Mamma Sto Bene!
gravidanza

Quindicesima settimana di gravidanza: che cosa succede

La quindicesima settimana di gravidanza è sicuramente una delle più belle da vivere!

Infatti questa è la fase più appagante di tutta la gravidanza! Il tuo bambino continua a crescere e adesso percepisce anche la tua voce.

L’utero ha adesso le dimensioni di un melone. Fatevi insegnare dall’ostetrica come misurare la crescita del vostro utero che si fa misurando, con un semplice metro da sarta, la distanza dal pube al fondo dell’utero. Potete sentire da sole, la punta del vostro utero, circa 1-2 cm sotto il vostro ombelico. Questo inoltre può aiutarvi a capire la posizione del bambino all’interno del vostro utero. In questo periodo aumenta la libido. Il sesso viene considerato sicuro e normale in gravidanza (a meno di controindicazioni rilevate dal vostro ginecologo).

Quindicesima settimana di gravidanza: il bambino

Le sue palpebre sono ancora chiuse, ma il tuo bambino inizia già a percepire la luce. Intanto continua ad allenare i muscoli del viso con diverse espressioni facciali e anche le braccia e le gambe iniziano a muoversi in maniera sempre più decisa. Le gambe si stanno allungando più delle braccia, proporzionandosi alla testa e al resto del corpo. In questa 15° settimana il peso del feto si aggira intorno ai 70 grammi e la sua lunghezza è sui 10 cm dal vertice del capo al sacro.

Il feto continua a sperimentare la deglutizione e la suzioneche metterà in atto a pieno ritmo una volta nato. Forse non ci credi, ma in questo momento potrebbe già iniziare a prendere l’abitudine di succhiarsi il pollice! La pelle del bambino è sottilissima e si vedono i vasi sanguigni, mentre il lanugo, il sottile strato che gli copre schiena, spalle, fronte e orecchie, continua a tenerlo al caldo e sarà così finché non svilupperà uno strato di grasso che avrà la funzione di tenerlo al calduccio.

Durante la quindicesima settimana di gravidanza il tuo bambino inizia a percepire i suoni esterni e riesce a sentire anche il tuo battito cardiaco. Attraverso il liquido amniotico, infatti, comincia a percepire tutto ciò che avviene al di fuori del suo involucro. Approfittane per fargli ascoltare brani che gli trasmettano serenità. Quando sarà nato, quegli stessi suoni lo riporteranno allo stato di pace e tranquillità in cui si trovava quando era nella tua pancia… e anche tu potrai rilassarti!

La pancina si vede

Il tuo corpo si sta abituando alla presenza del piccolino e l’emozione di diventare mamma inizia a regalarti una carica magica!

Il bimbo inizia a crescere visibilmente e la tua pancia fa capolino sotto i vestiti. In questa fase il tuo peso aumenta di circa 2 o 3 chili: sei semplicemente bellissima e la tua luce è ormai inconfondibile. Una nuova abitudine da prendere? Pesarti almeno una volta a settimana.

Ti sembra di perdere l’equilibrio e ti capita di inciampare? Nessuna paura, con la crescita della pancia il tuo corpo inizia a cercare un nuovo centro di gravità e a te potrebbe capitare di sentirti instabile. Stai tranquilla, questa sensazione durante la gravidanza è del tutto naturale, ma passerà presto. A breve anche il tuo equilibrio si abituerà alla presenza del piccolo che porti in grembo.

In questa fase le perdite di sangue dal naso sono piuttosto frequenti perché gli ormoni della gravidanza, in particolare il progesterone, provocano una maggiore fragilità delle mucose, soprattutto quella orale e nasale. Quando ti capita, ricorda di stringere con due dita le narici, applicare del ghiaccio sulla fronte e inserire nella narice una piccola pallina di cotone imbevuta di acqua ossigenata. Una volta cessato il flusso di sangue, puoi anche applicare una pomata emostatica.

Molte donne adorano quando i loro seni diventano più grandi. Altre invece provano fastidio per il peso extra che causa mal di schiena. Inoltre il seno gonfio può essere doloroso. Cerca di usare un reggiseno che sostiene ma che al contempo sia comodo. L’aumento di volume del seno può determinare la comparsa si smagliature e potresti notare un aumento delle vene sottocutanee per il maggior flusso di sangue in circolo. Tieni d’occhio eventuali macchie giallognole nel tuo reggiseno. Si tratta probabilmente di colostro, che è il primo latte prodotto dalle future mamme. Il tuo seno si sta preparando per l’allattamento.

Se è un problema utilizza le coppette assorbilatte. Non tutte le donne notano perdite di colostro in gravidanza e questo non compromette il futuro allattamento. Chiedi al medico o all’ostetrica di controllare il seno se sei preoccupato per eventuali cambiamenti.

Esami alla quindicesima settimana di gravidanza

Il momento della seconda visita prenatale è arrivato. Con l’ecografia puoi sentire il battito cardiaco del bambino e la diagnosi sul suo sesso diventa più precisa.

Se hai più di 35 anni, in caso di anamnesi positiva o di familiarità per patologie genetiche, puoi eseguire l’amniocentesi. È un esame che si pratica tra la 15° e la 18° settimana di gravidanza e che permette di diagnosticare diverse malattie genetiche come la trisomia 21 (Sindrome di Down). Inoltre, dosando l’Alfa Feto Proteina nel liquido amniotico, si possono diagnosticare le malformazioni del tubo neurale come la Spina Bifida o l’Anencefalia.

Esistono anche test genetici alternativi all’amniocentesi: confrontati con il tuo ginecologo prima di procedere con gli esami.

Incubi in gravidanza

Ti è capitato di fare qualche incubo o sogno strano? Non preoccuparti, molte donne durante la gravidanza rivivono nei sogni ansie e preoccupazioni legate a questo momento particolare e unico. Potrebbe succederti di sognare di entrare in travaglio all’improvviso, magari in un luogo pubblico: questo sogno svela semplicemente un comprensibile timore del parto.

Una buona notizia? Alcuni studi rivelano che i sogni più spaventosi contribuiscono a rendere l’ansia della gravidanza più facile da gestire. Sognare di viaggiare, traslocare, fare le valigie, spostare i mobili non rappresenta un desiderio di fuga dalle tue nuove responsabilità, anzi! Questo tipo di sogni non è altro che una metafora del bellissimo cambiamento che sta avvenendo nella tua vita!

Tenersi in forma in gravidanza

Sapevi che il movimento in gravidanza agevola il momento del parto? Mantenere il corpo in attività è utile allo sforzo che dovrai praticare quando il tuo piccolo nascerà.

Non solo, un’idonea attività fisica ti aiuterà a favorire la circolazione del sangue, a tenere il peso sotto controllo e a mantenere il tono muscolare, in particolare dei muscoli paravertebrali, che aiutano la schiena a sostenere il peso del pancione. Camminare e nuotare sono alcune tra le attività più idonee a cui puoi dedicarti in gravidanza.

E se sei amante della bicicletta, ricorda che non c’è alcuna controindicazione, anzi. Il movimento delle gambe aiuterà la tua circolazione!

Avere una muscolatura tonica ed elastica dà sicurezza e efficienza nei movimenti, inoltre i muscoli sono importanti ammortizzatori in grado di assorbire sollecitazioni preservando le strutture scheletriche dal rischio di traumi. A qualsiasi età ma soprattutto nel periodo di gravidanza è opportuno dedicare un pò di tempo a migliorare la propria forza per mantenere una struttura muscolo-tendinea tonica ed elastica.