempre in contatto non solo con gli amici, ma col mondo intero.

Per i genitori dei bimbi più piccoli può essere considerato molto importante che l’autobus abbia una toilette a bordo, per evitare spiacevoli inconvenienti.

Anche questo è un servizio fornito praticamente da tutti gli operatori per garantire un viaggio in autobus sicuro e confortevole. Inoltre, è sempre possibile portare con sé un passeggino e riporlo nella stiva, ritirandolo all’arrivo ed avere la stessa comodità nel trasporto del proprio bimbo come se foste a casa. Inoltre, alcune compagnie come Flixbus offrono anche la possibilità di acquistare a bordo del bus snack e bevande oltre alle soste programmate in autogrill durante i viaggi in autobus a lunga percorrenza.

La maggior parte delle compagnie di autobus offre tariffe scontate per bambini e prezzi molto vantaggiosi per i giovani passeggeri.

Viaggiare sicuri con bambini

A seconda della compagnia, le condizioni di accesso all’autobus sono diverse. Baltour, ad esempio, comunica nelle proprie “Condizioni di trasporto” che i minori di 14 anni sono ammessi solo se accompagnati da un adulto, mentre i ragazzi tra i 14 e i 18 anni hanno bisogno di un’autorizzazione scritta da parte dei genitori per viaggiare soli. Per Buscenter il discorso è molto simile, mentre Flixbus abbassa l’età per cui un bambino più viaggiare solo, con consenso scritto dei genitori, fino a 10 anni; dopo i 15 anni compiuti, i ragazzi possono viaggiare anche soli. Per i bambini più piccoli è consigliato usare un apposito seggiolino, solitamente fino a 3 anni, che dovrà essere portato dai genitori.

Per i viaggi all’estero, in base alla nazione di arrivo, raccomandiamo di consultare la società di autobus con cui viaggerete, dato che le condizioni ed i documenti necessari potrebbero essere di volta in volta diversi.

Quando si viaggia con i più piccoli gli imprevisiti non mancano mai. È necessario essere preparati a gestire qualsiasi evenienza. Un consiglio fondamentale quando si viaggia in autobus è quello di cercare, ove possibile, di prenotare la partenza per la notte oppure negli orari pomeridiani, subito dopo il pranzo. In questo modo, il bambino si addormenterà molto più facilmente e buona parte del viaggio trascorrerà tranquilla per lui e per voi. Tenete sempre a portata di mano dell’acqua o dei succhi di frutta per assicurargli una costante idratazione, soprattutto se viaggiate in estate. Per le tratte più lunghe portate con voi un cuscino e una copertina: improvvisare un confortevole lettino sul sedile farà stare il vostro bambino più comodo e lo aiuterà ad addormentarsi serenamente.

Viaggio confortevole in bus con bambini

Per il pranzo o la cena, ricordatevi di preparare degli alimenti adatti alla situazione e che siano facili da somministrargli. Organizzatevi con vasetti e cucchiaino ed anche il momento della pappa non sarà più un problema. Portate sempre con voi delle salviettine rinfrescanti, utili sia per il refrigerio in caso di caldo particolarmente afoso e sia per pulirlo da eventuali resti di cibo o rigurgiti. Per i bambini più grandi non dimenticate degli snack da affiancare al pasto principale e della frutta già sbucciata in vaschetta. Scegliete sempre cibi non troppo pesanti: quando si viaggia meglio mantenersi leggeri!

Un aspetto fondamentale per un viaggio tranquillo è la distrazione! Se viaggiate con un neonato anche una playlist di buona musica può essere un ottimo modo per tranquillizzarlo e favorirgli il sonno. Se il bambino è più grande è importante far sì che si interessi a qualcosa nei momenti in cui non dorme, in questo modo eviterete agevolmente capricci e disturbi. Una buona idea può essere quella di farlo accompagnare da un amichetto, di sicuro lo terrà distratto e giocando riuscirà a sopportare al meglio il viaggio. Nel caso in cui ciò non fosse possibile, portate con voi i suoi giochi preferiti così da non farlo annoiare, soprattutto per itinerari particolarmente lunghi.

Se il bambino è invece abbastanza grande, cercate di renderlo partecipe della situazione illustrandogli creativamente il motivo del viaggio, la bellezza di ciò che si andrà a vedere, i parchi di divertimento che potrà visitare, in questo modo di certo non si annoierà e sarà più disposto a sopportare la fatica di un lungo viaggio. Se anche voi siete in vena di divertirvi coinvolgetelo in giochi verbali (indovinare un personaggio attraverso degli indizi, fare a gara di rime, recitare filastrocche). Questi giochi si prestano ai viaggi perché sono semplici e non richiedono l’utilizzo di oggetti.

Infine, se avete a disposizione un tablet o uno smartphone, intrattenetelo con i video che abbiamo allegato alla guida ma non fate l’errore di dimenticare le cuffiette! Senza di esse il vostro bambino, per non disturbare, sarà costretto ad ascoltare le canzoni a bassissimo volume o a riprodurre il video senza audio perdendo gran parte del divertimento.